LE PORCATE DI SPALLETTI. LE LEGGENDE SI RISPETTANO

6

Ieri si è assistito ad una bestemmia incredibile.
Di Leggenda parlavano i media spagnoli, riferendosi a Totti. E di Leggenda parliamo ancora, perché Spalletti, con Totti, ha fatto una figura di merda Leggendaria.
Cambiamo un attimo argomento, non è piacevole rimestare sempre negli errori di Montella, il mitico Aeroplanino.

Roma-Real Madrid.

Noi lo ricordiamo bene Spalletti, agli albori della sua carriera. Fu ribattezzato lo “zio Fester”, era l’allenatore più depresso del campionato, brutto e pesto, battuto in scarsezza nella storia blucerchiata soltanto da Cavasin, il folle di Bellinzona, verosimilmente fuggito da una casa di cura.
Spalletti, però, era la depressione fatta carne.

Oggi lo rivediamo con l’abito della festa. Ha gli occhi ancora scavati ma è vestito bene.
Lo vediamo addirittura filosofeggiare, con linguaggio forbito: dicono che la parentesi di San Pietroburgo gli abbia fatto molto ma molto bene.
Ieri ha guidato la Roma, nel match di fondamentale importanza col Real Madrid, subentrato a Garcia che ormai è considerato dai romanisti alla stregua di uno spargitore di peste. O di un monatto.
Avete visto la partita?
Contro il Real la Roma si è presentata con un attacco super leggero: Buono El Sharaawy, buono il fagiano Perotti (che ha fatto intendere come lo scambio Perotti-Cerci sia il solito pacco ai danni dei bibini). Indecente Salah, strappato da una rosticceria kebab a riempire panini e lanciato su un campo di calcio.

Salah ha fallito ogni occasione che gli capitasse fra i piedi, dando la conferma di essere un grande velocista ma che ai massimi livelli non è in grado di incidere, fallendo tutto il fallibile.
Intanto “er Pupone” Totti, il capitano de Roma, marciva in panchina.
E’ stato inserito sullo 0-2 a tre minuti dalla fine, a 40 anni quasi suonati da quel merluzzo surgelato e poi bollito di Spalletti.
Ma dove sono finiti i valori del nostro beneamato calcio? Come si permette quella megera di Spalletti di trattare a questo modo l’ultima bandiera del nostro calcio?

Dall’alto di cosa? Dalla sua parentesi a San Pietroburgo?

Questo ha ottenuto Spalletti, con la sua strategia inutile: lo 0-2 secco, impossibile da recuperare nel ritorno al Bernabeu.

Te ne vai a casa, Spalletti, cornuto e mazziato, con Totti dietro di te che si scaldava inutilmente, come un qualsiasi Barillà.
Come se non bastasse, Spalletti ha fatto pure la figura di merda di inserire Totti a due giri di orologio dalla fine della partita.
Che schifo!

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

6 commenti

  1. Certo, Totti ultima bandiera, anche se non la nostra. A essere sinceri la sua grande carriera e’ costellata di macchie non proprio da poco. Dagli sputi a Poulsen, alla passeggiata sulla schiena di un giocatore del Leverkusen, dai 5 o 6 ” vaffanculo ” in faccia al compiacente arbitro Rizzoli a Udine , fino al calcione indegno a palla lontana a Balotelli in finale di coppa italia. Insomma, mi sarei indignato di piu’ se questo trattamento fosse stato riservato a grandi campioni , come lui e’ sicuramente stato, ma con un immagine migliore come esempio di correttezza e sportivita’, tipo Zanetti o Del Piero. Per quanto riguarda Spalletti e la sua esperienza blucerchiata, non bisogna dimenticare che, in quella nefasta annata, fu cacciato per 10 giornate per far posto alla coppia comica Platt-Veneri, e che fummo obbligati a rinunciare a Montella per 4 mesi circa per pubalgia. Ci mise del suo, ma un paio di attenuanti concediamogliele.

  2. Per quel che mi riguarda plaudo allo….sconfinamento. Non è detto che in Sampgeneration ogni tanto non si possa andare…oltre confine pur rimanendo, è ovvio, in tema. Per ciò che concerne il N. 10 della Roma penso che, a parte qualche errore comportamentale giustamente rilevato, sia stato (ed è tuttora) un grande campione, uno di quelli da mettere in bacheca, una rarità. E pensare che Mantovani l’aveva (quasi) ingaggiato……

  3. ora se ci vogliamo distrarre con le belinate dalle sciagure in casa nostra bene ma spalletti mi sembra una buona persona avendolo conosciuto e credo un buon allenatore tra le altre cose trattato allo stile zamparini per non essere simpatico ad alcuni !io mi ricordo tristemente platt che prese momentaneamente il suo posto senza brevetto,un bologna sampdoria,un arbitro scandaloso…insomma un articolo che mi ha provocato un flashback non di certo piacevole era meglio se non lo vedevo ! pensiamo alla samp chi se ne frega della roma

  4. Ma che articolo è scusate??
    Massimo rispetto per Totti che è un grande giocatore….ma non lo obbliga mica nessuno a continuare a giocare…Per caso gioca gratis??o continuano a pagarlo alla Roma??? Prende più lui o un primavera??
    mi sembra un articolo fazioso e buonista volto a denigrare a tutti costi Spalletti…non sono un fan di questo allenatore però ricordo che l’anno della retrocessione, se non fosse stato cacciato e poi ripreso forse avremmo fatto qualche punto in più…e sarebbe bastato!!!

    • Concordo in tutto con te. Questo articolo, in questo momento delicato per noi non lo condivido e dico solo che ora se ci fosse Spalletti come allenatore non saremmo così nella bratta….

Lascia un commento

Powered by themekiller.com