L’INTER VINCE DI MISURA. SAMP LENTA E SLEGATA

45

Il gol decisivo dell’Inter arriva all’ ’81: palla messa fuori al limite dell’area: Nainggolan colpisce di prima intenzione e insacca sul primo palo con Audero sorpreso.
Finisce 2-1 la partita di Milano, comunque giocata ad armi pari, ma sono innumerevoli gli errori della Sampdoria: aver perso di misura con l’Inter non deve essere fumo negli occhi. Siamo stati per tutto il corso della partita slegati fra i reparti, per giunta contro un’inter che attraversa un periodo di evidente difficoltà.
Giunti a questo punto sarebbe forse il caso di far rifiatare Ekdal e inserire Ronaldo Vieira, che dà corsa e dinamismo.
Le reti: al 63′ arriva il gol nerazzurro: sul cross di Perisic ecco la rete in spaccata di D’Ambrosio. Poi il pareggio di Manolo Gabbiadini, sinistro perfetto nell’angolo.

Quindi, a 12 minuti dal termine, la rete decisiva di Naingolan: angolo per l’ Inter, palla respinta al limite dell’area, il belga colpisce di prima intenzione e insacca sul primo palo con Audero nettamente sorpreso.

Finisce così 2-1 per l’Inter

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

45 commenti

  1. Campionato finito presto…ora non sbracare,restar sopra alla merde e non perdere il derby…almeno questo credo si possa chiedere a dei professionisti o presunti tali

  2. Chi si accontenta gode…il sottoscritto non è della stessa idea per me possono andare a cagare tutti società giocatori e tifosi senza palle ma l’importante è vincere il derby vero? Provinciali dalla testa ai piedi

    • Veramente io addirittura ho scritto non perdere il derby…ovviamente fosse per me vincerei la champions tutti gli anni

  3. Partendo dal fatto che la partita con il Frosinone era da stravincere, con l Inter non ho ricordo a memoria di aver vinto (negli ultimi 3/4 anni almeno) quindi non sono né incazzato ne amareggiato.
    Analizzando la partita posso solo dire che se non segna Quagliarella siamo messi male in quanto Defrel non segna da 15 partite ormai
    Serve uno che sia una mano non possiamo solo contare su di lui, ormai campionato finito cerchiamo di fare ancora qualche punto e vinciamo il derby. Game Over

  4. proprietari fantasma che si nascondono dietro una pseudo società di incompetenti senza nessun programma che la cosa che sanno fare meglio è guadagnare soldi a costa della samp , senza uno straccio di programma ( e questo spiega i nostri gironi di ritorno da anguscia ) iniziando la storia della moneta e del cammello tanto più presto che si possa e un allenatore prevedibile nel gioco e nei risultati con un tifo che sembra rassegnato in quanto pensa che questa sia la nostra dimensione , criticando aspramente un giornalista che finalmente si decide a fare un po di critica cosa doverosa visto la stampa lecchina che ci troviamo a genova, che dire davvero tutto fantastico !

  5. È un po’ che non scrivo qua ma oggi lo faccio perché sono davvero deluso e amareggiato. Vado controcorrente, mi fa arrabbiare di più la prova di oggi che quella contro il frosinone. Perché un passo falso, seppur contro una squadretta come il frosinone, può starci. Può succedere. Oggi invece sarebbe stato doveroso mostrare gli attributi e reagire alle critiche e alla brutta figura di domenica. I giocatori avrebbero dovuto avere il fuoco dentro per far vedere che non sono quelli di domenica! e invece? personalmente ho visto una squadra dall’elettrocardiogramma piatto! Secondo me ho avuto più battiti io sulla sedia di questa manica di ballerine. Forse pochi se ne sono accorti ma abbiamo giocato contro un’inter davvero ai minimi termini, senza icardi hanno un potenziale offensivo modesto e con i mille casini che hanno avuto sarebbe stato facile metterli in difficoltà. Invece hanno trovato un tappetino rosso. Anzi, blucerchiato. Spero che ci riprenderemo ma al momento la vedo grigia.

