LA NUOVA PUNTA: BERGESSIO, PAULINHO.. E SE PUNTASSIMO SU OKAKA?

5

I primi rumors, le prime fumose stronzate di mercato si concentrano sull’attaccante della prossima stagione. Si sparano i nomi di Bergessio e Paulinho.
Sarà difficile, se non impossibile, arrivare al primo, che ha una quotazione molto alta.

Bergessio non è semi-bollito come la nostra vecchia Gallina Maxi Lopez, maxi lopez wageroica nel giorno del derby, ma poi loffia per tutto il girone di ritorno: la Gallina in brodo sarà restituita al Catania e da lì forse reimpatriata a Buenos Aires, dove finalmente potrà fare la tanto agognata bella vita con la figa bionda di turno. Che dire, beata la Gallina!

Tornando al calcio giocato, si diceva, meglio non farsi troppe illusioni sull’arrivo del combattente Bergessio, apprezzato da Sinisa ma anche da Montella. Vincenzino vorrebbe portarselo alla Fiorentina e il Catania, affondato nella palude della B, chiederà parecchie palanche per venderlo.

Ergo, Garrone è già pronto a fare il suo classico gesto dell’ombrello.

E Paulinho?

Paulinho, alias l’Eterno Ritorno. Torna ciclicamente nell’orbita blucerchiata: almeno una volta al mese è accostato alla nostra squadra.
L’Osvaldo dei poveri ha detto addio ai suoi tifosi. Non ci pensa minimamente a tornare a imputridire in cadetteria: il suo mondo è la serie A. spinelli
E in effetti quest’anno ha disputato un bel campionato.
Il buon Paulo Sergio Betanin, meglio noto come Paulinho, quest’anno ha segnato 15 gol con il Livorno, in una stagione disgraziata per i suoi,
moribondi da mesi, tra le lacrime da porcello di Aldo Spinelli.

In tutta questa mediocrità livornese, Paulinho, al contrario, ha lottato fino in fondo: ha dimostrato di essere un attaccante che incide sulla partita: ha grinta, tiro, vede la porta. Spinelli abbasserà per forza le pretese, dopo il delirio della svagonata di milioni che aveva richiesto quest’estate per cedere il proprio attaccante.
Che sia lui la nostra prossima punta?
Detto questo, vedremo quanta fiducia sarà data al gioiello di casa nostra: il colpo gobbo, il colpo di culo di Osti nell’ultimo mercato. Okaka Chuka, colosso immarcabile, Godzilla nero dell’area di rigore. Con lui in campo tutto può accadere..
Gli avversari se la fanno sotto, quando Okaka avanza al ritmo di tutti i tamburi d’Africa.
Il ragazzo segna, sfonda, schiappetta e non si arrende mai.okaka chuka
La nostra Perla Nera ha dimostrato di saper fare la differenza con piccole e medio-piccole. Ancora annaspa, però, contro le grandi.
Possiamo partire con Okaka titolare? Per le nostre ambizioni attuali pensiamo di sì.
Pensiamo anche che con una punta esperta in panchina, e un giocatore (da trovare) con un po’ di classe al suo fianco ci possiamo pure divertire.

E poi, Okaka, pensaci tu.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

5 commenti

  1. Dipende tutto da Gabbiadini.
    Se resta e continua a giocare nell’ingrato ruolo di quest’anno (supponendo che Sinisa mantenga il 4-2-3-1, possiamo anche ripresentarci con Eder/Sansone/Gabbiadini/Soriano ad alternarsi nei 3 ruoli di centrocampo avanzato e prendere una riserva (meglio se non troppo riserva…) di Okaka che, visto quest’anno, può garantire 12-15 gol in un anno intero.
    Paulinho mi sembra un po’ un doppione di Eder.
    E serve anche qualcuno che sostituisca, nel ruolo di panchinaro primo subentrante, Wszolek (augurabilmente spedito in prestito in B per imparare a stare in campo con una logica).
    Poi servirebbe come il pane un centrocampista molto forte perchè Palombo, nonostante la buona annata, non fa mai la differenza, ha accumulato km e nel 2015 va per i 34…
    Per il resto, io spero che Obiang, risolti i problemi fisici, torni l’amour e riprenda il posto da titolare al fianco di questo ipotetico nuovo acquisto. Con Palombo, Nenad e Renan come rincalzi.
    La difesa… dipende tutto da Mustafi. Se va via occorre sostituirlo. Se no i titolari De Silvestri Gasta Regini e Mustafi sono più che sufficienti per noi, così come gli attuali rincalzi.

  2. Se Gabbiadini parte serve un giocatore che nello schemi di Sinisa lo possa sostituire, di quelli citati nessuno ha queste caratteristiche, quindi direi che siamo fuori strada poi per la nostra dirigenza sia Paulo che Bergessio sono molto fuori budget.
    Ho paura si torni a pescare nel torbido (Rolando Bianchi…??!!!).

Lascia un commento

Powered by themekiller.com