IL BIBINO SUDA MA NON GODE. QUAGLIA CI TIENE A GALLA

25

Un’amara constatazione: il genoa ha provato a vincere la partita per 70 minuti, con Juric a fare l’equilibrista con un piede sul baratro, a cercare il miracolo dei tre punti. Noi ci abbiamo provato, con leggerezza, solo negli ultimi venti minuti, senza mai renderci realmente pericolosi. La consolazione è che il genoa ha sudato ma ha goduto come al solito ben poco.
Non è stata una bella Sampdoria: il bibino disperato ha messo in campo anema e core, noi ancora una volta siamo stati troppo leggeri negli ultimi metri.
Il migliore come di consueto è stato Quagliarella. Ma parliamoci chiaro: se il nostro uomo più pericoloso è sempre un 35 enne, ammirevole per impegno, ma con ovvi limiti in campo dettati dall’anagrafe qualche problema ce l’abbiamo.

Inizia la partita e sono subito le comiche.

Le bandiere blucerchiate sventolano nella Sud. Dai dirimpettai si apre una coreografia di dubbio gusto: “Davanti a voi c’è la Storia”, scrivono i bibini. Ma non espongono i volti di Pelè, Maradona o Beckenbauer. Bensì di Scoglio e Signorini, battuto ultimamente in notorietà per distacco persino da un qualsiasi Young Signorino. E’ incredibile la capacità del topo di prendersi per il culo da solo, una volta uscito dalla fogna.
Alle risate per la goffaggine rossoblu segue l’esaltazione per il vantaggio fulmineo doriano: Ramirez inizia finalmente una gara col piglio giusto. Sembra un cavallo dopato per l’insolita energia che mette in campo. All’8′ il suo spiovente di sinistro, come Cristo comanda, trova il colpo di testa vincente sotto la nord di Quagliarella, vecchia volpe dell’area: 0-1, il bibino è ammutolito.

Ma al 17′ la nefandezza è di Andersen che fa sfilare il pallone, lasciando via libera a Piatek davanti ad Audero. L’attaccante salta il portiere blucerchiato che lo abbatte. Rigore netto e pareggio dello stesso polacco.
Poco dopo è ancora Piatek ad avere la palla del vantaggio, ma fortunatamente calcia una bomba in fronte ad Audero. Il genoa pressa alto e non ci fa giocare. Chiudiamo il primo tempo in difficoltà con ben 22 palle perse: cifra che può essere accettabile sui 90 minuti, non certo sui 45.
Manteniamo comunque il pareggio e nella ripresa ci salva ancora Audero smanacciando un colpo di testa da distanza ravvicinata di Kouamé al 64′.
Al 70′ circa inizia il calo degli avversari.

Ci affacciamo di nuovo nel centrocampo del genoa, entra Saponara ma non incide. Ramirez, dopo i 5 minuti di allegria iniziale ripiomba nell’abituale malinconia. Caprari entra al posto di Defrel (probabilmente di nuovo acciaccato) e non combina nulla. Jankto è invisibile, Praet semi invisibile.
Insomma, il nostro gioco offensivo ha ancora una volta il vigore che può avere il coro dell’Antoniano. E dire che non giochiamo contro il Real Madrid ma contro una compagine di raccoglitori di tuberi.

Negli ultimi minuti l’agonismo non manca, mancano le palle gol da una parte e dall’altra.

Finisce così, 1-1. Un pareggio fuori casa che da noi può essere accolto positivamente ma non dà una spinta alla squadra, né di entusiasmo, né tanto meno in classifica.
Giampaolo voleva imporre il proprio gioco ed è evidente che non ci sia riuscito. Saliamo a 16 punti, al 12° posto, in vista di una gara col Bologna che sarà assolutamente da vincere.
Inutile aggiungere che da questa Sampdoria vogliamo di più.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

25 commenti

  1. Nel secondo tempo, erano d’accordo per non farsi male.
    Visto allo e dallo stadio, era chiaro.
    Sbagliavano l’ultimo passaggio da una parte come dall’altra. Non ha senso per me analizzare la partita, almeno il secondo tempo intendo.
    Pareggio che andava bene a tutti, e che ha anche salvato Juric, che forse non è così antipatico ai nostri…

    Lasciamo che quegli altri ora credano di essere il Real, il campionato li riporterà dove erano.
    Io non ero ancora uscito che già pensavo al Bologna.