  6. Oggi si sono visti tutti i limiti di questa squadra, dovuti in parte ai giocatori e in parte all’allenatore.
    linetty e Praet sono giocatori da compitino…solo raramente hanno qualche giocata..ma per l’europa League ci vuole di più, sia fisicamente che tecnicamente.
    Berezinsky è forte solo sulla velocità lanciata…ma nell’uno Contro uno anche stasera si è rivelato debole…in più manca completamente nella capacità di impostazione. Dico una cosa forte ma quando abbiamo vinto ultimamente c’era Sala e la corsia destra nella fase offensiva funzionava meglio.
    Veniamo al mister: stasera ha tardato molto nei cambi; l’inter Nel secondo tempo ci ha preso a pallonate e si vedeva che non eravamo più brillanti…i cambi andavano fatti prima.
    Infine È evidente che abbiamo un problema sui calci d’angolo siA in fase offensiva che in fase difensiva. Possibile che gli altri riescano sempre a rendersi pericoloso mentre noi non riusciamo mai?? È così da 4 anni…

  7. Partita da ‘film già visto’. Al gol di gabbia esulto, ma in cuor mio so che finisce male. Nn tiriamo mai in porta. Nn cambiamo mai tattica a partita in corso. Praet mezzala mi ha rotto i coglioni. Proviamo a chiudere almeno all’ottavo posto per entrare ai quarti di coppa Italia, a nn perdere il derby e a nn fare brutte figure come contro il Frosinone please! Amareggiato.

  8. Ho visto solo il secondo tempo. Partita impostata per gestire (ma è dura se ti punta perisic o se il tanto decantato tonelli resta 2 metri in dietro rispetto la linea difensiva che sale). Poi confermo quello che in tanti abbiamo già detto. Società, mister e giocatori da decimo posto (che con prestazioni sopra la media, sognano il settimo e, sotto la media, finiscono dodicesimi)….. Unico rimpianto? È finito troppo presto il sogno di fare una bella trasferta a fine campionato!!

    • Ciao Pitta, nel complesso Tonelli ha fatto un discreta partita, sul gol di naiggolan se sale di un metro (manco 2!) mette Skriniar in fuorigioco e annullano il gol e vero, ma il nostro peccato originale è che non segnamo mai. Nel primo tempo ci sono stati due cross rasoterra (bellissimi) che hanno tagliato tutta l’area, ma non c’era nessuno! Ne la punta ne un centrocampista in inserimento. Ti chiedo una cosa, ma se le due mezzali non si inseriscono e non segnano mai (inredibilmente lo fa piu’ linetty del tanto inneggiato Praet),non è troppo limitata la sola soluzione Quaglia? Spento lui, fine dei giochi. Possibile che il mister non riesca a risolvere questo problema che nelle ultime 4 partite è così evidente? Mancano gli uomini? Mancano le soluzioni tattiche?

  9. Luca (quello che stava in Brasile) -

    Andando parzialmente controcorrente, dico che ieri ho visto una bella partita della Samp, in cui ha tenuto botta e si é presentata più volte davanti alla porta avversaria.
    Note positive Defrel (incredibile), Murru e uno straripante Tonelli.
    Gabbiadini entrato alla grande.
    Fine delle cose buone.

    Cose cattive:
    Audero ogni volta che deve fare un rinvio bisogna farsi il segno della croce…
    Difesa che giochicchia con passaggi da brivido davanti alla nostra porta con avversari che pullulano intorno: se ci fosse stata un’Atalanta anziché questa Inter allo sbando, ce ne facevano 3-4. Surreale.
    Praet inguardabile e inutile.
    Quagliarella spento, e come sempre quando si spegne lui si spegne la Samp, a dimostrazione della pochezza tecnico-tattica della squadra.
    Saponara ha guizzi e intuizioni vincenti (l’unico insieme a Quagliarella) ma insiste troppo nel tentare la penetrazione da solo.
    Non sappiamo tirare! Ma cazzo, possibile che in allenamento non passino mezzora al giorno provare i tiri?

    Insomma, come gioco non mi é dispiaciuta la squadra, ma sono comunque e sempre evidenti i peccati originali del gioco di GP, prevedibile, a imbuto, niente fasce, troppi passaggi indietro e in orizzontale, un solo giocatore a cercare di saltare l’uomo.

