NULLA SAMP. IL FINALE DI STAGIONE E’ DA VOMITO

38

Finisce la stagione blucerchiata. Nonostante una muraglia di tifosi sampdoriani giunti a Reggio Emilia in migliaia, con sciarpe e bandiere, la prestazione della squadra è stata imbarazzante.

Nel pomeriggio l’Atalanta, lottando per il settimo posto, è andata a pareggiare su un campo difficile come l’Oimpico contro la Lazio.

Noi siamo andati a svernare come una vecchia bagascia in qualche bagno della riviera, tirando i remi in barca, non lottando minimamente per un posto in Europa che  molti  tifosi si auspicavano.
Si chiude così una stagione fatta di alti e bassi. Gli alti ci sono stati per merito di Giampaolo, nel momento in cui è riuscito ad organizzare una squadra che macinava gli avversari.

I bassi sono molteplici, fra cui la partita imbarazzante di ieri.

Ti presenti ad una gara tra le più importanti della stagione (e quindi degli ultimi anni). E scendi in campo senza voglia, con un attacco inutile formato da un Quaglia ormai spompato e un giovane acerbo, che sembravano il nonno e il nipote al parchetto. Giochi contro una squadra, ormai salva e sistemata che ti surclassa. Ma dove vogliamo andare? 

Abbiamo tanti giovani validi, è vero. Ma appena crescono se ne vanno e vengono sostituiti da poppanti.
Sarà molto dura alzare l’asticella se continua questo andazzo. Ora Torreira (che non mette più la gamba da un mese) leverà le tende e noi ricominceremo da un ragazzino. Nelle ipotesi più pessimistiche il futuro sarà un eterno ritorno senza un obiettivo, senza un risultato se non per miracolo.
E intanto si ingrossano le tasche di Ferrero

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

38 commenti

  1. Che gli alti ci siano stati per merito di giampaolo non mi trova d’ accordo…quanto all’ attacco concordo che quagliarella sia spompato ma stante i vari acciaccati chi poteva giocare?

    • Cambi modulo.
      Giochi con una punta e 2 o tre trequartisti.
      Fai un 4321 o un 4231 i giocatori li hai ma guai a cambiare sistema di gioco.
      Quaglia è stato sostituito al 60’…1 ora di nulla ma nn per colpa sua sia chiaro.
      Ieri si è visto solo che alla Samp ( intesa come societa) di andare in Europa nn frega nulla…
      L’anno prossimo prepariamoci ad una rivoluzione totale. Prevedo un minimo di 6 cessioni…E speriamo in bene
      I nomi sono facili da trovare:
      Bere,praet, torreira, linetty, Ramirez se arriva l’offerta zapata idem…se mi sono scordato qualcuno…

      • La dura realta` della società che vende tutti appena possibile, non è estranea a nessuna squadra del nostro livello. L’Atalanta, che tanto fa da modello ideale, vende sempre e subito, anche a campionato in corso. Va bene comunque, perche ha un vivaio importante e ben strutturato. I lavori strutturali in corso, che anche la Samp sta facendo, sembra che ci avvicinino a quel modello. E, senza voler difendere Ferrero, obiettivamente è un dato di fatto, che sotto la sua amministrazione si stanno gettando le basi per avere un buon centro sportivo, con i giovani come valore importante.
        Poi voi dite: tutto solo per suo interesse di guadagno. Grazie al cazzo che è meglio lo sceicco del PSG, ma non crediate. Anche quelli pensano solo ai soldi, solo che ne hanno cosi tanti, e il loro progetto è cosi ampio, che non si riesce a vedere ipso facto il loro interesse. Ma c’è sempre e comunque. L’interesse dei sceicchi è IL PRESTIGIO, che loro devono comprarsi, perche per quanto pieni di soldi sono e rimangono degli zotici pastori di capre del deserto. Questi, hanno il PSG per avere esposizione mediatica su una piazza prestigiosa come PARIGI. Loro, con la squadra in realta si comprano PARIGI, e tanto marketing per sollevare l’immagine intera del loro paese. Lo stesso fanno comprando i grand prix di F1 e dei cavalli, e tante altre manifestazioni importanti, per attirare attenzione al loro paese, che non ha nulla, a parte il petrolio che genera denaro.
        Cari romantici: la Samp è una SPA, non è una ONLUS “a difesa dei sogni dei tifosi”.
        Il fatto che DIMOSTRANO di lavorare dalla radice in su, è cio che piu ci deve rasserenare. Poi, se aspettate il sceicco o madre teresa di calcutta per la samp, siete piu ingenui di chi, per ora, mantiene un atteggiamento neutrale verso questa dirigenza
        Poi vi siete mai messi nei panni di un imprenditore?
        Investire nella Samp è investire in Genova, e per quanto sia tifoso, a me Genova non pare un investimento degno di fiducia. Cosa rappresenta, Genova, oggi?
        Che garanzie da? Ma non vedete che nemmeno ti permettono di FARE, pur volendo?
        De Laurentiis, dopo 20 giornate in testa, NON HA VOLUTO INVESTIRE PER VINCERE LO SCUDETTO. A gennaio non ha fatto nulla! Eppure lo scudetto gli avrebbe portato qualche guadagno extra? Si, eppure, nemmeno con la reale opportunita e una squadra che giocaca da Dio, ha voluto investire per migliorarsi.
        Sembra che preferiate vivere di utopie, avere un presidente elegante che vi prenda per il culo, vi faccia illusioni di non vendere, e poi lo fa lo stesso,
        piuttosto che questo cafone, che per lo meno vi dice IN FACCIA COME FUNZIONA OGGI IL CALCIO: I CALCIATORI ALZANO LA CRESTA, VOGLIONO ANDARSENE, E LUI DICE ANDATE DOVE CAZZO VOLETE. VI DICE IN FACCIA SINCERAMENTE, CHE SE GLI OFFRONO I SOLDI GIUSTI, VENDE. MA PERCHE? DITEMI CHI, DEL NOSTRO LIVELLO, NON LO FA.

