MENS NANA IN CORPORE NANO – FERRERO SBUGIARDATO ANCORA A TIKI TAKA

31

Nuova figurina per l’uomo che si definisce presidente, pur essendo odiato dalla maggioranza dei suoi tifosi, che non ne sopportano nemmeno piu’ la vista o l’odore.
Meglio dire figurina che figuraccia, per questo emblematico caso di mens nana in corpore nano.

Ranieri ha iniziato bene la sua avventura in blucerchiato, ponendo il pullman davanti alla nostra porta (salvo i 5 minuti finali contro la Roma in inferiorità numerica) e portando a casa un punto che finalmente muove la classifica. A tal proposito, non c’è nulla di male ad usare un sano catenaccio d’altri tempi, se ciò significa portare a casa i punti salvezza. Il fine giustifica sempre i mezzi e il catenaccio all’italica maniera era glorificato persino da Gianni Brera, per chi non lo sapesse.

Il Vipera, sbrodolando le sue quotidiane cazzate, si era vantato nei primi tempi di aver scelto lui Claudio Ranieri, come se per altro fosse un allenatore sconosciuto ai piu’, proveniente dalla luna. Ma ci ha pensato Antonio cassano a sbugiardare il piccolo uomo a Tiki Taka:

«Ranieri è l’uomo giusto per la Sampdoria – ha detto ieri Cassano, ospite del programma di Italia 1 – Usa il 4-4-2 e porta la barca in porto. Ferrero mi ha chiamato facendomi cinque nomi. Io gli ho risposto: “Prendi Ranieri oppure iscriviti per la Serie B”. Poi l’ho messo in contatto con Totti per un parere definitivo”.

Se la barca andrà in porto bisognerà dunque dire grazie a Cassano (e a Totti). Appuntamento alla prossima sbugiardata.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

31 commenti

  1. Si si ennesima figuraccia ma ormai non si contano più! Però questo burino bancarottiere ce l ha attaccato al culo il vicario garrone e sapete quanti fretueli dal culo stesso dovremo lavarci, prima di staccarcelo dal culo????

  2. non importa fare figure di merda pur che si parli di lui , non importa affossare la sampdoria nonostante che sia stata la sua fortuna . questa è la persona peggiore che ci poteva capitare e spiace dirlo ma la colpa è di tutti noi , siamo stati troppo blandi e il grande pubblico si è svegliato tardi era evidente la provenienza e la direzione di questo soggetto , il giorno della presentazioni patteggiava e il libro di mario giordano è uscito il 2015 e anche qui in sito se ne è parlato niente !
    parassito ingrato il karma esiste la finirai di fare il pagliaccio a nostre spese la finirai…

  3. Noto con piacere che Bertolacci ieri è stato uno dei migliori in campo. Bene. Però rilevo pure che il professionista Bertolacci non fa rima con il professionista Saponara. C’è qualcosa che mi sfugge?

  4. Roberto non so, a me i professionisti che passano dal cenua alla samp o viceversa non sono umanamente simpaticissimi, diciamo che cenerei piu’ volentieri con puggioni, capisco pero’ che ormai purtroppo il calcio va cosi’

    • Puggioni è genovese e sampdoriano, per chi è nato sotto la Lanterna ed è tifoso di una delle due squadre credo sarebbe impossibile passare con leggerezza da una sponda all’altra, viceversa Bertolacci e Saponara sono due professionisti ai quali il colore della maglia da indossare probabilmente frega meno di zero ed è giusto che sia così visto che non stiamo di certo parlando di due giocatori bandiera…

  5. Caro Solodoria, mi dispiace ma devo dirti che ha ragione EL CABEZON in quanto per innamorarsi di una maglia, ,di una squadra, di una società bisogna viverle per un bel pò di anni. Nel caso di questi ultimi due si tratta di giocatori che vanno nella direzione di chi li desidera e li paga. In una parola sono professionisti. Non chiamarli infami. Non è giusto. Specialmente chi gioca in una squadra per sei mesi….e neanche tutte le partite.

