MAGICO MURIEL DEVASTANTE: SAMPDORIA A PUNTEGGIO PIENO

10

Luis Muriel devastante, spacca la partita con una serie di colpi da campione. E’ di gran lunga il più forte dei 22 giocatori in campo ed è lui a fare la differenza, a regalarci altri tre punti da mettere in cascina.

La partita è dura, agevolata dall’espulsione dubbia di Cardona al 41′ del primo tempo per fallo su Linetty. L’episodio condiziona la partita: l’Atalanta perde la spigliatezza dei primi minuti e diventa ancora più rognosa, ispirata forse dalle rugne di Gasperini, sull’orlo di un pianto a cascata del Niagara dopo l’espulsione del suo irruente centrocampista.
Nei primi minuti, onestamente, vediamo poca Sampdoria. La superiorità a centrocampo dell’Atalanta, che si presenta a Marassi con un 3-5-2, consente agli orobici di mantenere maggiormente il possesso del pallone, concretizzando il giro palla con un paio di occasioni capitate sui piedi di Gomez e gettate al vento dall’attaccante.
Al 26′ su una punizione dal lato destro del Papu, Quagliarella non riesce a liberare e rinvia debolmente in area sui piedi di Kessie, che con un destro secco batte Viviano: 0-1.

La nostra reazione, da quel momento,  ha un nome e un cognome: Luis Muriel.

Il colombiano elargisce giocate spettacolari: al 31′ punta Raimondi sull’angolo sinistro dell’area orobica. Il difensore se la fa sotto vedendo arrivare Muriel travestito da Fenomeno e gli concede quel metro di spazio sufficiente per un destro a giro che, più che altro, è un colpo da biliardo: la palla si stampa pienamente sul palo con Sportiello esanime.

Due minuti dopo è ancora Muriel a scippare il pallone a Raimondi aggredendolo con forza belluina. Luis avanza e sterza sulla sua destra, facendosi stendere dall’esausto e malcapitato difensore avversario in piena area. Calcio di rigore. 
Dal dischetto si presenta Quagliarella, che realizza con freddezza spiazzando Sportiello: 1-1 al 34′.
Al 41′, come detto, arriva l’espulsione di Carmona per un fallo a centrocampo sul buon Linetty: secondo giallo dubbio, il centrocampista tocca prima il pallone e dopo il giocatore. Ma è anche vero che l’Atalanta ha avuto una condotta di gara molto aggressiva, falli ripetuti e mezza squadra ammonita al 90°. E’ probabile che l’arbitro abbia punito nel primo tempo i continui interventi fallosi di una compagine guidata da un allenatore portatore di rogna.

Il vantaggio blucerchiato arriva così  due minuti dopo.

La cavalcata ennesima di Muriel trova l’apoteosi in un traversone al bacio dalla tre quarti per la testa, udite udite, di Barreto, rifiorito a nuova vita con l’arrivo di Giampaolo.
Il paraguaiano, solo in area, gira di testa il pallone verso la porta e batte l’impreparato Sportiello, che smanaccia nella propria porta: 2-1 alla fine del primo tempo e superiorità numerica, gli episodi girano bene.

Nella ripresa il ritmo cala notevolmente. In parte è la stanchezza di inizio stagione. In parte è perché l’Atalanta arretra il baricentro per paura di un’imbarcata. Ma il terzo motivo è anche perché, escluso Muriel, abbiamo giocatori poco incisivi davanti.
Portiamo comunque a casa i 3 punti che ci collocano in testa alla classifica in data 28 agosto.
Ottima la prova di Linetty, del solito Torreira e questa sera anche di Barreto.
Poche sbavature in difesa. Muriel è stato devastante, Quagliarella non trascendentale.
Ricky Alvarez, per parafrasare Italo Calvino, è il nostro giocatore inesistente.
Al 60′ Mister Giampaolo leva Ricky per inserire Praet. Speriamo l’abbia levato per sempre.

Due partite e due vittorie, di più non potevamo chiedere. Ora chiudiamo in bellezza questo mercato pazzo, prendendo almeno un valido rinforzo in difesa. Ferrero, tocca a te!

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

10 commenti

  1. Modernist359 -

    Ho visto una buona Sampdoria e vittoria meritata. Però c’è da lavorare ancora molto: troppo pochi i tiri in porta e nel secondo tempo ho rivisto ancora troppi retropassaggi; ha funzionato comunque bene per me il pressing di Torreira e Barreto.