  2. Ferrero parla di ristrutturare il Flaminio a Roma della Samp non gliene può frega’ de meno fin che la barca va lasciala andare quando finiranno le plusvalenze perché non tutti gli anni escono i praet e torreira sono cavoli amari. La cosa che mi amareggia di più non è il piazzamento è l’atteggiamento da schifo di tutti i giocatori in trasferta.

  3. D accordo con pisu sul cambiare modulo ma gpaolo non lo avrebbe mai fatto perche’ e’ un onesto mestierante e nulla piu’….speriamo che quando avra’ finito di mungere ferrrero finalmente si tolga dalle p…e

  4. Ieri in emergenza, si poteva provare il 4-3-3 con ramirez e praet larghi (ruolo che hanno già ricoperto entrambi in passato), o giocare con 2 trequartisti e una punta, il salto di qualità di una squadra e di un allenatore si vede anche da queste cose.
    Per fare il gioco monocorde di Giampaolo, la squadra deve essere fisicamente al 100%, cosa che ormai da un mesetto non è più, lo si vede ad occhio nudo, e lo dice anche il curriculum dell’allenatore stesso, probabilmente spompa le squadre che a fine stagione son bollite.
    Poi parliamoci chiaro, forse ci siamo tutti illusi che fossimo più forti di quello che in realtà siamo…i conti si fanno sempre alla fine e secondo me, guardando la classifica, rispecchia i valori di questa stagione, forse ce la si poteva giocare con la Fiorentina..ma il Torino, ad esempio, sulla carta era più forte di noi e ha deluso.
    Per una buona salvezza, Giampaolo va bene, anche se avrei il timore ad arrivare a fine stagione in lotta con lui, perchè squadra bollita e lui poco pragmatico nel far punti….se si vuole avere obbiettivi più alti, oltre a non smantellare tutta la squadra, va scelto un allenatore diverso.

  5. seMarco Convalle -

    Penso che il problema principale sia la motivazione, non i moduli di gioco, Giampi non ha le palle per darla, tutto qui, le partite le vincono i giocatori giustamenti motivati, non i moduli, o avete tutti fatto il corso di Coverciano? L’ ho sempre difeso, ora desidero fortemente che se ne vada, la squadra per arrivare sesti c’era, un centrocampista come Torreira non lo trovi più, un attaccante da quasi 20 reti neanche, occasione sprecatissima, se poi pensate che Ferrero sia venuto per altri motivi di quello di far soldi ditemi da chi vi rifornite che ci vado anch’io ma ditemi anche chi avete come alternativa di acquirente altrimenti si parla di nulla

