GIAMPAOLO: “QUAGLIA E’ IL NOSTRO RONALDO. DOMANI SERVE PARTITA STRAORDINARIA”

5

Sampdoria attesa all’Allianz Stadium dopo una striscia di risultati altamente positivi che ci hanno proiettato ad un clamoroso quinto posto in solitaria.
L’ultima partita del girone d’andata è la più difficile del campionato, a Torino contro la Juventus. Ossia, non abbiamo nulla da perdere (anche se Giampaolo, come vedremo, ha sostenuto il contrario). Si potrebbe dire che possiamo affrontare la gara con la forza dei nervi distesi ma servirà una grande Sampdoria, al massimo dell’intensità e della concentrazione.
Squadra incerottata, “il dottore farà la formazione” – ha detto il Mister in conferenza stampa, presentando il match:

Quando c’è in palio qualcosa, hai sempre da perdere. Che poi la posta in palio sia da giocare contro una squadra molto forte in Italia e in Europa è un dato di fatto” – ha esordito Giampaolo.
“Il periodo di appannamento si è limitato a tre partite – ha aggiunto – “Non ci fosse stato ora saremmo terzi in classifica. Ma la squadra non ha avuto un periodo di appannamento: ha dato tutto oltre le sue possibilità. Ultimamente abbiamo raccolto tre risultati positivi. La dodicesima però resta a quattro punti. Bastano due domeniche a cambiare la classifica e io sono realista, non mi cullo, non mi bevo più di tanto questa classifica – spiega il Mister: “Ora abbiamo la Juventus, poi la Coppa Italia, quindi Fiorentina e Napoli. Ci vuole un attimo a cadere di nuovo“.

Formazione.

«La formazione la farà il dottore domani, non siamo messi bene. Bereszynski, Regini e Barreto sono fuori, Andersen è squalificato, assenze pesanti nell’economia della squadra. Ronaldo non fa paura ma stimola. E poi lo abbiamo anche noi un Ronaldo in squadra. Quaglia ha una percentuale realizzativa molto alta, ogni domenica lascia la sua firma. È il nostro Ronaldo, ma lo sarebbe in qualsiasi squadra. In difesa Giocherà Colley di sicuro, poi uno tra Tonelli e Ferrari, dipende chi sta meglio. Domani non basterà fare una grande partita sul piano di non possesso, ma bisognerà farla soprattutto in fase di possesso palla. Contro la Juventus, se hai mezza occasione te la devi giocare: i bianconeri si prendono quello che si devono prendere, hanno lasciato pochi punti per strada. Bisogna fare una partita straordinaria in fase di non possesso e anche oltre”.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

5 commenti

  1. Spero solo che giochiamo con grinta e determinazione non rassegnati come spesso succede a Torino con la Juventus. Poi magari perderemo loro sono fortissimi. Mi auguro solo che le lamentele di Allegri non portino a decisioni dubbie, allora sarebbe triste e non sarebbe la prima volta vedi sconfitta brutalmente immeritata di Milano con il Milan

  2. Mi dispiace dover fare il “profeta nero” ma ho una strana sensazione per la quale sarei felicissimo di sbagliarmi e magari di essere preso a pernacchie. Sarebbero bellissimi sberleffi. Ma la mia sensazione è che vedremo il lato B della Samp cioè di quella squadra che non solo perde (e ci sta) ma che nemmeno si gioca la partita. Ormai ci siamo. Se proprio si deve soccombere vorrei che avvenisse con il risultato in bilico fino alla fine.

  3. Lo dico ora, a fine primo tempo, se anche finisse 5 a 1 per gli altri, oggi sono già contentissimo così. Tanta tanta tanta roba, specie dopo aver subito immediatamente il loro vantaggio.. Fantastiche le lamentele del pubblico di casa sulle decisioni arbitrali!

Lascia un commento

Powered by themekiller.com