IACHINI, SIAMO NELLE TUE MANI: PRENDICI BARRETO

4

C’è un allenatore di serie A che molti tifosi sampdoriani amano alla follia. Montella? Acqua. Chi se non Beppe Iachini, il sergente di ferro, il tecnico col cappellino che da rabdomante provetto ci ha portato all’oasi della serie A, conducendoci fuori dalle sabbie mobili dove Atzori ci aveva fatto sprofondare con Bertani e Piovaccari.

Quella volta Iachini, coi distintivi sul petto e una cattiveria da far impallidire il sergente Hartman di Full Metal Jacket, aveva trasformato un branco di smidollati in un gruppo di uomini, imponendo loro di mangiare il cuore ai loro avversari. Che sia in grado di ripetere il miracolo con Edgar Barreto? Il centrocampista paraguaiano – Osti non ha smentito – è tra i papabili per sfoltire il nostro reparto di centrocampo, senza dubbio il peggiore dello scorso anno. E di cui il simbolo era proprio Barreto, che dopo una stagione da dimenticare è pronto per… Andare all’Udinese?

Iachini, che ha appena sostituito Colantuono sulla panchina della squadra friulana, avrebbe fatto il suo nome alla famiglia Pozzo per “rinforzare” il centrocampo.

Sembra triste prendersela con Barreto che, con riferimento alla scorsa stagione, paga colpe da condividere con il resto della squadra. Ma il repulisti a cui stiamo assistendo non può prescindere da un giocatore, per quanto irreprensibile dal punto di vista umano, che l’anno passato ha fatto passare dei weekend orribili ai propri tifosi, con la partita a Marassi contro il Napoli a rappresentare la punta dell’iceberg.

Barreto, acquistato a inizio 2015 a parametro zero, guadagna 900 mila euro all’anno e ha in essere ancora due anni di contratto con la Sampdoria. Liberarcene sarebbe un affare, data l’abbondanza che abbiamo in mediana. Piuttosto teniamo Ivan (dato vicino al Bari) un ragazzo che fa della grinta la sua cifra stilistica. Meglio un giovane ancora da farsi, soprattuto nel fisico, che un ultratrentenne imbolsito. E poi c’è Iachini che ci corre in soccorso. Magari, prendendolo a calci nel culo, lo farà tornare un calciatore.

ROBERTO BORDI

Autore

Roberto Bordi

Redazione

4 commenti

  1. LUCA DAL BRASILE -

    esatto: dare via le zavorre come Barreto e tenere i giovani bravi come Ivan.
    Se si fa male cigarini o Carbonero (ammesso che sia guarito) chi ci metti al loro posto?
    Se devi difendere un risultato in trasferta e marcare il terzo attaccante degli avversari, chi metti … Cassano?

Lascia un commento

Powered by themekiller.com