  2. Lotteranno fino alla fine per farne 40.. inguardabili, perfettamente in linea con dirigenza ed allenatore! Grazie di cuore al Quaglia!

    • ciao hermano ormai anche i muri conoscono il nostro gioco , gpaolo non lo caga più nessuno ha fatto il suo tempo ma con i romani ci tocca tenerlo fino alla fine 40 p a sto viaggio saranno una sofferenza !

  3. Solo quaglia e audero…come ha scritto sentinel bisogna battere il bologna,siamo dodicesimi…intanto beppe iachini due partite e due vittorie senza tiki taka e altre stronzate…

    • Parole sante, era da prendere Iachini, ora se non battiamo il Bologna dobbiamo veramente pensare alla salvezza!!!
      Fa riflettere lo squadrone Parma a 20 punti, ah ma si noi abbiamo il maestro!!!

  4. Unica nota lieta non aver perso.per il resto pessima prestazione sia tecnica e soprattutto caratteriale.non esiste passare in vantaggio dopo 8 minuti contro un avversario che sembra accusare il colpo e non reagire e non ammazzare la partita.poi regaliamo il rigore e andiamo in barca????romulo e lazovic sulle fasce sembravano fenomeni.colpa come al solito del centrocampo a 3 di Giampaolo che non cambia di una virgola il modulo.sono stufo di questi atteggiamenti e sono stufo di vedere ectoplasmi in campo.caprari Ramirez praet jankto e stasera Andersen un disastro.ho anche l’impressione che l’allenatore non sia piu’seguito.urge una svolta

  5. Non voglio esser noioso ma questa partita per me non fa testo. Iniziata forse come partita vera e finita in farsa.

    Sento commenti di genoani che vorrebbero la vittoria ai punti, si sentono derubati dall’universo, certo li capisco dopo averne persi tanti negli ultimi anni. Avevano l’opportunità, almeno.
    Ma non sono diventati il Real, le quote di Torino Genoa li danno per quasi spacciati.

    E Sampdoria Bologna? Ci danno per vincenti facili facili (stesse identiche quote di Torino Genoa, ma a favore nostro) sospendiamo tutto per qualche giorno: ECCO IL NOSTRO VERO TEST.

    Questo derby non ha affossato nessuno e non ha sparato sulla Luna nessuno.

    Stasera non conta nulla, non entro nemmeno su aspetti tecnici. Ho girato pagina prima che fischiasse la fine. Saponara è entrato in una partita già definita nel risultato.

  6. Ma porca puttana ma ci viole un tecnico per capire che dopo 4 dico 4 partite un punto senza un’idea di gioco se sbagli una partita lotti per non retrocedere sino all’ultimo?? Vergogna allo stato puro Giampaolo vai sul cesso tu chi ti dà lo stipendio e tutti quelli che ti difendono. Roba da matti

  7. Il dato più eclatante è che a parte il goal non abbiamo fatto un tiro in porta e forse solo un paio fuori di molto, terribile contro una squadra di zappatori, Gp ha fatto il suo tempo ma ce lo terremo fino a fine campionato, una considerazione generale: ci stiamo purtroppo progressivamente allineando al pessimo livello dei cenuani, livello tecnico ma anche di prospettive, dove il derby e’ la partita dell’anno, modello anni 70 e mentalità da palio di Siena, negli ultimi 10 anni siamo arrivati in finale di Coppa Italia, ai preliminari Champions, alcune volte in Europa League, i bibini niente, ecco la nostra prospettiva futura è questa: il niente

  8. buongiorno ragazzi! Quest`anno non ho trovato il tempo per “prepararmi” alla stracittadina…forse meglio così. Innanzitutto l`aspetto positivo e c`è ne solo uno… il punto. Il pareggio era il solo risultato da ambire. Questa squadra non mi trasmette grandi emozioni. il buon Fabio è l`unico…..Una lentezza nella manovra, che non sembra vera. Nelle ultime 5 partite abbiamo vitalizzato squadre che erano in crisi hanno segnato giocatori che non andavaon in rete da non so quanti mesi, Bellotti e Schick… La condizione fisica a Novembre è già scarsa come a fine stagione. L´attacco mà… Defrel non riesce a tenere palla, il centrocampo vabbè. Non muoviamoci com e squadra, non esiste connessione tra i reparti. Il genoa sembrava una squadra di guardiola così come agivamo noi. Quante palle perse…per fortuna di là la qualità non era eccessiva. A cospetto delle ultime prestazioni mi pongo la domanda come faremo a vincere contro bologna o chievo o…..

