LETTERA PERFETTA DI FERRERO. ORA BASTA ISTERISMI

16

Stiamo diventando delle checche isteriche alla stregua dei bibini?
Il discorso ovviamente riguarda le minacce rivolte al presidente su twitter, il punto penosamente più basso del nostro calcio mercato 2015.
Un mercato ad alta tensione, passato coi nervi a fior di pelle da buona parte della tifoseria per ogni voce di cessione proveniente, in particolare, dai siti che macinano news calcistiche a raffica (anche 30 al giorno).
Ciascuno fa il suo mestiere, legittimamente. Ma il tifoso, almeno quello doriano, dovrebbe avere un po’ di spirito critico e cercare di distinguere le notizie verosimili dalle palesi stronzate.
Il destino della Samp è quello di essere in prima pagina soprattutto alla voce cessioni e soprattutto quando ha giocatori forti (ricordate gli anni di Pazzini e Cassano versione magra?).
Ecco una facile previsione: Eder, Fernando, Soriano e a breve Muriel saranno dati in partenza mille volte da qui ai prossimi anni.
Ferrero suscita diffidenze, ogni sua azione è interpretata nel peggiore dei modi da una parte della tifoseria.
La diffidenza ci può anche stare, visto che il presidente non ha la solidità economica di un magnate e i suoi comportamenti eccentrici non sono graditi da molti.
Ma è anche vero che questa diffidenza non può trasformarsi in un clima di tensione perenne, che sfocia addirittura in minacce verbali al presidente, reo di una cessione che non ha manco fatto.

Sul caso Eder,ad esempio, la situazione era chiara, detta e ribadita.

Il giocatore non era incedibile (come noi avremmo voluto) ma poteva partire in caso di offerta congrua. Punto.
Così Ferrero ha detto e così Ferrero ha fatto.
Qualche tifoso sostiene che Ferrero volesse comunque vendere Eder ed è stato bloccato dalla rivolta della piazza. Ma questa non sembra una versione realistica dei fatti.
Il Viperetta è stato bloccato dall’offerta risibile e stitica di Thohir. Offerta non arrivata, giocatore rimasto. Stop.
Il presidente, di fronte alle critiche, ha scritto una lettera perfetta sul sito della Samp (dove tra l’altro, ha sottolineato che non siamo una succursale del Napoli per Soriano):
Abbiamo lavorato 20 ore al giorno in questo calciomercato, che mi sembrava la guerra dei poveri ricchi, solo per migliorare la qualità e competitività della Sampdoria. E a tutti quelli che mi hanno criticato, che hanno dubitato e che mi hanno inondato di messaggi, molto improbabili, dico che io ci ho messo cuore, tasca e amore. E loro solo brutte parole. Adesso li aspetto tutti allo stadio per tifare, insieme con me, per la Sampdoria”.

Il presidente ha usato il termine “messaggi molto improbabili” giusto per non aizzare ulteriormente gli animi. Ma avrebbe fatto benissimo a rispondere alla sua maniera, coi toni di borgata che lo contraddistinguono.
Ferrero ha pochi soldi, ma è sotto gli occhi di tutti che si impegna come un dannato. Ha il compito, anche su indirizzo di Garrone, di riportare e mantenere un equilibrio di bilancio in società. Potevamo vivere un’epoca di austerity doriana cupissima e invece riusciamo a vedere ogni domenica dei grandi giocatori, delle giocate madornali in maglia blucerchiata.
Ferrero ha poche palanche, ma la passione non gli manca.
Per il bene della Samp sarebbe meglio alimentare la passione del presidente invece di rompergli le palle a ogni piè sospinto, sulla base delle mille stronzate di mercato che si ascoltano.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