  6. Comunque c’è qualcosa che non va anche nei giocatori. Nel Torino, ieri, che non aveva in palio nulla, si sono battuti e hanno pareggiato contro il Napoli. Pure il Bologna sabato non ha fatto il materasso contro la Juve e ha perso nel secondo tempo (hanno anche avuto la sfiga di un clamoroso autogoal di De Maio…).
    Il problema è che Torreira non è più lui (mondiali + mercato); Bere , Linetty , Zapata, Strinic, pure loro. Praet (mercato). Quaglia è bollito. Tutti gli altri, con poco mercato e che non vanno al mondiale, mica vogliono tagliarsi le ferie per i preliminari EL, dove poi si uscirebbe quasi subito…Quindi tutti accendono il motore in folle e aspettano, senza ingranare mai le marce.
    GP poi ci mette del suo, col suo gioco irritante e prevedibile, che porta frutti solo se la squadra è al top psico/fisico. Adesso si riesce a fare 95′ col SASSUOLO senza un tiro in porta…Complimenti—

    • Secondo me questi giocatori non tirano indietro la gamba o giocano col freno a mano tirato…secondo me non ne hanno proprio più fisicamente, la testa ha una parte importante come motivazioni, ma se tu fisicamente non arrivi prima sul pallone, non ci sopperisci solo con la voglia.

  7. Dai, rassereniamoci!

    MILAN: vinto
    FIORENTINA: vinto e in rimonta
    ATALANTA: pareggiato dopo una gran partita giocata con la Lazio, che noi ci siamo sognati di farla…
    SAMPDORIA: neanche un tiro in porta a Sassuolo

    Se scrematura doveva essere fatta nella lotta EL, scrematura è stata fatta!
    E secondo una cosa che si chiama “meritocrazia”.
    Dai, che bello, ci risparmiamo lo stress di prendercela con furti e ingiustizie eccetera, niente sangue marcio!

    Avete ragione un po’ tutti (ripeto cose che ho letto nei commenti)…:

    – Giampaolo ha mostrato qualche limite, non hai attaccanti e se i ancora legato al 4312… Quagliarella era mezzo rotto.

    – Il valore dei giocatori non è, comunque, “lontanissimo” dalla posizione in classifica che abbiamo, anche questo già scritto sopra in un commento.

    – Davanti abbiamo comunque squadre che ci sta che ci finiscano davanti, questo su un mero discorso di dimensione, di lecite aspettative generiche. Ok, l’Atalanta magari no, ma ha Gasperini che sembra proprio un allenatore… “completo” (crescita giovani, tenuta atletica, motivazioni, aspetto tattico…).

    Che dire, il tifoso è comunque anche sognatore, e l’attuale gestione per quanto brava o bravissima a fare certe cose, mostra il suo limite nella necessità di autofinanziamento e quindi nella necessità di vendere qualcosa di importante ogni estate.

    Oggi ciò ci appare un tetto sulla testa.
    Non mi lamento per carità, ho viste di peggio di un nono posto. Però oggi la sensazione è quella…

    (però basta insistere che Schick è forte, che gioca fuori ruolo, che deve ambientarsi… perchè ‘ie dispiace se a Roma pensano che “‘gl’ha tirato er pacco”. A noi non ce ne frega una mazza. I Pozzo di pacchi o mezzi-pacchi ne hanno tirati per una vita e vivono benissimo)

  8. cristiano72 -

    Ho avuto la sventurata idea di andare a reggio(66€ per i bigletti di cui uno per una bambina di 10 anni….scandalosi!!!).una partita cosi’ imbarazzante stento a ricordarmela.non e’ questione di moduli o di chi poteva giocare al posto di chi……squadra completamente bollita e allenatore incapace a motivare la squadra.non siamo proprio capaci a pareggiare.con un sassuolo che non e’ certo parso agguerrito che cosa ci voleva a portarsi a casa un pareggino?cosi’ come in altre partite sarebbero bastati 3/4 pareggi in piu’ e saremmo in europa.lo so anche io che l’organico era inferiore ad altre squadre e che abbiamo fatto piu’ delle previsioni ma passare sei mesi al sesto posto in classifica e poi crollare nel finale lascia davvero l’amaro in bocca facendo apparire la stagione come un fallimento anche se non e’ cosi’ assolutamente.per quanto riguarda la politica societaria siamo sempre ai soliti discorsi.il trend e’ quello acquistare a basso prezzo valorizzare e rivendere non c’e’ nulla da fare.e sperare di trovare sempre sostituti all’altezza.sogno finito….grazie lo stesso

  9. Luca (quello che stava in Brasile) -

    Sono contento che il partito (di cui sono modestamente tra i fondatori..) di quelli che criticano GP stia crescendo.

