IL MOMENTO DI CEDERE. IN USCITA BARRETO, BUDIMIR E…

11

Vendere per comprare, per poi vendere ancora. Sembra essere questa la regola non scritta che la Sampdoria sta seguendo per rinforzare la rosa. Le cessioni illustri di Correa e Fernando, perfezionate a inizio mercato, sono state seguite da tre colpi importanti: Daniel Pavlovic, Luca Cigarini e il serbo Filip Djuricic, quest’ultimo a un passo dal vestire la maglia blucerchiata dopo avere svolto le visite mediche.

Ma adesso la Sampdoria soffre di abbondanza, specie a centrocampo: un reparto che Giampaolo sembra intenzionato a schierare a tre. Al momento, il reparto intermedio della squadra è composto da nove giocatori: in rigoroso ordine alfabetico Barreto, Campaña, Carbonero, Cigarini, Eramo, Ivan, Palombo, Soriano e Torreira. Francamente troppi: non abbiamo impegni internazionali e non siamo la Juventus.

E proprio a centrocampo si concentra il lavoro di sfoltimento della squadra, su cui la dirigenza della Sampdoria sta lavorando intensamente nelle ultime ore. A sorpresa, secondo le ultime indiscrezioni, l’oggetto misterioso Josè Campaña potrebbe restare. Lo spagnolo, reduce dal positivo prestito all’Alcorcòn nella serie B iberica, sembra godere della fiducia di mister Giampaolo, che in partitella gli assegna sempre un ruolo da protagonista. Dunque, per far quadrare i conti, andrà via qualcun altro.

Gli indizi convergono su due nomi in particolare: David Ivan ed Edgar Barreto. Due centrocampisti che potrebbero lasciare la Sampdoria, ma con formule diverse.

Se per il giovane slovacco si parla di un possibile prestito al Crotone, l’ex Palermo potrebbe partire a titolo definitivo. Ma non sarà facile trovare un acquirente per almeno due motivi: l’alto ingaggio (900 mila euro l’anno) e le oscene prestazioni della passata stagione. E sempre a Crotone, in compagnia di Ivan, potrebbe finire Ante Budimir. Il centravanti croato, acquistato prima dell’arrivo di Marco Giampaolo, ha un profilo non molto gradito dall’allenatore. Per questo motivo, si profila per lui l’ipotesi di un clamoroso ritorno in Calabria, magari con la formula del prestito.

C’è poi Alessandro Martinelli. Anche il giovane mediano svizzero, non convocato da Giampaolo per il ritiro di Ponte di Legno, tornerà nella stessa squadra dell’anno scorso, il Brescia, probabilmente in prestito. Infine Mirko Eramo. Il centrocampista classe 1989 fa parte della lista di centrocampisti potenzialmente in esubero. Reduce da tre positive stagioni in serie B con le maglie di Empoli, Ternana e Trapani, ha rilasciato dichiarazioni battagliere dove promette il massimo impegno per giocarsi le sue carte in blucerchiato. Ma come sempre, l’ultima parola spetta al mister.

ROBERTO BORDI

Autore

Roberto Bordi

Redazione

11 commenti

  1. Barreto ed Eramo ok a cederli. Ivan lo terrei …
    Budimir se lo ridiamo al Crotone ci facciamo ridere dietro da tutta la calabria …

  2. LUCA DAL BRASILE -

    via tutte le ciste: Eramo, Barreto, Palombo, Soriano, campaña… VIA!!!
    Pochi buoni, metà giovani NOSTRI, e metà gente affermata tipo Cigarini, Se Silvestri, Viviano, Silvestre, Quaglia e anche il casinista Cassano, visto che dopo la sceneggiata napoletana l’hanno tenuto.

  3. Sicuramente a centrocampo vanno fatte delle modifiche. Andranno via almeno tre giocatori .
    A quanto sembra gli indiziati sono tre Barreto (bene), Ivan (solo in prestito forse al Bari) ed Eramo.
    Campana lo vede bene il mister quindi… Carbonero???? Penso poi che arriverà una mezzala titolare da affiancare a Cigarini e a Soriano (come si fa a discutere un giocatore che in mezzo campionato, da centrocampista, ti fa 8 gol…siamo matti!!!!). Poi ultima cosa Palombo giocherà poco o niente ma se abbiamo un pò di riconscenza in un mondo di mercenari Angelo non si discute!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • Se vuoi essere riconoscente ( è un tu generico.. ) gli converti il contratto in uno da dirigente, ma rimanere a dispetto dei santi e dell’allenatore è controproducente; se invece il mister pensa che possa ancora essere utile alla causa allora niente da dire…

      • LUCA DAL BRASILE -

        esatto! Non siamo una bocciofila beneficente.
        Il Signor Palombo non può certo dire di essere stato trattato male.
        Già 3 anni fa’ era in pensione strapagato, prima che il buon Rossi lo richiamasse da riservista, facendogli fare lo stopper… e si é visto come é andata.
        Non contenti, dopo 2 anni ci ha riprovavo Zenga col Voivodina…
        Bisogna dire altro?

    • LUCA DAL BRASILE -

      Silverox, difendere Soriano é da matti!
      Possibile che solo io veda la sua completa inutilità?
      Possibile che solo io veda quanto non sappia tirare, non abbia il senso della posizione, non legga il giuoco, rallenti le azioni, sbagli passaggi elementari, non difenda e non costruisca…
      Cazzuola ma cosa deve succedere perché ci si renda conto che come giocatore é un bluff sopravvalutato ?

  4. Vado controcorrente e dico che 1 anno in prestito nella squadra in cui ha giocato lo scorso anno ci darà la dimensione del suo vero valore.
    Dovendo far giocare Muriel (causa esborso avuto) rischierebbe di giocare solo pochi scampoli visto l’abbondanza davanti, poi abbiamo Ponce sempre davanti che potrebbe fare il salto.
    Cmq i problemi nn sono davanti ma in altri reparti.

  5. In effetti cedere Budimir quando il ritiro non è neppure terminato sarebbe quantomeno bizzarro, ma l’abbondanza in attacco la scoprono solo adesso?
    Cosa pensavano che Quagliarella fosse un esterno di centrocampo e Muriel un fantasista?
    Bah…ogni tanto proprio i nostri dirigenti faccio fatica a seguirli, per Ivan mi auguro che l’eventuale partenza sia solo in prestito…

Lascia un commento

Powered by themekiller.com