MENO MALE E’ FINITO IL SUPPLIZIO. SOLO PARI COL PARMA

6

Il supplizio è finito. Le ultime giornate sono state una via crucis, mancava solo l’aceto.
Squadra senza idee, non vinciamo manco coi derelitti del Parma.
Lacune tecniche patologiche e una squadra messa in campo in modo pessimo.
Non ce ne voglia Sinisa, gli vogliamo sempre bene. Ma per fortuna che cambiamo aria. Ci vuole aria nuova alla Sampdoria.
Attacco affidato al caos puro, zero inserimenti, mai un cross manco per errore. Non allarghiamo mai il gioco, attacchiamo anche stasera solo per vie centrali, dove si crea una poltiglia di mezzi giocatori, tutti schiacciati. Un gioco troglodita.
Primo tempo disastroso, ci salva un miracolo di Viviano e una traversa di Mauri al 30′.
Ripresa entra Correa e dà un po’ di vivacità all’azione.
E andiamo subito in vantaggio: 48′: cross di Duncan dalla destra e colpo d’orecchio di Romagnoli che si insacca lemme lemme.
Possiamo segnare solo con i difensori, perché gli attaccanti non segnano mai.
La partita dovrebbe essere chiusa.
Macchè: un lancio dalle retrovie trova la nostra difesa a farfalle, Palladino difende bene il pallone e batte Viviano con un pallonetto. 1-1 al 74′, tutto da rifare. Nel frattempo l’Inter vince e iniziano le preoccupazioni.
Segniamo ancora su un flipper in area: corner di Duncan, colpo di testa di Correa, palla sulla traversa, contro cross di Romagnoli, Eto’ cicca la palla, arriva il piattone di De Silvestri per il 2-1 al 78′.
Partita chiusa? Giammai.
Botta da fuori di Varela sugli sviluppi di un corner e palla nell’angolo alla destra di Viviano, 2-2 all’87’.
Da qui in avanti facciamo una melina d’altri tempi, narcotizziamo il gioco col Parma che non pressa.
E l’arbitro (forse per pietà) manda tutti negli spogliatoi dopo nemmeno tre minuti di recupero.
Finisce il campionato, girone di ritorno pessimo, ma il settimo posto è conquistato. Se andiamo in Europa, come probabile, abbiamo bisogno di più tecnica e ben’ altra filosofia di gioco, altrimenti facciamo delle figure ridicole.
Ora vedremo chi è il nuovo allenatore.
Grazie Sinisa, ora serve aria nuova per questa Sampdoria.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

6 commenti

  1. Tuti i nomi sono buoni tranne Zenga, da due anni a Dubai, collezionista di esoneri e rescissioni di contratto. Una scelta piu’ che azzardata, un altro Ferrara.

  2. Mamma mia che finale di stagione da paura!
    Due sole vittorie in casa nel girone di ritorno, mi sa che nessuno ha fatto peggio di noi!
    Voglio archiviare il campionato in maniera soddisfacente visto il settimo posto in classifica ma quanta fatica mettere una pietra sopra a questi ultimi due sciagurati mesi….

  3. Che dire………..per come si era messa la stagione (sempre nei primi posti),pensavo tranquillamente ad un 4/5 posto……..purtroppo il finale di stagione, i troppi pareggi (dopo juve e roma siamo la squadra che ha perso meno,ma la seconda che ha pareggiato di più)e non dimentichiamo l’infortunio di Eder ci hanno impedito di arrivare più sù visto che Fiorentina e Napoli erano alla portata come hanno dimostrato.Cmq campionato da 8 in pagella e se il Genoa non và in Europa è giusto che ci andiamo noi……A inizio stagione ci avrei messo la firma…Cmq sempre FORZA SAMPDORIA

  4. Le ultime prestazioni come sempre influenzano il giudizio su una intera stagione. Se gli stessi punti li avessimo fatti in rimonta, invece che in regresso? É stato un bel campionato, di cui esser soddisfatti.

Lascia un commento

Powered by themekiller.com