    Siamo, COME AMPIAMENTE PREVISTO, al decimo posto, solo che quest’anno con 3 mesi di anticipo sull’esito dello scorso campionato. Nulla di nuovo sul fronte occidentale..

    • Luca condivido totalmente il tuo intervento, anche nei particolari. Oggi non abbiamo visto una brutta Sampdoria ma…..
      Dolorosissimo poi, giocare con tutte queste..riserve assenti. Barreto e Ramirez sarebbero serviti.

    • PassavoPerCaso -

      impressionante. Al di la’ della spanna d’ottimismo che ci divide sempre questa volta abbiamo visto la stessa partita :).

      A presto.

      • luca (quello che stava in Brasile) -

        mio caro PPC, non sai quanto preferirei continuare a “litigare” con te, stando 3-4 posizioni più su in classifica..

        Ci attende un trittico che potremmo definire decisivo tra i soliti 2 scenari: colpo di reni e attributi per lottare sino alla fine per un piazzamento europeo (aldilà della volontà della società), oppure lo sbracamento generale e il si salvi chi può pre-mercato estivo.

        Indovina quale credo che si avvererà ?

        P.S.:
        ha fatto piacere anche a me notare la convergenza

  10. La squadra a parer mio, con tutte le sue lacune e limiti se l’è giocata ad armi pari e un punticino l’avrebbe ampiamente meritato…
    Non ho particolari appunti da fare a questo o quell’altro, ripeterei concetti che dibattiamo su queste pagine da anni per cui, pur con amarezza, accetto il risultato prendendo atto CHE SIAMO QUESTI!
    Salvo strisce positive al momento difficilmente immaginabili il nostro campionato per ciò che riguarda traguardi prestigiosi credo possa dirsi concluso, ora è importante non sbracare e finire in maniera decorosa cercando di toglierci qualche soddisfazione qua e là…

  11. Sono d’accordo con Luca, anche se non colpevolizzo GP, che personalmente ritengo un valore aggiunto, nè traggo conclusioni affrettate sul campionato.
    Alcune mie note sulla partita di ieri:
    – non si vuole fare le vittime, ma l’arbitraggio – come SEMPRE a Milano – è stato quantomeno discutibile: prima dell’ammonizione di Linetty la palla era uscita dal campo di mezzo metro (come fa il guardalinee a non vedere??), concessi almeno 2 corner all’inter che non c’erano, fallo netto su Ekdal prima del gol di Naingolan… dettagli, ma che aiutano a vincere le partite
    – il centrocampo, tolto Ekdal che fa sempre il suo, è in palese sofferenza: linetty non pervenuto, Praet fa incazzare perché potrebbe spaccare le partite invece fa il compitino, Saponara ieri si è divorato 2 occasioni da dentro l’area con la porta spalancata, prima tiro strozzato debole poi rimpallo sul difensore
    – poca cattiveria in attacco, non vedo quella determinazione a cercare il gol, pochi tiri da fuori area
    – ottimo Defrel (ma purtroppo non tira mai e per un attaccante non è difetto da poco), buona la difesa tolto Bereszynski che da quando è rientrato è inguardabile

    In definitiva, c’è andata male ma la squadra mi è piaciuta. Certo fanno rabbia le 3 sconfitte consecutive, ma se l’ambiente non si deprime (tifosi inclusi) c’è tutto il tempo per recuperare. Anche le altre inciamperanno e bisogna essere pronti ad approfittarne.

  12. Scrivo , soprattutto per auto consolarmi, che nelle ultime partite siamo passati dal quinto al decimo posto giocando però in trasferta contro Juve, Fiorentina, Napoli, Inter, fra queste rigiocheremo solo con la Juve all’ultima in casa che avrà gia stravinto lo scudetto, tutto questo per dire che se non perdiamo la testa un posto per il piazzamento Uefa lo possiamo ancora raggiungere, pesano solo i tre punti persi con il zFrosinone, le altre sconfitte ci stanno e anche il pareggio coi viola, ieri comunque la squadra nel suo complesso mi è piaciuta, possiamo giocare solo così, tentando di vincere, altre pissibilita Gp non le prevede

  13. oggi mi sento paradossalmente meno amareggiato del solito in caso di sconfitta. Mi sono disilluso. Non abbiamo giocato male. La squadra, il campionato sono programmati per una stabile permenenza in A e niente di più. Triste? Si e no.