    P.S. Per El cabezon. Non conosco la tua età e dunque perchè usi questo soprannome. Ai miei tempi EL CABEZON era il grandissimo Omar Enrique Sivori. E’ per lo stesso motivo? (Anche se Sivori non ha mai giocato nella Samp)

    • Ciao Roberto,
      nel mio nick non c’è nessun riferimento a Omar Sivori, ho saputo dopo che era il suo soprannome altrimenti probabilmente non lo avrei mai utilizzato visto che, come dici giustamente tu, non ha alcun legame con la SAMPDORIA…
      Siccome quando ho iniziato a navigare e a scrivere sui forum blucerchiati ( ti parlo dei primi anni duemila ) avevo coniato un nick abbastanza simile, ecco che quando quello spazio ha cessato di esistere ho così deciso di fare lo stesso col nick modificandolo un pò, in maniera del tutto spontanea senza pensarci troppo su, tutto qui :-)))

  6. Mettiamola cosi’ allora: i calciatori son tutti professionisti o mercenari e van da chi li paga…motivo per cui a me generalmente dei calciatori frega meno di zero, pur avendo militato quindici anni negli ultras non mi e’ mai interessato conoscere neanche i protagonisti dello scudetto anche se molti di loro erano persone di ben altra pasta di quelli che oggi vestono la nostra maglia…avevo scritto mesi fa saponara infame e non cambio giudizio solo perche’ bertolacci ha fatto lo stesso percorso, con l’ aggravante per saponara di aver militato da noi giusto l’ anno scorso…a me i montella, i carparelli e gli scanziani non sono mai andati giu’, poi capisco che siano professionisti ma personalmente non mi adeguo

  7. Basta parlare di quel guitto da baraccone, più ne parliamo più lui è contento. Bisogna contestarlo e ignorarlo, sperando nella legge e nelle banche……..

  8. Ancora una parola per Solodoria. Non è che io voglia difendere a tutti i costi Saponara e Bertolacci ma mi sembrano veramente due casi molto marginali e non attaccabili per i motivi che ho già spiegato. Viceversa per il vissuto blucerchiato e per la foto che lo immortala con la prima Coppa Italia, la vicenda di Scanziani è molto diversa. A differenza degli altri è uno che, volente o nolente, rimane nella storia doriana e la sua giravolta anche a me non è piaciuta.

  9. PassavoPerCaso -

    Perche’ prendere in giro una persona per il collore della pelle e’ un atto ignobile, che pretende faccine indignate, partite fermate, daspo, condanne unanimi, vesti stracciate…
    ma poi si puo’ tranuqillamente prendere in giro una persona per la sua altezza, chiamandolo “nano” che e’ l’equivalente di negxo per un nero?

    Non e’ un atto altrettanto viscido, se non di piu’?

    E con questo non e’ che vi sto dando dei viscidi eh.
    A scanso di equivoci, sono 1.80, ne’ “nano” ne’ gigante.

    • Per la prima volta, credo, sono in disaccordo con te. Lo spirito goliardico del blog mi sembra più che evidente, come il gioco di parole (più o meno simpatico, a seconda dei gusti). Credo, senza voler fare l’avvocato di nessuno, che l’intento fosse quello di enfatizzare la “mens nana” e non certamente una discriminazione per l’altezza!

  10. PassavoPerCaso -

    Ciao Solo e Roberto mi riallaccio al vostro discorso.
    Alla fine il tifoso e’ di base irrazionale. Oserei dire che e’ la sua stessa essenza: non e’ razionale giorie o soffrire per dei successi altrui. E’ questa irrazionalita’ si scontra con la razionalita’ economica degli attori del pallone.
    Noi non cambieremmo mai squadra per “vantaggio” ma vediamo giocatori, allenatori e presidenti farlo. Alla fine temo che molte delle dissonanze tra tifo e mondo istituzionale del pallone si basino su questa differenza di prospettiva: sentimentale e irrazionale per il tifoso, vs razionale calcolatrice per i professionisti.