  9. Caro semarco il dato più ecclatante è che dopo 4 partite imbarcate e due tiri in porta c’è chi ancora si ostina a non guardare in faccia la realtà. Siamo grammi squadra costruita senza capo ne coda qualcuno di noi lo diceva già a settembre, ma sai eravamo pessimisti, ci fossero ancora certi tifosi anni 70/80 sarebbe pura contestazione invece qui c’è gente che non si incazza neanche se trova la moglie a letto con l’amante cosa vuoi pretendere anzi appoggio alla squadra baci e abbracci. Mi viene il vomito credimi.

  10. Caro Semarco, anche per stemperare un poco i toni, mi viene da fare lo…storico, con finale ….comico (e tragico) In effetti in questi ultimi 10 anni anche i bibini hanno avuto l’occasione e cioè nel 2015 quando hanno centrato i preliminari ma non avendo la Licenza Uefa hanno lasciato il posto alla settima classificata, guarda un pò, la Samp, la quale (con il fenomeno Zenga in panchina) ha buttato letame sulla sua bella storia passata (scudetto, coppe e finale Campioni) con una delle prestazioni più assurde e mortificanti che si possano immaginare (sconfitta casalinga con il Vojvodina 0-4). Ecco il tragico della vicenda che era nata comica…..

  11. D’accordissimo con Semarco!
    Davvero mortificante constatare che il nostro UNICO tiro in porta è stato il gol, incredibile!
    Il rammarico è aver preso il rigore in un momento nel quale loro sembravano aver accusato il colpo e noi in pieno controllo, mi sarebbe piaciuto conservare il vantaggio per più tempo, ho la sensazione che avremmo visto un’altra partita e soprattutto un’altra Samp…
    Ma la recriminazione finisce qui, il punto per come abbiamo “giocato” è oro colato…
    Io non so se GP abbia fatto il suo tempo, so solo che questo mister mi lascia più che altro esterrefatto quando apre bocca: dieci giorni fa l’intervista “talebana” su Repubblica, ieri nel post partita le dichiarazioni nelle quali “si aspettava di peggio” ( andiamo bene…) e che siccome la partita si è fatta sporca noi soffriamo, quindi il capolavoro quando afferma che sulla nostra gara ha pesato il fatto che venivamo da tre k.o. di fila…perchè gli altri invece no?
    Mah…

  12. Ciao el cabezon Giampaolo rappresenta la società il nulla senza perdere di vista il fatto che il prossimo anno plusvalenze se Andersen è quello di ieri sera le hai finite voglio vedere cosa ci aspetta, Parma e Sassuolo sono davanti a noi squadre costruite per non retrocedere e che giocano sicuramente un calcio migliore del nostro in ambienti meno depressi. Mah vedremo….

  13. Giampaolo ha perso la brocca, anche nelle dichiarazioni…in campo si ostina a presentare questo modulo, che ci fa soffrire enormemente a centrocampo, soprattutto con squadre col centrocampo a 5, senza porvi rimedio, semplicemente perchè “la Samp cambierà modulo quando me ne andrò”.
    Risultato? un giro palla lentissimo e prevedibile, zero movimenti senza palla e davanti pericolosità limitata a qualche invenzione di Quagliarella che si sbatte per 11….poi lo vedeva anche un cieco che Ekdal era distrutto, ma il maestro non lo ha sostituito…aveva paura di prender goal e si teneva il cambio per far entrare attaccante…la squadra se la faceva sotto, perchè il suo allenatore trasmetteva paura!
    Ma mi soffermo su un giocatore che per me, a questo punto, non è tutto sto fenomeno che credevamo: Praet, aumento dell’ingaggio a 2 milioni, ma in campo rimpiango Barreto, il che la dice lunga!

  14. Si, penso proprio di si, GP sia arrivato a fine tragitto, forse non in termini di esonero ma come leadership nel concetto di squadra. Giocare un derby con così poca verve è un segnale forte. Proprio i derby erano il piatto forte di GP, la preparazione e la partita propria. Questa stagione abbiamo fatto 3 partite e mezza (milan) in modo convincente. Dato allarmante.