    Rammarico….un Inter in condizioni così era da battere o almeno da portare via un punto.

  14. PassavoPerCaso -

    Purtroppo il lavoro inizia a farsi sentire e scrivo prima di leggere i commenti degli altri (no time per le pagelle oggi), ma subito dopo aver letto l’articolo.
    Non condivido per nulla. Abbiamo giocato una buona partita in cui gli episodi sono contati moltissimo.

    – Capitolo Tiri.
    Samp: 3 volte dentro l’area 3 da fuori.
    Inter: 1 tir da dentro l’area 3 da fuori (di cui uno da distanza siderale) e 2 mischie.

    La differenza l’ha fatta: il miracolo di Handanovic su Defrel (non pareggiato da una parata di Audero su Naingolan) e le due sparate di Saponara (una da un metro della porta in rimessa dla fondo. Per chi se lo ricorda, sembra l’erroroe che fece Correa, sotto Zenga, proprio contro l’Inter.

    Se giochi con l’Inter a Milano e il loro portiere gioca meglio del tuo è difficile vincere. E non è una critica a Audero, ma Ieri Handanovic era da 7.5.

    – Difesa: Tonelli eccezionale un primo tempo fantastico, ottimo Murru Beres un po’ meno del solito.
    – Centrocampo: Ekdal uber alles. Linetty condizionato. Praet assente ingiustificato.
    – Attacco: Deffrel ha giocato molto bene ma quanto pesa essersi fatto parare da Handanovic quel tiro.

    – Arbitro. Ammonizione a Linetty inventata, due angoli invertiti, Lautaro che puo’ insultare e provocare, Naingolan che entra con piede a martello (nemmeno ammonito), D’Ambrosio che con chiara occasione da goal viene solo ammonito (correggetemi se hanno cambiato la regola, ma una volta era espulzione diretta). Trattuenuta e fallo su Ekdal prima del loro secondo goal.

    Io ai ragazzi dico bravi. di negativo ho visto solo il classico arbitraggio pro-grandi e il risultato finale.

  15. Paragonare l’errore di Saponara a quello di Correa mi sembra alquanto forzato…
    El Tucu sbagliò un gol letteralmente a porta vuota, Saponara poteva forse fare meglio ma era in posizione defilata e comunque con Handanovic tra i pali!
    Anche a me l’arbitro non è piaciuto granchè, però l’ammonizione a Linetty è più che giusta ( piuttosto qualche secondo prima la palla era uscita ed era rimessa laterale per noi ma il guardalinee non se n’è accorto…) così come giusto il cartellino giallo a D’Ambrosio, non si può parlare di chiara occasione da gol…
    Ho letto che anche Giampaolo si è lamentato per un fallo su Ekdal prima del gol ma l’episodio mi è sfuggito, dovrei rivederlo…

  16. PassavoPerCaso -

    Ciao Cabezon.

    Saponara vs Correa: hai ragione ovviamente. Era piu’ per sdrammatizzare che altro: come ben sappiamo io te e Defrel Handanovic tra i pali non e’ un dettaglio.

    Arbitro: quello che dici su Linetty e’ esattamente quello che volevo dire io. Sono stato criptico.

    Ekdal subisce sempre un numero imprecisato di falli non visti dagli arbitri. Sta diventando una fastidiosa abitudine.

    PPC

  17. Riferendomi hai vostri giudizi e alle impressioni che ho avuto davanti al televisore, direi che la prestazione di Defrel è stata molto buona con un problema, io non ho visto un centravanti ma un laterale da 4-4-2 o tutalpiù da 4-2-3-1 portato forse più al contenimento che all’offesa. Veloce ed impegnato ma non attacante centrale o seconda punta.

