IN GINO VERITAS: “ECCO L’ASSETTO TATTICO DELLA NUOVA SAMP”

9

La nuova Sampdoria del presidente Massimo Ferrero si presenta in ritiro con lo staff tecnico confermato e l’aggiunta di 2 innesti.

Uno è Vincenzo Manzi, che aiuterà Bovenzi come preparatore atletico ad affiancare il tecnico De Leo. Come collaboratore arriverà Renato Baldi.

Confermati Sardini come preparatore atletico e Massimo Catalano.

Quest’anno Sinisa ha dichiarato di voler cambiare modulo e provare a giocare con un 1-4-3-3 visto poche volte lo scorso anno, pur tenendo sempre prersente la pista vincente del 1-4-2-3-1.

Come lavora la nostra squadra?

Il nostro preparatore atletico Bovenzi, in un’ intervista di qualche giorno fa, ha parlato di un lavoro atletico integrato con le idee di gioco del mister.

La favola del “fieno in cascina” in ritiro è stata sostituita con un lavoro di carico continuo e distribuito in maniera equilibrata durante l’anno.

Quindi ben venga il lavoro atletico ma svolto con un'”idea calcistica”.

Stop alle infinite sedute nei boschi e didattiche viste lo scorso anno con mister Rossi .

Mister De Leo lavora invece con la metodologia della periodizzazione tattica e con i giochi di posizione, tanto cari al Barcellona ed illustrata in un mio articolo della stagione passata.

Negli allenamenti svolti fino ad ora, si vede  come si lavori in maniera “didattica attiva” sugli scivolamenti difensivi di difesa e centrocampo, e su quelli offensivi, con i tempi giusti per l’inserimento degli esterni bassi e delle mezze ali di centrocampo.

La triade offensiva sempre in movimento con i tagli centrali e con Okaka “boa centrale” per aprire varchi ai compagni e servire sugli inserimenti gli esterni di attacco che lavorano “dentro” il campo, giocando a piede invertito per lasciare la corsia libera all’inserimento del terzino.

Ho visto qualche seduta anche sul cambio di gioco veloce per attaccare la zona cieca opposta.

La formazione tipo la possiamo per il momento leggere in questo modo, con il modulo prescelto da Sinisa, l’1-4-3-3:

Da Costa in porta, difesa a 4 con De Silvestri a destra e Regini a sinistra, centrali Mustafi e Gastaldello, Palombo o Campana come mediano centrale, Soriano favorito su Obiang come mezzala destra e Kristicic come mezzala sinistra. In attacco Gabbiadini a destra, Eder a sinistra e Okaka centrale.

A mio avviso, con un anno di crescita in più  per questi giovani, la squadra è molto più forte e completa della scorsa stagione, grazie anche al lavoro di Sinisa ed il suo staff.

Riuscendo ad iniziare già dal ritiro con questa nuova metodologia la squadra potrà presentarsi al meglio per l’inizio del campionato.

Il lavoro che stiamo osservando nelle sedute ci porta a pensare di poter vedere una squadra che parte con un possesso palla, a partire già da dietro su rimessa del portiere: gioco propositivo, collettivo ed offensivo, con le poche individualità messe al servizio dell’idea del gioco del mister.

Sarà una squadra aggressiva, determinata, con recupero immediato sulle palle perse, che gioca “alto” con combinazioni veloci in avanti grazie agli inserimenti degli esterni bassi e delle mezze ali, per portare almeno 7 giocatori in zona offensiva.

Gran lavoro sui calci piazzati dove lo scorso anno abbiamo messo in mostra degli ottimi schemi spesso vincenti.

Io resto molto fiducioso del nostro staff: sono una garanzia.

Se la squadra li segue ciecamente potremmo toglierci diverse soddisfazioni, pur non dimenticando il nostro obiettivo.

Ottimo il lavoro di sfoltimento della rosa, ora aspettiamo gli ultimi 2-3 acquisti per completare la tela su cui Sinisa e co. dovranno disegnare per il campionato…

Auguro a loro e a tutti i giocatori un BUON LAVORO.

 

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

9 commenti

    • Bellissimo articolo, complimenti! Finalmente si parla di tecnica e tattica, di quello che potremmo vedere in campo e non delle puttanate quotidiane che spara il presidente. Con questo tipo di atteggiamento, aggredendo alto e con almeno quattro giocatori fissi in fase d’ attacco si creano i presupposti per mettere in difficolta’ le squadre di pari valore o inferiori. Ovviamente con le prime cinque-sei del campionato si rischiano le imbarcate ( come successo nel finale della scorsa stagione ), ma credo che il gioco valga ampiamente la candela. Quella di giocare a viso aperto con tutti e’ la mentalita’ giusta di insegnare calcio e crescere un gruppo di giovani come il nostro. E smettiamola con questo ridicolo fanta- mercato, per noi la strada e’ pochi soldi- grandi idee, altro che balle.

      • Al colpaccio ci si può arrivare anche senza fare investimenti esorbitanti. Se si cede ROmero a 4-5 milioni si è in grado di pagare lo stipendio a qualche svincolato di lusso. Bisogna ottimizzare le risorse, approfittare delle occasioni del mercato, come fanno tutti i club di fascia media, tranne la Samp degli ultimi anni garroniani.

  1. Disamina molto interessante, complimenti al tecnico! Stando così le cose, se non arriva nessun altro a centrocampo, la sorpresa potrebbe essere Campana! Dicono che abbia buoni piedi, me lo vedo bene vicino a soriano e palombo/kristicic

  2. Per quello che ho potuto vedere rispetto allo scorso anno i ragazzi sono meno imballati , passano molto meno la palla all’indietro e il continuo scambio di ruolo tra centrocampisti funziona così come le frapposizioni sulle fasce… Ottimo a mio avviso l’inserimento dei nuovi Fedato, Duncan e in parte Rizzo. Meno bene Cacciatore . Dei “vecchi” bene Gabbiadini, Regini, Fornasier, De Silvestri e Soriano, in difficoltá Okaka, Kristicic,Renan e Costa mentre Palombo e Gastaldello sono al momento sufficienti nel loro compitino……da rivedere Pedro e Campana e ovviamente il portiere…..da puntualizzare come anche con i dilettanti a volte la difesa va in affanno per appoggi sbagliati o scivolate causate da deconcentrazione….a mio parere la difesa è quella che necessiterebbe di un inserimento di un giocatore esperto ma sempre sul pezzo….

  3. grazie a tutti per i complimenti!concordo con voi sul portiere,ma per il momento in rosa c’è solo lui poi se l’alternativa è frison…ale per quanto riguarda le partite del momento non le userei tanto come indice di prova o per testare i giocatori,tra un mese vedremo qualcosa in più,la difesa sarà quella,con mustafi maturato di un anno e l’eterno e solito gastaldello autore di buone prove e di grandi errori..

Lascia un commento

Powered by themekiller.com