MURILLO CEDUTO AL CELTA VIGO. IL PACCO E’ SERVITO

12

Sarà ricordato come uno dei maggiori bidoni di sempre approdato alla Sampdoria. Arrivato a Genova in pompa magna dopo i fasti di una carriera passata  (Inter e Barcellona),  purtroppo malamente tramontata, Jeison Murillo lascia la Samp.

Una manciata di partite in blucerchiato per il difensore colombiano: tutte disastrose a parte, paradossalmente, qualche minuto in cui il buon Jeison è stato collocato nel ruolo inedito di terzino.
Da centrale di difesa ha fatto piu’ danni della grandine. Impensabile pagare 12 milioni di euro al Siviglia per il riscatto.
Murillo è stato indotto a fare le valigie, prendere armi e bagagli e tanti saluti.
Dopo la trattativa prima aperta e poi bloccata con il Galatasaray è il Celta Vigo ad aggiudicarsi il bidone. Interrotto il prestito con il Siviglia, Murillo è ora pronto a siglare il contratto con il Celta: prestito di sei mesi con diritto di riscatto fissato a 16 milioni di euro.

Tanti saluti a Jeison, dunque. Adesso è necessario aggiungere elementi ad una difesa sempre piu’ sguarnita, dopo l’infortunio di Ferrari.

Si riaprono i discorsi per Tonelli alla Sampdoria, mentre Vasco Regini dopo la buona prova con il Brescia e gli elogi pubblici di Mister Ranieri, potrebbe candidarsi per un ruolo di prima riserva nel girone di ritorno.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

12 commenti

  1. Ecco uno di quei casi in cui, personalmente, non mi sento di muovere particolari critiche alla società…
    Perchè Murillo, solo 16 mesi fa, giocava in Champions League, da titolare, in un Valencia-Juventus, “contribuendo” tra l’altro a far espellere CR7…
    In teoria uno così nella sgangherata SAMPDORIA dovrebbe essere un titolare inamovibile, e invece…
    E all’incirca lo stesso discorso si può fare per Rigoni, solo due anni fa ( non dieci…) convocato dalla nazionale argentina, non proprio l’ultima del ranking, uno quindi che due calci a un pallone dovrebbe saperli dare, ed anche qui al contrario ci troviamo di fronte a un “fenomeno parastatale” ( vecchia rubrica del mitico Mai dire Gol della Gialappa’s…)…
    Mah…e pensare che qui da noi un tempo i giocatori rifiorivano…

    • Fenomeno parastatale…. Strepitosi i primi mai dire gol. Concordo in pieno con la tua disamina. Murillo, al più, poteva preoccupare per lo stato di salute. Invece, mister 2 mln lo ha riproposto fino alla nausea, mentre Ranieri lo ha, per fortuna, cestinato!

  2. Di murillo a me infatti preoccupava e non poco lo stato di salute…ma il pacco comunque lo han fatto a noi, il celta vigo non lo riscattera’ mai, ovviamente felice di sbagliarmi

  3. Paga lo scotto di due cose:

    1) non aver avuto un compagno di difesa in grado di sopperire ad alcune sue lacune tattiche;
    2) aver incrociato la propria carriera con uno zemaniano come Di Francesco.

    Quando arrivò pensai che almeno dietro non avremmo ballato. Mi sbagliavo. Speriamo di trovare presto un centrale di difesa per sostituirlo, che preferirei non dover rischiare troppe partite con solo Regini come alternativa.

  4. Il giorno che arrivò il cafetero dissi che era un pacco così come quando i gringos tornarono in america scrissi che molto probabilmente si resero conto della sola che si celava dietro il cantiere di bogliasco , ma io non sono ne nostradamus ne un chiaroveggente ne tanto meno un esperto del 740 !

  5. Io invece ero tra quelli contenti del suo arrivo, come ha scritto Pitta le uniche incognite potevano riguardare il suo stato fisico, pensavo davvero che avrebbe potuto dare un suo contributo alla causa e invece…previsione ceffata alla grandissima!

  6. Solito acquisto da fantacalcio, si è cercato il nome e lo sì pagherà profumatamente, in realtà sarebbe stato meglio cercare un nome meno altisonante, forse piu’ esaltato di venire a genova, dal rendimento medio alto garantito (almeno per noi).
    Penso a giocatori, non fenomeni, che abbiamo visto negli anni arrivare da quasi sconosciuti e rendere decentemente o anche piu’. Accardi, Gastaldello, Grandoni, Conte Skriniar, Andersen per parlare dei piu’ recenti..

  7. Luca (quello che stava in Brasile) -

    Anche io ero contento… a volte i nomi altisonanti ingannano, effettivamente.

    Domani per i più preparati: cosa succede se il celta non lo riscatta? Chi resta con il cerino in mano, noi o la squadra che ce lo aveva rifilato?

  8. Noi, perchè in quel caso Murillo dovremo pagarlo, visto che c’era l’obbligo del riscatto…
    Se invece il Celta decide di riscattarlo nelle tasche di mf entreranno 16 milioni di euro…

  9. Luca (quello che stava in Brasile) -

    Grazie Cabezon e Furente. Ora mi è chiara la situazione.

    Oggi si parla di Magnani e Tonelli, ambedue naturalmente con mille seghe negoziali, more solito.
    Se venissero entrambi direi che avremmo tamponato le perdite di Ferrari (che peccato, stava migliorando di partita in partita) e di Murillo.

    Ma in attacco? Nessuna notizia degna di credito, da Defrel per Caprari (che sarebbe uno scambio a noi favorevole, pur nella mediocrità) per arrivare al fuoriclasse La Gumina 9che preferì l’Empoli in B a noi pochi mesi fa…)

  10. * Furente: ok, giusta precisazione!

    * Luca: a essere onesti l’Empoli l’anno scorso era in A, si disse che, visto l’esborso economico fatto dalla società toscana ( 9 milioni, se non ricordo male…) in realtà dietro ci fosse la Juve, ci può stare che un giovane preferisca tentare di andare a fare il titolare piuttosto che la riserva ( cosa che avrebbe certamente fatto se fosse approdato qui da noi…)…
    Per ciò che riguarda l’attaccante credo che rimarremo così, a meno che non riescano a vendere Caprari ma, mi chiedo, quale folle società potrebbe sborsare 14 milioni, la cifra che pare chieda la società, per comprarlo?
    Defrel non so cos’abbia, nel Sassuolo risulta indisponibile già da un bel pò, visto il suo precario stato di salute personalmente lascerei perdere…

Lascia un commento

Powered by themekiller.com