    • il rispetto uno se lo deve guadagnare ma evidentemente per te è un concetto assai astratto !
      oppure tu saresti educato con uno che ti manca di rispetto da sei anni ?
      io mi chiedo se ci sei o lo fai ?

    • Ora ti riconosco… Vai a sapere che, dandoti contro, gli astri si confonderanno e ci faranno rubare una partita a Bologna!

  11. il rispetto uno se lo deve guadagnare ma evidentemente per te è un concetto assai astratto !
    oppure tu saresti educato con uno che ti manca di rispetto da sei anni ?
    io mi chiedo se ci sei o lo fai ?

    • PassavoPerCaso -

      Il rispetto lo danno le persone educate, a prescindere.
      E il mio era un ragionamento generale: perche’ insultare uno per la taglia dovrebbe essere meglio che insultarlo per il colore della pelle? Sono entrambe caratteristiche genetiche, tra l’altro.

      • la cattiveria,la ignoranza e la irriconoscenza sono tutte cose scritte nel codice genetico di una persona , il colore e la statura anche ma non sono certo il problema ,dunque ?

        • PassavoPerCaso -

          La cattiveria e’ una scelta, “la ignoranza” un effetto di scelte personali (e.g., la volonta’ o meno di studiare la grammatica) non certo genetica. La statura e il colore della pelle, invece, ci si puo’ far poco.

          Dico che se avessimo avuto un presidente di colore, e il blog avesse titolato “roba da nexri” sarebbe venuto giu’ il mondo.

          Poi, come correttemente rileva Pitta, puo’ che il sito volesse essere goliardico e attaccare piu la mente che il corpo.

  12. In astratto capisco il tuo ragionamento, chi come me non lo sopporta umanamente per tutto quanto ha detto sulla samp e sui suoi tifosi potrebbe definirlo un lurido verme schifoso, non so se la sostanza cambierebbe molto, comunque smettiamola di parlare di lui e cerchiamo di salvarci…le contestazioni verbali tra l’altro sono inutili e fanno solo il suo gioco, chi non lo sopporta e se la sente dovrebbe passare al piano b con tutte le conseguenze del caso, avendo 53 anni e avendone passate di cotte e di crude per la samp negli anni ottanta vigliaccamente mi tiro fuori ma ricordo che gandhi ha avuto ragione solo una volta

  13. Fossi un calciatore mi impegnerei al massimo per la squadra che mi paga lo stipendio. Stop.

    A fronte di una carriera che finisce a una età nella quale alcuni non hanno neanche iniziato a lavorare, non andrei a rinunciare a 100.000 euro in più (e mi sono tenuto basso) perché alcuni tifosi, ipocritamente, fanno intendere che loro invece vi rinuncerebbero.

    Ovvio che se Mancini fosse passato ad allenarsi a Pegli non sarei riuscito a fare spallucce, ma parlo di Mancini….

  14. Infatti puggioni ben si e’guardato dal giocare per le merde…se mi dici che i calciatori son praticamente tutti mercenari per dirla schietta o professionisti per esulcorarla e’un altro discorso ma non parlare di jpocrisia per chi e’ tifoso vero se poi lo e’ come emilio fede che da gobbo era diventato milanista per compiacere lo psiconano allora non parliamo di tifosi

  15. Non so cosa dirti. Ora parli di Puggioni ma hai definito infami Saponara e Bertolacci, che per me sono solo due persone che fanno il proprio lavoro.
    Tu mi chiedi se io giocherei mai nel Genoa, ma io vedo ingenuità nel tifoso che pensa che i giocatori debbano essere dei tifosi come lui. Ma fare il tifoso é un mestiere come il calciatore? Devono essere professionisti.

  16. Tu hai definito ipocriti i tifosi dicendo che per centomila euro in piu’ giocherebbero nel genoa…il proprio lavoro si puo’ fare in decine di squadre per cui confermo il marchio di infamia ancor piu’ per saponara che a passareda samp a cenua ci ha messo un secondo e non anni come bertolacci

Lascia un commento

Powered by themekiller.com