    • luca (quello che stava in Brasile) -

      Non tiriamo mai!
      Anzi, sembra quasi che chi tira senza aver aspettato di essere a 3 metri dal aporta, o il 24º passaggio, venga in qualche modo ostracizzato dall’allenatore.
      Sarebbe sin troppo facile citare i casi di Zapata e Kownacki, due che magari sbagliavano il tiro, ma ci provavano comunque, e la fine loro toccata.
      Lo stesso si potrebbe dire anche di Muriel, che pure centravanti non era.
      Unica eccezione (e speranza nostra) è Gabbiadini, uno che la lecca di sinistro la sgancerebbe sempre, ma che verrà regolarmente snaturato nel suo gioco naturale, ovvero quello di ala rientrante.

      Nel ruolo da attaccante “tramp” che tanto piace a GP, credo anche io che la partita di Defrel di ieri sia stata pressoché perfetta agli occhi del mister, ed anche la maggior parte di noi ne ha apprezzato quantità e qualità, ma alla fine… chi tira???

  18. Dopo quasi 3 anni di GP, forse è il momento di fare qualche considerazione.
    1) Anche quest’anno, forse, ancora 10° posto. Con onesti allenatori (Novellino, Mazzarri, Del Neri, Miha) in Europa ci siamo andati, non avevamo rose fortissime e c’erano pure allora Juve, Milan Inter Roma Lazio Fiorentina, ecc…
    2) GP rappresenta un ossimoro: è decantato come Professore per la sua bravura nell’organizzare la difesa e la squadra in genere e prende una caterva di goal.
    3) Inoltre: I calciatori battono male i corner e le rimesse laterali. Non sfruttano quasi mai un contropiede, perché si passa sempre la palla al compagno dietro. Audero e i suoi colleghi di difesa rischiano sempre troppo con passaggetti suicidi in area. Gli attacchi sono spesso sterili e mancano quasi totalmente i tiri da fuori e gli inserimenti dei centrocampisti. Conseguenza: un gioco stucchevole e noioso se condotto a ritmi bassi; buono se condotto a ritmi alti, che però non sono la norma, ma l’eccezione.
    4) Ergo, io tutta questa organizzazione non la vedo.
    5) Altra considerazione: abbiamo 2 “esteti” in Società: Sabatini e GP; ma a loro si chiedono risultati e plusvalenze, ma spesso si perdono entrambi in colte e gustose disquisizioni da affabulatori, che però lasciano il tempo che trovano.
    6) GP è un’ottima e seria persona e un “discreto” allenatore, niente di più e quindi ottiene risultati “discreti”
    7) Magari si peggiora, però a questo punto sarebbe opportuno pensare anche ad un nuovo allenatore

    • Concordo su tutto e aggiungo…gente come Jankto e praet che dovevano essere i centrocampisti che ci avrebbero portato in dote qualche goal, non segnano e anzi giocano male, perchè mal si adattano agli schemi…ops scusate, all’unico schema di Giampaolo?

    • Caro sarchiapone, ti faccio notare che gli allenatori che hai citato avevano una squadra che ogni anno veniva integrata, non SMANTELLATA, come accade purtroppo adesso… Senza contare che Mazzarri ha avuto gente come Cassano in squadra, DelNeri pure Pazzini e Sinisa è arrivato in Europa perché i cugini non avevano la licenza UEFA.
      Inoltre negli ultimi 2-3 anni il campionato si è livellato (verso il basso secondo me) per cui molte più squadre (almeno 6 al momento) raccolte in pochi punti che si scannano per il sesto-settimo posto. Tra l’altro settimo posto che potrebbe anche non servire se la coppa la vince una sotto il quarto. Finire da sesti a decimi in questa situazione è un attimo, servono anche episodi fortunati.
      Semmai se proprio vogliamo trovare un difetto a questa squadra è che non si vince mai di culo, rubacchiando qualche partita. O si fa la partita perfetta o si perde o pareggia.
      Per esempio ieri il Toro è stato preso a pallonate dal Napoli e ha portato via un pari, la Fiorentina ci ha rubato 2 punti al 93°…

      Insomma detto questo, io non credo che si potrebbe fare molto di più e soprattutto non credo ci siano in giro allenatori tanto più bravi da portarci in europa in carrozza viste le condizioni generali.

