IL TRIO D’ATTACCO CI FA GODERE: 1-3!

5

Sampdoria sul velluto: Blue Velvet, velluto blucerchiato. Grazie al trio delle meraviglie Eder-Okaka-Gabbiadini stendiamo un Verona in netta difficoltà. Tagliamo la difesa avversaria come un panetto di burro (o di qualcos’altro).
Azioni a grappoli, primo tempo in cui buttiamo nuovamente nel cesso una valanga di palle gol, tanto che Sinisa ha istinti omicidi.
Il commentatore di Sky dice che Sinisa dalla panchina grida, o meglio minaccia: “Vi faccio male. Vi faccio molto male!”. Sane minacce corporali per una Samp che domina, stra-domina ma spreca ancora troppo. Passiamo finalmente in vantaggio al 26′: rigore ed espulsione per fallo del vecchio Marquez su Eder, lanciato con un assist al bacio di Gabbiadini.

Il lento Marquez ostacola Ederinho lanciato a rete alla velocità di una scheggia: rigore e cartellino rosso. Eder realizza implacabile. 0-1.
Il Verona è alle corde, si sfilaccia, noi inanelliamo azioni d’attacco ma sbagliamo puntualmente l’ultimo passaggio: con Duncan, il pur ottimo Rizzo e anche con Okaka.

E’ la sagra dell’azione sbagliata negli ultimi metri: Sinisa minaccia legnate negli spogliatoi.

Con la generosità di Babbo Natale (del resto in tribuna c’è anche la befana, ed è barbuta) concediamo il pareggio.
Tiro di Tachtsidis, fetecchia di Romero che respinge centralmente, Romagnoli e Silvestre si fanno anticipare (!) da Toni, non certo famoso per la sua rapidità. Incredibile, 1-1 al 34′.
Finisce il primo tempo. Mihajlovic ha voglia di menare le mani: tremano le mura del Bentegodi e la Samp  rientra in campo trasformata.
Non possiamo concedere ulteriori regali, finalmente ci organizziamo, sfruttiamo la superiorità e maciniamo gioco.
E il vantaggio arriva di conseguenza, al 56′.

Schemoide su punizione dalla sinistra. Lo schema riesce male, ma in qualche modo manda in tilt la difesa veronese (anche questo è un merito).

Palombo passa a Gabbiadini, la difesa avversaria inspiegabilmente sparisce, cross di Manolo e colpo di testa da un metro di Okaka Chuka, sovrano dei Bantù, che non può sbagliare: 1-2. Alè.
5 minuti più tardi arriva la terza rete. La difesa del Verona lascia praterie aperte: Kristicic verticalizza per la galoppata felice di Eder, ebbro di gioia di fronte a cotanto spazio. Il brasiliano si presenta davanti a Rafael e offre l’assist per Manolo a porta vuota: 1-3  partita chiusa.
Al 68′ Okaka si mangia un gol incredibile a mezzo metro da Rafael prendendo il palo di destro.
Anche Toni nel finale ha la palla per accorciare le distanze, ma la spedisce fuori di poco.
Finisce così. Il nostro trio d’attacco oggi ha dato il bianco: fisico, tecnica, corsa: un cocktail micidiale.

Gabbiadini ha giocato la sua miglior partita dell’anno, ora vedremo il mercato che destino gli riserverà.
Per adesso ci godiamo i tre punti, restiamo ai piani alti, restiamo nei posti che ci spettano. Finalmente abbiamo vinto una gara in trasferta… ERA L’ORA!! 
Ora assaltiamo le merde, vogliamo il terzo posto.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

5 commenti

  1. Grande vittoria ma che spavento. Una partita stradominata che abbiamo riaperto per le solite leggerezze mentali (in questo forse i piccioni ci sono superiori oltre che per il gran culo).
    Bellissima prestazione di Rizzo, Eder e Gabbiadini che io non venderei assolutamente (ma sappiamo i giochi di mercato quali sono).
    Appunti: Ogni volta che Mesbah ha palla, sudo freddo, Romero quando ha la certezza del posto torna paperone, schema su calcio di punizione da cui è scaturito l’ 1-2 imbarazzante (perchè a volte non buttiamo semplicemente la palla in mezzo?). Resta il debito con la fortuna. Ha ragione Sinisa a sottolineare che ci mancano 4/5 punti, vedasi èartite contro Cagliari, Cesena e Napoli

  2. Vittoria netta, Verona è poca cosa, difficile vedere in serie A una difesa così scarsa. Potevamo fare anche 5 0 6 gol, il quarto posto è meritato, grandi Ragazzi!!

  3. Bravi ragazzi, qualche apprensione di troppo dopo il primo gol, non si può prendere il pareggio in superiorità numerica contro un Verona volenteroso ma scadentissimo, comunque espulsione giusta e poi dominio nella ripresa. Romero in versione saponetta sbaglia ma anche i due centrali Romagnoli-Silvestre dormono sonni tranquilli. Silvestre si divora pure un gol, meglio Gasta quando è entrato. Ma in generale non è stata una grande serata per i centrali, in ritardo anche su Toni nella ripresa. Trio d’attacco benissimo (meno Okaka rispetto al solito, che fa solo il gol), Rizzo meraviglioso, bene Palombo e Lollo (ingenua ammonizione sarà squalificato), maluccio Duncan e Krsticic. Avanti Sampdoria!!!

  4. Però la Samp pur essendo superiore crea le situazioni per far soffrire. Io sarò (e lo sono…) un tifoso un pò paranoico però mi sono tranquillizzato solo dopo il 92 minuto. E che cavolo…..

Lascia un commento

Powered by themekiller.com