    Alcune istantanee da Reggio Emilia:
    1) le inquadrature su Quagliarella, ginocchio e soprattutto espressione facciale
    2) Ramirez che perde in modo patetico una palla sulla linea di fondo avversaria cercando di girarsi
    3) Praet messo per la seconda volta a fare piú o meno quello che ha fatto sin da quando giocava nei pulcini
    4) kownacki che gioca in surplace senza impegnarsi in neanche un contrasto in 90′
    5) Torreira preoccupato piú dei suoi stinchi che altro
    6) la faccia corrucciata del sudaticcio GP, che sembrava un generale francese a Waterloo
    7) dulcis in fundo, la lunga, vera, sentita e sincera passeggiata sotto la nostra curva di Iachini

    Evidente che in EL nessuno voleva andarci.
    Evidente che la squadra avrebbe potuto facilmente andarci
    Evidente che GP sia un perdente e che se qualunque squadra lo chiedesse bisognerebbe portarcelo a braccia

    L’unica speranza concreta per noi tutti? Che resti Pecini

    • Ciao, ok per il “borsino” di Giampaolo in peggioramento (e anche per la sua faccia, era proprio come la hai descritta tu!).
      Ma su “Evidente che in EL nessuno voleva andarci” e soprattutto “Evidente che la squadra avrebbe potuto facilmente andarci” non concordo.
      Sulla prima: secondo me la Società voleva andarci eccome, per una questione di prestigio. Vedi anche certe sortite incazzate negli spogliatoi fatte quest’anno. Vedi l’immensa incazzatura quando uscimmo subito con Zenga. Non ho mai capito i sostenitori del “tanto non ci vogliamo andare”.
      Ma soprattutto, sulla seconda, che avrebbe potuto facilmente andarci…. Ma dai!
      L’Atalanta ieri ha messo fisicamente sotto la Lazio a Roma, dove noi andiamo a prendere delle pallonate. Il Milan è più forte, nella partita di ritorno ci ha messo sotto, sotto tutti i punti di vista (tecnico, fisico e tattico). La Fiorentina in una partita analoga alla nostra ha fatto molto meglio, vincendo in rimonta. Ok il Genoa è salvo, il Sassuolo non lo era… ma basta questo a differenziare i compiti?
      Tu rilevi i difetti di Giampaolo, ok (ma ha anche sani meriti), ma spero non fino al punto di pensare a una squadra di fuoriclasse inespressi per colpa sua…. che lui sia un freno al nostro potenizale.

      • Luca (quello che stava in Brasile) -

        Ciao Sentinel, e grazie per i tuoi sempre sensati commenti.

        Sul primo punto:
        mah.. Ferrero va negli spogliatoi piú a uso della sua personale immagine che altro.
        Ci vorrebbe ben altro per spronare allenatore e squadra, secondo me.
        A gennaio non hanno colpevolmente posto rimedio alle lacune di organico che erano evidenti anche ai raccattapalle di marassi.

        Sul secondo punto:
        per lunghi mesi siamo stati sesti anche con 6 punti di vantaggio e una partita in meno.
        Sarebbe bastato evitare dei rovesci con le retrocesse e saremmo stati in EL a vcazzo ritto, aldilà del fatto su cui concordo che la Atalanta lo meriti di piú (300%), che il Milan sia forte, e che Fiorentina sia tosta… tutto vero, ma noi eravamo lá, ma me li vuoi dare 9 punti in piú tra Crotone, Benevento e Chievo? Fai due conti e vedi dove saremmo.

        • Ciao LUCA, ti rispondo con piacere in merito ai due punti:

          – Ferrero sulla Samp da quando è arrivato ha fatto (anche) una opera di MARKETING. La partecipazione alla EL secondo me va letta anche e soprattutto in quest’ottica. Insomma ha qualcosa in comune con l’arrivo di Eto’o. Sampdoria sempre più nota all’estero, sempre più autorevole. Se partecipa alle Coppe è VALORIZZATA, indipendentemente dai soldi che può portarti la EL.
          Inoltre, la squadra diventa anche più appetibile per i tanti giovani promettenti che con questa gestione cerchiamo di far venire da noi: più autorevole la Samp, ma soprattutto se sei impegnato anche in Europa ci sono almeno sulla carta più partite da giocare, e il primo timore di un giovane di belle speranze, ma non ancora affermato, è quello di fare troppa panchina.