  15. Luca (quello che stava in Brasile) -

    SOLODORIA, ALE, SAMPMANIA, LUIGI… difficile scegliere il commento con cui mi ritrovo maggiormente.

    Con Giampaolo capisci come andrà la partita giá dalle formazioni: Ekdal (che il CT svedese nonna messo neanche in panca perché era cotto, mentre il nostro Guru schiera titolare per 90′!) e Ramirez sono davvero due bestemmie.
    E non venitemi a dire che Ramirez ha giocato bene e fatto il cross del gol, perché a me sono bastate 2 giocate 2 di Saponara per vedere un altro film.
    A proposito: avete visto come é grasso Defrel? Qualcuno mi sa dire perché si infortuna una domenica si e l’altra pure?
    nel frattempo Iako vince 2 su 2, rimontando 2 gol all’Atalanta, pur sbagliando un rigore, e facendo il gol della vittoria al 94mo con… Silvestre! Lí si che si vede la mano del capo, del motivatore, altro che musse.
    La cosa peggiore della domenica é la boria e la prosopopea del “Professor Sudaticcio” che parla della petecchia appena terminata come di una semifinale di coppa del mondo vinta… VIA GIAMPAOLO SUBITO!

  16. Io, per il derby e solo per quello, a vederli rodere come dei matti perchè pur giocando meglio e tirando in porta piu’ volte, non sono riusciti a vincere (nemmeno) questa volta, devo dirvi la verià, godo assai! Per il resto siamo dei maledetti inguardabili e forse, dico forse, se riuscissimo a tornare a giocare a centrocampo a livelli accettabili, riuciremo a veder eun po’ del buon gioco dell partite fino al Milan. Oggi Praet (fantasma), Ekdal (non è torreira, ma manco da distante) e Jankto (fantasma 2) fanno talment cagare che la difesa balla e l’attacco è nel deserto dei tartari.

  17. Aspettiamo un commento tecnico di carlo gino sarpero che mi ha piu’volte insultato solo perche’mi sono permesso di dire che giampaolo non e’questo maestro della difesa ed elargitore a noi poveri tifosi dementi di un tiki taka mostruoso…

    • Seguo Giampaolo da quando allenò il Cagliari, anche perchè più volte accostato a noi in passato.
      La sua storia dimostra che cura molto la fase difensiva e prende lo stesso goal, e ha sempre fatto fatica davanti a far goal…certo contano anche gli interpreti e alla Samp ha fatto bene rispetto al suo passato, ma in queste ultime partite, ripenso a quanto era utile Zapata li davanti a far salire la squadra, ad essere un punto di riferimento, quando col tiki taka a rallentatore non riuscivi a far azioni pericolose e davi la palla a lui che, era quasi più assist man che goleador puro.

  18. Un’ora davvero sotto tono. Persino a livello fisico. Vedendo le due mezzali, ho rimpianto sala in quel ruolo (ebbene sì, lo ammetto). L’inconsistenza di defrel è preoccupante (e chiunque subentri al suo posto è inadeguato). In questo momento? Linetty e Barreto con ekdal in mezzo. Tanta legna e punti (anche uno) in cascina… In attesa di tempi migliori che, a mio modo di vedere, torneranno presto..

  19. Credo che i commenti siano tutti giusti e capisco la mortificazione dopo una gara così. Prendiamo gli aspetti positivi. Primo non abbiamo perso, poi Audero e Quagliarella sono due certezze. Io ho ammirato anche Tonelli, Ekdal e, per lunga parte della partita Ramirez. Per il resto buio totale dall’allenatore che ha smentito le sue parole e snaturato il suo gioco (lanci del portiere mai visti prima e nessuna ripartenza dai difensori), e la cosa più preoccupante l’involuzione di numerosi elementi da Praet inguardabile a Yankto inesistente e soprattutto aglli attacanti. Defrel rotto? Caprari scomparso del tutto va venduto assolutamente a gennaio. Poi Saponara, è vero è entrato alla fine ma chi lo ha visto?. Ripartiamo dal Bologna e lo ripeto a gennaio due attaccanti nuovi, non uno due e via Caprari e il polacco e per il 2019/20 valuterei attentamente chi riscattare Defrel in testa.

Lascia un commento

Powered by themekiller.com