16 commenti

  1. al di là delle minacce, che son sempre brutte
    soprattutto quando provengono da dietro una comoda tastiera,
    e sull’insesatezza delle quali siamo tutti d’accordo
    non sarei tanto d’accordo sull’incedibilità dei nostri migliori giocatori:
    soriano di fatto è stato venduto (tutto sommato con un congruo controvalore)
    e non è stato concluso l’affare solo per un ritardo tecnico, non certo per una
    mancanza di volontà del presidente;
    eder invece non è partito solo per l’offerta offensivamente bassa dell’inter.
    In poche parole potevano partire entrambi se il contratto di soriano fosse stato
    depositato in tempo e se l’inter (generosa con tutte le squadre del mondo tranne la nostra)
    avesse fatto l’offerta giusta, e sarebbero partiti l’ultimo giorno di mercato
    senza che noi avessimo i giusti rimpiazzi, rimpiazzi che nel caso dell’attuale eder
    non avremmo mai trovato in tutto il mercato.
    E quindi tanto tranquillo dell’attività negoziale di ferrero io non lo sono di certo
    e temo che a gennaio riparta la giostra….

    • Non sono d’accordo con la disamina.
      Soriano sarebbe partito (vero), ma sarebbe stato venduto parecchio bene (e come si è scommesso su di lui in passato, non pare un azzardo scommettere su Correa nel ruolo di trequartista, essendoci coperti con Carbonero come mezzala).
      Eder non è stato venduto. Questa è la realtà dei fatti.
      Se… Ma…
      La verità è che è ancora alla samp.
      Poi, di fronte ad un’offerta congrua (18 – 20 milioni ed ingaggio raddoppiato per il ragazzo), sappiamo tutti che partirà (ma questo è il destino delle squadre di fascia media, quale, al momento sopratutto grazie ai nostri ultimi Presidenti, apparteniamo).
      Per ora, Ferrero ha portato entusiasmo e buoni risultati (lo dicono i numeri di abbonati ed i punti in classifica).
      Lo dice uno che, 14 mesi fa, era terrorizzato dall’idea di non riuscire a sostenere 3 sessioni di mercato e il ripianamento dei debiti (per ora, due sono andate e mica male) !

    • LUCA DAL BRASILE -

      CONCORDO al 100%
      Se a questo aggiungiamo che la squadra é palesemente raffazzonata, manca una pedina a centrocampo (a meno di non voler considerare titolari Kristcic, Palombo e Ivan), e soprattutto mancano 2 stopper come si deve… non mi pare che ci sia da stare allegri.
      Soriano in squadra equivale a non vedere mai Correa in campo, senza contare la cista di Cassano

  2. ottimo articolo!sono parecchi anni ormai che la nostra tifoseria si è allineata al tifoso bibbino! sempre critiche a giocatori allenatori dirigenti e allo stadio un tifo che non rispecchia piu’ la storica sud!!!finiamola dunque di definirci tifoseria modello perchè non lo siamo piu’ da molto!

    • Col Carpi, dopo un periodo non felicissimo, stare in gradinata è stato di nuovo un piacere….
      Per le fantomatiche “minacce”, non facciamo diventare il post di un paio di pseudotifosi la linea assunta dalla tifoseria tutta !!!
      Gli abbonati, del resto, parlano chiaro sull’appoggio a Ferrero !

  3. Tutto questo sommovimento dei tifosi avviene perchè, purtroppo o per fortuna (come direbbe il grande Giorgio…Gaber) è rimasto il germe “mantovaniano”, cioè la consapevolezza di uno sviluppo mentale che induce a pensare di aver mentenuto in certo qual modo quella “grandezza” raggiunta negli anni d’oro. In fondo non ci siamo mai tolti quella veste anche se cambiano i presidenti e quello attuale non dispone certo di un gran portafoglio, anzi.(e non si sa come faccia a gestire la società……)Dico questo perchè nell’era ante-Mantovani certe “ribellioni” erano impensabili. Chi ha un pò di anni si ricorda delle gestioni Colantuoni, l’Avvocato di campagna” bravo, anziche nò, ma senza una lira. Bastava la salvezza per farci contenti. Dopo Paolo, come direbbe la Giggia di Govi, siamo andati sù……. Ed è dura, lo capisco, anche pur mentalmente, pensare di ritornare giù….