          – Qui c’è un muro che viene sempre fuori da mesi nelle discussioni.
          Chi dice: punti buttati via con certe squadre. Chi risponde: vabbè ma mica era scontato, dall’altra parte, vincere con la Juve e con altre grandi. …pensa se un tifoso dell’Atalanta ha visto Sassuolo-Sampdoria, cosa può pensare del fatto di aver preso zero punti dal doppio confronto con quella squadra li…. e intendo la nostra.

  10. seMarco Convalle -

    Sono andato anch’io a Reggio, in tre, 99 euro più spese varie, quando alcuni giocatori sono venuti sotto la gradinata, qualcuno li ha applauditi, io no, se avessi avuto qualcosa da tirargli l’avrei fatto, bisogna smetterla con questa accondiscendenza, io capisco gli applausi dopo una partita combattuta e persa, non quelli dopo una prestazione vergognosa come ieri, dobbiamo svegliarci e non ingoiare tutto, applausi sta minchia

  11. Tutti commenti sensati e giusti che si possono condividere o meno personalmente li trovo tutti interessanti e quella che rimarcò alla grande è quello che ha scritto giustamente Semarco io non ero presente quindi un plauso a chi c’era chi invece ha applaudito non ha capito un ca@@o della vita.

  12. le parole di ferrero che da mesi si sentono come note stonate pesano come macigni dietro a questo fracasso parole frutto di ignoranza che solo riflettono le uniche e vere intenzioni di questa vetrina che è diventata la samp ! certamente siamo succubi delle plus valenze in quanto indispensabili ma ci sono modi e modi che cazzo serve esodare in massa a Reggio quando questo tratta la squadra da mesi come il nuovo mercato di testaccio…?ciao hermano sempre a torsio !

    • Ciao hermano, tutti con la sindrome di Stoccolma! Ma qualcuno che chieda alla dirigenza che cazzo viol fare, mai!?
      E non menatela con I’ll Samp village visto che se lo fanno con I sacchi del Coni!
      Ho visto la partita, mi sarei emozionato di piu’ a guardare la putties asciugarsi sul muro!!

  13. Io sono ancora piu’ pessimista rispetto all’ottimo articolo: spiace dirlo ma siamo entrati di diritto nel novero delle squadre “INUTILI”, quelle che viaggiano a vista senza ambizioni, obiettivi, che tirano a campare , che vivacchiano in serie A, che smettono di giocare a marzo, che esistono per il solo ed scopo di far giocare e divertire gli altri, che fanno da supermercato per gli altri
    Ho sempre detestato queste squadre e mi sono sempre augurato una loro essclusione da un ipotetico ritorno di un campionato a 16 squadre: Cagliari, Chievo, Bologna, Genoa, Udinese, Torino
    Spiace dirlo ma da oggi anche Sampdoria
    Tristezza infinita
    Ancora piu’ acuita se penso che tutto questo e’ anche (e soprattutto) colpa di una tifoseria senza attributi, che non protesta mai , alla quale va sempre bene tutto e che canta sullo 0-5 “chi si accontenta gode”
    E alora dico che il pagliaccio di Roma ce lo meritiamo!

  14. seMarco Convalle -

    Il brutto è che di questo passo perdiamo anno per anno pubblico, abbonati, giovani supporters, purtroppo però alternative non ce ne sono, a meno di miracoli non ci compra nessuno

  15. Ormai siamo a fine campionato e farei anche una considerazione finale sul mercato acquisti (senza discutere le cessioni) fatto quest’anno:
    Zapata: discreto/buono, a parte i troppi infortuni
    Kownacky/Andersen: acerbi, ma promettenti (portati da Pecini)
    POI:
    Ferrari: mediocre e sopravvalutato
    Murru: come sopra
    Strinic. ma cosa lo han preso a fare se sapevano già che non rimaneva?
    Verre/Capezzi: Boh? Se giocano sempre Barreto/Torreira…
    Ramirez: gran sentore di pacco…strapagato x accordo con procuratore Torreira (se arrivava Ilicic…)
    Caprari: luci (poche), ombre (tante)…GP non sa ancora in che ruolo farlo giocare
    CONCLUSIONI
    Se li dovessi vendere questi giocatori nel complesso porterebbero minusvalenza o al max vai pari, quindi quest’anno è andata decisamente male…Le plusvalenze il Vipera le farà con gli acquisti dell’anno prima (Torreira, Praet, Linetty, Bere). Quindi io mi farei qualche domanda anche sul duo Osti/Pradè oltre che su GP. Non tutti gli anni si imbrocca e il prossimo sarà quello della verità, perché se ripetiamo una campagna acquisti (con inevitabili cessioni eccellenti) come quest’ultima, saranno sicuramente dolori.