  2. Prendiamo altri 3 punti, nel secondo tempo quando dovevamo chiudere la partita siamo calati e bene che loro non sono riusciti a trovare incisività davanti.
    Nel complesso una discreta Samp contro un Atalanta che se è quella vista oggi rischia a mio parere, il loro Black (il 19 x capirci) mi ha veramente impressionato.
    Ho visto bene anche Linetty, Praet ha fatto vedere già qualche numero, ora manca un difensore buono, ahoooo Viperetta caccia la lira…..

  3. Grande Muriel e grazie a chi per averlo ha fatto il più grande investimento nella storia dalla Samp volendolo a tutti i costi fino a blindarlo per alcuni giorni all’Astor di Nervi per chiudere una trattativa molto complicata…erano ancora i primi passi della programmazione di una dirigenza che sta lavorando al meglio per una Samp all’altezza delle nostre aspettative…e ora a quasi due anni di distanza è sempre più raffinata…ne riparleremo 😉

  4. I tre del centrocampo sono stato tutti ben oltre la sufficienza, ma nel primo tempo stavamo perdendo la partita proprio a centrocampo, come mai? perché contro chi gioca a 5, tu sei in inferiorità numerica, d’accordo, ma se questa inferiorità la compensi con il lavoro del trequartista sei a posto o quasi. purtroppo il nostro trequartista gioca al ritmo del calcio argentino (slow motion e marcature allrgre), e visto e considerato che ormai ha alle spalle. diversi campionati in Europa e quasi 30 anni, credo nn ci siano più speranze

  5. antonio schellino -

    Alla seconda di campionato dimostrare una grande personalità non è facile. Soprattutto quando si hanno parecchi nuovi in fase di amalgama con ch è restato. Ora sarebbe bene che tutti quegli enormi cervelli ( purtroppo esistono anche da noi) che non capiscono una mazza di calcio ma parlano straparlano e creano solo guai ) la piantassero già oggi di dividere la società la squadra i tecnici in buoni e cattivi. Già leggo di quello meglio di questo o viceversa. Non è nostro compito quello di dare giudizi tecnici a meno che non si abbia davvero la capacità dimostrata di poterlo fare. Parliamo dei colori più belli del mondo , dell’entusiasmo che sanno dare i ragazzi che indossano la nostra maglia, di calore del pubblico e d’ora in poi lasciamo che sia Giampaolo a fare il suo mestiere come Ferrero , Osti e Pecini a fare il loro… Noi andiamo in ogni dove a sostenere questi ragazzi che stanno dimostrando di avere cuore e palle per la nostra Sampdoria. Grinta ed entusiasmo…e sarnno solo sorrisi…

  6. Meglio con l’Empoli… Nel secondo tempo il pareggio dell’Atalanta a un certo punto era quasi nell’aria.
    Peró che spettacolo eccitante tutta questa novità, sia come tecnico, sia come giocatori da scoprire, e che per ora stanno dando segnali positivi.
    Muriel notevole, forse finalmente é l’anno buono, speriamo.

  7. Grandissimo Muriel. Grandi Linetty e Torreira. Il sosia di Barreto ottimo, quello dello scorso anno chi era? Grande Giampaolo

  8. Per una volta devo dissentire su Alvarez…a me è piaciuto molto, e anzi, dopo la sua uscita abbiamo praticamente smesso di essere pericolosi…se non giusto nel recupero…a me non piace come giocatore, però almeno quando fa il suo, bisogna concederglielo…

  9. massimo monte -

    Mi sembra che Alvarez il primo tempo sia stato uno dei migliori, anzi abbiamo cominciato a soffrire (per la verità molto poco) quando è uscito. Certo che i trequartisti che sono entrati dopo non è che abbiano brillato particolarmente. Spero che come al solito non ci scagliamo contro un giocatore solo per partito preso. Chi indossa questa maglia va aiutato sempre…. avanti Sampdoria

  10. Non sono d’accordo con le critiche ad Alvarez, ha il suo perché. Sicuramente Praet non ha fatto meglio (e Schick avrebbe fatto addirittura cagare, ora come ora…)

Lascia un commento

Powered by themekiller.com