      • Magari sul punto 1 il buon sarkiapon avra’calcato la mano ma gli altri a mio parere sono ineccepibili…gp e’allenatore castrante e frustrante

    • Bravo, sono d’accordo. Belin tutti innamorati di giamperdo, sono 3 anni che a gennaio sono con la testa al mare della Sardegna. Giochiamo bene e perdiamo, giochiamo male e riperdiamo. La vogliamo finire!?
      Via da Genova la Banda bassotti

      • Si, ma la testa in Sardegna non ce l’hanno mica per colpa di GP, no? Sarà ben colpa della società, priva di programmi e ambizioni, che a gennaio lascia che tirino i remi in barca e facciano principalemtne attenzione a non fasi male (vi ricordate Torreira nel girone di ritono?).
        In definitiva diamo le colpe ai legittimi proprietari, GP se i giocatori non si impegnano cosa deve fare, frustarli? Mi pare che anche con il sergente Miha abbiamo visto un girono di ritorno pietoso, eppure lui i giocatori li frusta eccome, ma risultato zero.

        PS Per chi sopra citava gli allenatori ‘Europei’, faccio notare che Sinisa NON arrivo’ i europa, bensì si qualifico’ per demeriti altrui.

        • Luca (quello che stava in brasile) -

          Ciao Matteo.
          Guarda che una cosa non esclude l’altra, anzi ne aumenta la gravità in una sorta di sinergia negativa.
          Se da un lato la società non crea e non “vende” alcun obiettivo sportivo, e anzi proibisce addirittura a tutti anche solo di menzionarne qualcuno, dall’altro lato un allenatore moscio, che non sa motivare e unire la squadra, e un gioco a senso unico e monocolore, il risultato è proprio questo: gente scoglionata, gente preoccupata di non rompersi per poter essere venduti alla prossima finestra di mercato, gente che si nasconde in campo o in panchina, giovani di belle speranze ad ammuffire, ambiente intorpidito e rassegnato, e via cosí.

          • Ciao Luca, hai ragione circa le sinergie negative, pero’ se nemmeno Sinisa è riuscito a far qualcosa, significa che la componente relativa alla società è predominante. In generale come avrai capito, non amo il tiro al piccione. Troppa gente mi pare che spari ad alzo zero su tutto quanto, responsabilità oggettive dell’allenatore e non. Dal mio punto di vista la ‘mosciaggine’ da girone di ritorno non è colpa di GP.

    • PassavoPerCaso -

      Mi limito ai dati di fatto.
      Mazzarri: una volta 6o una volta 13o. Quando e’ arrivato 6o era il primo anno di Juventus e Napoli ni serie A (la Juvetus veniva da calciopoli). In CL ci fini la FIORENTINA.

      Novellino: lui fece un anno con la Juventus in B.

      Del Neri (che adoravo) aveva Cassano e Pazzini e la Juventus era con Ferrara (!!!) e Zaccheroni (!!!) in panchina.

      Insomma dire che “non avevamo rose fortissime e c’erano pure allora Juve, Milan Inter Roma Lazio Fiorentina” mi pare un tantinello scorretto.

      Erano anni in cui dovevamo tentare l’all in per evidente debolezza delle grandi post Calciopoli e non lo facemmo.

  19. E se la colpa oltre che della società e di Giampaolo a cui non piace alla stragrande maggioranza compreso il sottoscritto fosse anche di certi tifosi non voi ovviamente a cui va bene sempre tutto e leccano il fondoschiena a Ferrero applaudendo ai giocatori dopo prestazioni indegne? Sondaggio

  20. Bella analisi Sarkiappon. Io però ho un pensiero diverso e non so se la colpa è della società o di GP. Noi non abbiamo un solo giocatore che scappa sulle fasce, sia laterale difensivo che centrocampista alla Lombardo o Carboni con le dovute distanze. Seconda cosa non abbiamo un giocatore in grado di dribblare due uomini e fare il passaggio in superiorità numerica, quindi, andiamo ad imbucarci in centro, e siamo leggeri e veloci solo quando si vince due tre a zero…..

    • Standing ovation! 🙂

      PS Se praet facesse quello che dicono sia da tre anni, almeno uno dei due problemi lo avresti risolto. Sulle fasce mi accodo a quanto detto da qualcuno sopra… quasi quasi al Bere attuale rimpiango Sala. E con questa ho detto tutto…..

Lascia un commento

Powered by themekiller.com