  16. Io dei nuovi acquisti ero soddisfattissimo!
    Ero perplesso solo su Zapata e…neutro su Kownacki perchè non lo conoscevo, alla fine invece sono stati proprio loro a piacermi di più, tutti gli altri chi più chi meno mi hanno deluso…

  17. Riassumendo i commenti giustissimi siamo diventati una squadra inutile (vero) abbiamo un proprietario che pensa più a fare mercato x incassare che far salire di poco l’asticella perdiamo tifosi ogni anno e quest’anno vendiamo giocatori acquistati l’anno precedente perché quest’anno abbiamo fallito gli acquisti. Aggiungo di mio tifosi tiepidi da scooterate e lacche di 11 morti quando giocano fuori casa. Siamo del gatto e non menatelo questi sono fatti non opinioni.

  18. Leggendo i commenti più analitici sui singoli calciatori mi è venuto un quesito, che sottopongo:
    Giocare con Sala e Murru: sarebbe stato diverso se avessimo giocato con Cacciatore e Rispoli?

    • Sala è palesemente inadatto al ruolo di terzino, lo diceva anche Nicolini che lo aveva allenato a Verona…è una mezzala, che all’occorrenza aveva fatto il terzino, da li a farlo diventare terzino di ruolo ce ne passa.
      Murru posso sperare che possa migliorare per la giovane età.
      Ma come ho detto in passato secondo me è il modulo di Giampaolo che rende i terzini “incapaci”, vuoi perchè il gioco si sviluppa per lo più per vie centrali, vuoi perchè in fase difensiva con questo modulo spesso sono costretti all’1 contro 1.
      Sul tuo quesito, i 2 sono meglio di Sala e Murru, quantomeno all’anno solitamente fanno anche qualche goal.

    • Luca (quello che stava in Brasile) -

      Il solo Berezjinski é da tenere e valorizzare.
      Tutti gli altri sono rumenta pura: o perché fuori ruolo e grammi come Sala, o perché grammi e cerebrolesi come Murru, o perché grammi e basta come Regini.
      E meno male che almeno Dodó siamo riusciti a sbolognarlo (perdendoci comunque 4 milioni circa).

      Lancio un’OPA su alcuni onesti terzini che giocano in Italia, nessun fuoriclasse, ma gente seria e affidabile nel ruolo, che andrebbero benissimo per le nostre attuali “ambizioni”:
      – Molinaro del Torino
      – Faragó del Cagliari
      – Laxalt del Genoa
      – Martella (che era nostro!) del Crotone
      Da prendere due mancini e un destro come prioritá no.1

  19. Non esiste controprova ma a naso ( posso sbagliare ci mancherebbe) non credo che invertendo l’ordine dei terzini avremmo tanti punti in più o in meno in classifica purtroppo al momento la situazione è questa noi tifosi la subiamo però ogni tanto punzecchiare un po’ non guasta. Se i miei figli a scuola fanno anguscia non li applaudo anzi….

  20. seMarco Convalle -

    Sto leggendo da altre parti che molti scarsoni vogliono restare, chiaro, se dopo partite vergognose come Sassuolo ti applaudono chi volete che se ne voglia andare, dove lo trovano un posto così? È ora di svegliarci

    • E’ un tema interessante. Io credo che in certi ambienti, come Roma, per vincere uno scudetto devi meritarne due, perchè è difficile lavorare e i tifosi sono pesantissimi… talvolta proprio controproducenti.
      Dovremmo trovare un po’ un compromesso, tra il “lasciar lavorare serenamente” e il mettere un po’ di pepe al culo.

  21. Non dimenticherò mai una frase pronunciata da Luca Pellegrini, capitano della Sampd’oro che, parola più parola meno disse: ” Abbiamo vinto tanto, ma avremmo potuto vincere ancor di più se avessimo avuto maggior pressione dall’ambiente…”
    Frasi che da un lato trovo sconcertanti, ma che dall’altro mi fanno riflettere..

  22. seMarco Convalle -

    Sì, bisognerebbe trovare un equilibrio, gli eccessi non vanno bene ne’ in un senso ne’ nell’altro, ci si accanisce solo contro certi singoli che fanno da capro espiatorio, vedi Regini, che è sicuramente scarso ma forse meno di tanti altri

Lascia un commento

Powered by themekiller.com