  4. Ho smesso di diffidare del presidente da un po.Certo che all’inizio tutti dovevamo abituarci ai suoi modi a dir poco inconsueti per chi era abituato ai Mantovani e Garrone. Di sicuro in queste campagne acquisti c’è finalmente un pò di verve ,dato positivo dopo anni di esasperante calma piatta . Personalmente voglio aggiungere che lo scambio Soriano,da me apprezzato, per soldi e Zuniga poteva essere un bella pensata . EDER forever

  5. Gianni da Bari -

    Dopo i vergognosi insulti su Twitter al posto di Ferrero avrei mandato tutti a quel paese.
    Vorrei fare notare che se ci fosse ancora stata la vecchia presidenza con le corde che si spezzano è tutto il resto i messaggi sui social avrebbero dato una bella spinta alle cessioni.

  6. A tutti i contestatori pseudo sampdoriani o bibini trasformisti dico
    Immaginiamo la campagna acquisti 2015/2016 con Edoardo Garrone in postazione di comando: offerti 5 milioni per Obiang? Venduto! Offerti 10 milioni per Soriano? Venduto! Offerti 9 milioni per eder? Venduto! Ora teniamoci Rizzo, Duncan e Okaka, riscattiamo acquah (ma solo se ci fanno lo sconto) e prendiamo qualche giovane sconosciuto a basso, che dico, bassissimo costo per sostituire eder e la squadra è fatta. Comprare Fernando a 8 milioni? col cavolo! Il centrocampo va bene così! E se mi offrono 6 milioni per Duncan ci faccio un pensiero, tanto ho Cristicic che scalpita. La difesa va bene con Salamon, Regini, Mesbah, Cacciatore, Coda, Wszolek e Desilvestri. Ah, ovviamente Muriel giocherebbe ancora a Udine e Correa sarebbe ancora in Sudamerica. Cassano ? mi ha insultato la genialogia e non lo assumo. D’altronde è per questo piaccio tanto ai miei tifosi, perché sono un uomo di sani e vecchi principi!

    • mi piace la tua disamina e aggiungo che silvestre non si sarebbe accordato sullo stipendio e viviano non l’avremmo preso perchè mirante era gratis…..
      ma poi vogliamo mettere la visibilita’ blucerchiata che abbiamo avuto in ogni dove…
      e i nomi accostati alla nostra squadra…
      non eravamo piu’ tifosi che sognavano un calciatore ma bensi’ dei commercialisti che pensavano a quanto costava uno o quanto guadagnava….
      daje vipereeeeeeeeeeeeeee sono con te sin dall’inizio!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      • Concordo con voi, tuttavia ritengono si possa rendere giustizia all’operato di Ferrero/Romei/Osti senza dover nel contempo criticare i Garrone. Che hanno fatto moltissimo per una squadra presa nella melma e portata a un rigore dalla Coppa Italia e a un minuto dalla Champions (sono stati sfortunati, un poco piú di fortuna e…).
        Semplicemente ere che si susseguono ma, avete notato?
        Chi ha avuto a che fare con la Samp non sparisce mai completamente…
        Un amore che continua, a portare nero ci pensa qualche tifosetto.

  7. mah
    vi va bene questo pagliaccio (non è un’offesa: fa deliberatamente il pagliaccio in pubblico)
    buon per voi, che devo dirvi
    io preferivo di gran lunga lo stile e l’ambiente creato da mantovani
    e se questa campagna acquisti (o meglio mancate vendite) vi soddisfa perchè “frizzantina”
    gustatevi le bollicine…

  8. e lascierei stare le gratuite patenti di “pseudo sampdoriani” o “bibini”,
    bisogna sempre rispettare le opinioni degli altri senza sciocche etichette

  9. Ottimo articolo, ma qui bisogna fare i conti con tifosi che hanno trovato nel disfattismo il loro karma. Di belinate ne ho lette tante e non spreco tempo (mio e di chi legge) a enunciarele. Da Okaka che non andava venduto, a col Carpi non avremo una formazione presentabile da schierare…
    Ma quante perle. O pirle.
    Ferrero lavora e fa.
    Fatevene una ragione.
    Riduzione delle spese ma ancora una squadra con vari uomini di valore.
    Meno male che certi toni s’incontrano solo qui, col Carpi a Marassi c’era ben altro clima, del resto.

Lascia un commento

Powered by themekiller.com