GIAMPAOLO: “GABBIADINI DIVENTERA’ UN EROE. PER L’EUROPA CI SIAMO ANCHE NOI”

8

Vigilia del match contro la Fiorentina all’Artemio Franchi. Una partita che secondo le parole del Mister può considerarsi uno spareggio per un posto in Europa League: “Per l’Europa c’è un posto se pensiamo di avere sei squadre davanti – ha detto oggi Giampaolo in conferenza stampa – “Ad oggi la classifica dice che quel posto se lo giocano l’Atalanta, Torino, Fiorentina, Sampdoria, Sassuolo e Parma. È come la bella di Torriglia, tutti la vogliono. Ci siamo anche noi, ma la strada è lunga e tutte le squadre che ho elencato dovremo affrontarle. Le partite si giocano con un livello di equilibrio altissimo e le differenze le faranno le piccole cose; noi dobbiamo lavorare sulla mentalità della squadra che dev’essere ambiziosa e propositiva, per giocare alla pari anche con le grandi del campionato”.

Sull’arrivo di Gabbiadini
Manolo ha tanto entusiasmo e voglia allenarsi – risponde il Mister – ” Dall’inizio non giocherà, poi deciderò in base a come si mette la partita. Muriel? Per lui ho un debole, l’ho amato e gli ho anche concesso delle deroghe sempre dentro dei canoni. Poi lui aveva sempre la possibilità di fare la giocata vincente: è andato via dalla Sampdoria quando ha maturato il suo percorso, noi gli vogliamo bene. Ma anche Gabbiadini dovrà diventare uno degli eroi: la Sampdoria fino ad oggi non ha avuto problemi realizzativi, ma Manolo è venuto a darci ulteriore linfa. Anche perché le partite non le vinci mettendo dentro i terzini, con tutto rispetto per loro. Si vincono con la qualità e penso che Gabbiadini sia un ulteriore innesto di qualità. Dobbiamo dar merito anche a quelli che ci hanno portato fino a qui e Gabbiadini diventerà un eroe“.

Infine sulla possibile uscita di Defrel.
Defrel non parte, il partente è Kownacki” – risponde seccamente Giampaolo. “Qualche problema domani lo abbiamo a centrocampo perché Barreto e Linetty non sono recuperabili. Coloro che partiranno da titolari sono affidabili, ma potremmo inventarci qualcosa se avessimo bisogno in un ruolo diverso. Jankto giocherà, all’inizio non ha accettato bene l’esclusione dai titolari, poi ha avuto una svolta. Con il Milan mi è piaciuto, si è integrato benissimo nel nostro sistema di gioco”.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

8 commenti

    • luca (quello che stava in Brasile) -

      ESATTO! Alla faccia dei “so tutto io” che con tanto di interviste, citazioni, link e centro statistiche, affermano il contrario…

      Magari le proposte non sono sue, ma la scelta tra busta 1 e busta 2 la fa lui, eccome.
      Per cui Muriel via, Schick via, Zapata via, Defrel, Kownacki, Sala, Alvarez, Regini… e mettiamo anche Tonelli, sono decisioni che la società ha adottato e adotterà con il beneplacito (quindi accettazione e/o stimolo) di GP.

      Poi ci sono le cose collaterali, come Vieira, Tavares, i giovani da comprare e mandare in prestito… In queste cose magari non lo consultano piú di tanto.

      • Ma scusa. Ma ci mancherebbe ancora!! Un conto è avere potere di scelta, un altro è accettare le scelte degli altri (più o meno passivamente), avendo capacità di indirizzare un orientamento quando la scelta stessa è duplice (defrel o kow) e non univoca e quindi imposta (Schick, Zapata, ecc)… Il tuo odio nei confronti del mister è viscerale, ma un po’ di obiettività per favore! Mi chiedo come possa stupire un mister che, di fronte all’esigenza di far partire uno dei due attaccanti in rosa, esprima la propria preferenza… Mah!

  1. Defrel e’ giusto che rimanga fino a giugno per l’ ottimo contributo ed impegno che ha dato fino adesso.
    Le sue ultime prestazioni non al livello delle sue prime partite sono dovute al recente infortunio e a paura di ricadute. Tecnicamente e’ 2 volte meglio di Caprari . Il goal fatto alla Roma (stop e tiro al volo ) pochi lo fanno in questa Serie A. Sono sicuro che presto ci dara’ di nuovo da gioire , magari insieme al Gabbia !

    • A proposito di quel gol di Defrel contro la Roma, giusto per divagare un pò, ma secondo voi quello stop di tacco fu voluto?
      Io ho sempre avuto l’impressione che volesse fare un passaggio ma la palla gli è rimasta lì, perchè se veramente ha pensato e realizzato tutto ciò siamo di fronte a un genio assoluto del calcio…

  2. Comunque secondo me l’impatto di Gabbiadini sarà considerevole, come dice Giampaolo. Alla Samp ritrova l’ambiente perfetto e si consacrerà. Piccolo particolare: tutti vanno a vedere il numero di goal segnati, ma non lo correlano al minutaggio, che non è altissimo; ebbene, facendo 2 conti viene fuori una media di 0.4 goal a partita fra Serie A e Premier!! Non male…..
    https://www.transfermarkt.it/manolo-gabbiadini/leistungsdaten/spieler/112343/plus/0?saison=ges

    Quindi acquisto sulla carta azzeccato per il prezzo pagato.

  3. Non dimentichiamo mai l’apporto che potrà dare Gabbiadini sulle punizioni e in generale sui tiri da fermo.
    Attualmente nella Samp siamo carenti sui calci d’angolo e sulle punizioni dalla trequarti Manolo ci ha già fatto vedre di che pasta è fatto e poi è un professionista perfetto. Venduto da 15 giorni al Napoli ha segnato nelle ultime due partite fatte e si è impegnato al massimo. Ricordo altri che sapevano di andare via ed ha totalmente mollato come fece Sinisa prima di passare alla Lazio.

Lascia un commento

Powered by themekiller.com