NO ALLA CLAUSOLA PER SKRINIAR. LA SAMP PUNTA SU DI LUI

5

Giampaolo chiede punti fermi per la prossima stagione. E i primi che gli garantirà la società sono in difesa, con la conferma di una coppia di centrali che nel corso dell’anno ha disputato partite ottime, a tratti miracolose.

Si riparte da Skriniar e Silvestre, questo l’obiettivo indiscusso della società. Due giocatori affidabili, sui quali il Mister si è così espresso: “Hanno fatto un campionato straordinario e per me sono una sicurezza”.
“Affiatamento e organizzazione”, queste alcune delle caratteristiche più importanti della rocciosa coppia difensiva blucerchiata.
Marco Lignana di Repubblica spiega la situazione contrattuale dei due:

Per quanto riguarda Silvestre non ci sono problemi. Il rinnovo fino al 2019 ormai è cosa fatta, i mal di pancia del giocatore sono stati superati, guadagnerà meno rispetto al suo attuale contratto ma avrà altri due anni assicurati, che a 32 anni compiuti non sono mai scontati”.
“Ma il vero capolavoro dell’allenatore – continua Lignana – “è stato rendere Skriniar un giocatore di livello europeo. Per la Samp il difensore slovacco è diventato una priorità, nonostante il contratto in scadenza nel 2020 dovrebbe lasciar dormire sonni tranquilli. Il problema è che diversi club stranieri e qualche big italiana, come la solita Juventus, ha messo da tempo gli occhi su Skriniar. Preso a gennaio 2016 dal ds del settore giovanile Pecini per un milione di euro dallo Zilina, ora è valutato intorno ai 15 milioni di euro.
Con così tante partite sulle spalle il suo stipendio lieviterà fino a sfiorare i 400mila euro, ma è anche vero che ad oggi l’ingaggio base di 165mila euro è basso per un club italiano aggrappato alla parte sinistra della classifica. Alcuni incontri informali con gli agenti del ragazzo ci sono già stati, la dirigenza doriana è pronta a garantirgli oltre il doppio del “fisso”, con ulteriore prolungamento della durata del contratto. Il rapporto con i procuratori è tutto diverso rispetto ad esempio a quello con Betancour, l’uomo che segue Torreira. Per cui la Samp è fiduciosa che tutto si chiduerà con un rinnovo, e la prossima stagione si ripartirà dalla coppia Sivlestre-Skriniar.
Discorso a parte per la clausola rescissoria – conclude il giornalista – “Nel caso di Schick si sta rivelando una tagliola, ma è anche vero che nel calcio di oggi farne a meno non è semplice, perché sono gli stessi procuratori spesso e volentieri a pretenderla in campo di uno stipendio non astronomico. La volontà blucerchiata è di non inserirla ma si vedrà in sede di trattativa”.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

5 commenti

  1. Ci mancavano solo queste maledette clausole, ma perchè solo noi poi le mettiamo “abbordabili” mentre gli altri club le piazzanoa cifre astronomiche?

  2. Ciao Cabezon, sulle clausole abbordabili, Schick e’ stato comprato da perfetto sconosciuto a 3.5 milioni e ha firmato un contratto con clausola rescissoria a 25 milioni, praticamente 8 volte il suo valore d acquisto. A Muriel la clausola sul contratto e’ stata posta al rinnovo dello stesso, a 28 milioni, in un periodo nel quale il giocatore traccheggiava cicciottello tra campo e panchina. Ai tempi di queste mosse non mi ricordo un solo commento che definisse queste clausole abbordabili. I commenti piu’ frequenti erano ” che follia! E chi cazzo se li compra più a questi prezzi!”. Commenti che condividevo ed erano piu’ che plausibili. Ora, in tutta obiettività credo che se non fossero state poste queste clausole ci troveremmo per le mani altri 2 casi Torreira, o peggio Zaza o Icardi. In conclusione, certo che ora le cifre di vendita sembrano basse, ma tu riusciresti a trovarmi 5 persone tra tifosi e addetti ai lavori che ai tempi prevedevano l esplosione di Schick e il rilancio di Muriel a questi livelli?

  3. Postilla su Skriniar, comprato a un milione ora ne vale 15. La clausola non c’è, ma se il giocatore non rinnova e decide di andare a scadenza, quegli ipotetici 15 milioni rischi grosso di non prenderli. Clausole si o clausole no, un fatto evidente e’ che i procuratori hanno spesso il coltello dalla parte del manico e i contratti valgono come la carta da culo. L altro fatto evidente e’ che il nostro modo di fare mercato e’ radicalmente cambiato Nell ultimo anno e mezzo. In meglio se parliamo solo di players trading, tecnicamente solo il campo ce lo potrà dire.

  4. Ciao MIKP
    che la società otterrà grandi plusvalenze dalle cessioni dei vari Schick, Muriel, Skriniar e compagnia siamo tutti d’accordo ( Schick poi era un perfetto sconosciuto per noi, non per gli addetti ai lavori visto che rimarcano in continuazione il fatto che l’abbiamo soffiato alla Roma ), d’accordissimo anche sul fatto che a inizio stagione nessuno si sarebbe aspettato una tale esplosione del boemo ( sicuramente neppure la società…) e quindi la clausola di 25 milioni appariva senz’altro fin esagerata però mi domando…possibile che uomini che vivono di calcio e sono in questo mondo da anni possano commettere tali leggerezze?
    Sono un semplice tifoso, non ho minimamente idea di cosa accada in una trattativa, leggevo che spesso queste clausole sono praticamente imposte dai procuratori e le società accettano per poter poi dare meno d’ingaggio però, mi ripeto, a me sembrano errori di valutazione clamorosi!
    Mi viene in mente Gagliardini: a inizio stagione chi se lo filava?
    Non era neppure titolare nell’Atalanta, poi ha fatto una dozzina di buone partite e via con convocazioni in Nazionale, titoloni sui giornali e cessione all’Inter per 28 milioni di euro!!!
    Ora che Gagliardini, più “anziano” e decisamente meno forte di Schick ( anche se parliamo ovviamente di ruoli diversi ) possa costare come o forse di più di Patrik a me fa girare le scatole…
    Ferrero nei giorni scorsi ha dichiarato che queste clausole sono dei mezzi per tagliarsi i coglioni da soli: ecco, mi auguro davvero che memori di queste fregature prossimamente si pensi a mettere clausole fuori da ogni logica per poter poi essere liberi di negoziare in sede di trattativa oppure, e sarebbe la cosa migliore, non metterle proprio!

  5. Tutto più che giusto quello che avete scritto però vorrei aggiungere ancora una cosa ed è questa: i mezzi per poter aspirare a qualcosa non li abbiamo è inutile negarlo visto che la nostra massima aspirazione può essere la parte sinistra della classifica l’unica cosa che puoi fare è cercare di ricavare più che puoi per poter reinvestire visto che il miscio non può far altro quindi facendo un esempio non aspetti che Skriniar vada in scadenza e lo vendi prima non credo ci siano alternative dopodiché se sbaglio correggetemi

Lascia un commento

Powered by themekiller.com