GABBIADINI AL NAPOLI. SI PUO’ FARE

7

Attacco frontale del Napoli su Gabbiadini. Benitez lo vuole per sostituire Insigne infortunato, ha visto in Manolo le caratteristiche che servono alla sua squadra: 15 milioni a gennaio, De Laurentiis pregusta il giocattolo.
Se le cifre corrispondessero al vero sarebbe un’offerta interessante, a quanto pare apprezzata sia dalla Samp che dalla Juve (le squadre che detengono in comproprietà il cartellino del giocatore).

Per ciascuna ci sarebbe dunque una plusvalenza di un paio di milioni di euro e la risoluzione di un caso spinoso, che poteva finire alle buste a giugno.
La Juve ci sta pensando, Marotta aveva già fatto capire che i bianconeri non avrebbero puntato su Manolo.
E anche Ferrero sembra interessato. Ricordiamo le testuali parole del presidente a Tiki Taka, mentre parlava del procuratore dell’attaccante: “L’ho già mandato una volta affanculo!
Non c’è amore fra Ferrero e Pagliari, ma è chiaro che per qualsiasi mossa di mercato a gennaio servirà il benestare di Sinisa.
L’ipotesi che rilancia Il Secolo, in caso di cessione di Manolo, è quella di un possibile cambio di modulo: 4-3-1-2, con Soriano dietro le punte e lo stantuffo Rizzo inserito a centrocampo.
Sempre nel campo delle possibilità, potrebbe essere ceduto anche Bergessio, come pedina di scambio per arrivare ad un esterno d’attacco in grado di sostituire Gabbiadini.
In questo secondo caso assisteremmo ad una piccola rivoluzione del reparto offensivo.
Vale la pena rischiare? Forse sì.
Manolo è fondamentale sui calci da fermo, fa lavoro sporco e se ha spazio vicino alla porta con il mancino è quasi sempre letale.
Lati negativi: soffre di eclissi frequenti, spesso si assopisce in campo, non ha ancora quella dose di grinta e furia agonistica che ad esempio vediamo in Okaka e Eder.
Detto questo, l’offerta del Napoli è allettante e Osti ha ribadito : “A gennaio non ci indeboliremo”. Ecco che allora l’idea Gabbiadini-Napoli potrebbe riservare anche un’opportunità per i nostri colori.
L’eventuale cessione di Bergessio potrebbe farci arrivare ad un esterno forte. Servirebbe poi una puntarella in panchina a fare la riserva di Okaka.
Certo, si tratterebbe di un puzzle: i tasselli con fortuna e abilità devono andare tutti al loro posto.
Ma se azzecchiamo le mosse possiamo veramente rinforzarci.
La nostra squadra dà la sensazione di avere un grande valore, meccanismi perfetti, ma anche qualche lacuna in attacco.
Una piccola rivoluzione davanti (che non tocca i punti salddissimi Okaka ed Eder) potrebbe essere decisiva per un ulteriore salto di qualità.
La società dice: “A chiusura della finestra di mercato non saremo indeboliti”. E noi ci fidiamo.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

7 commenti

  1. Ma secondo voi perché si parla di Gabbiadini al Napoli proprio prima della partita con i partenopei? Come prima del Milan Okaka sembrava già a Milano…boh comunque vada mi fido di Sinisa del viperetta e addirittura di Osti! Avanti mainé

    • Non mi sembra una grande idea, a gennaio i giocatori buoni sotto contratto costano carissimi, gli svincolati buoni si accordano per cifre di ingaggio molto alte. Resta il carrello dei bolliti sul quale si trova gente come Pazzini, un bollito caro tra l’ altro. Meglio non toccare il giocattolo fino a giugno, quando si potra’ aggirare comunque l ostacolo comproprieta’ vendendo la nostra meta’ di Gabbiadini al miglior offerente, avendo molto piu’ tempo per pianificare moduli e sostituzioni varie.

  2. Giovanni Prussia -

    Ci avrei giurato che finiva così. Già a novembre l’assalto alla diligenza. Dobbiamo far quadrato e difendere la squadra almeno sino a giugno, che non rompano i coglioni sino a giugno , poi si vedrà. Non è che alla fine del campionato un gabbiadini possa valere meno. Anche come segnale di serietà e coerenza per es nei confronti del grande sinisa.

  3. Di certo Sinisa non è un Di Carlo qualsiasi (con tutto il rispetto), a cui possono togliere Cassano e Pazzini e lui se ne deve stare comunque zitto… Questo anche se Mancini gli ha appena soffiato il posto all’Inter ahaha. Non faranno nulla su cui lui non darà il beneplacito. Poi non so voi, ma io dallo scambio Okaka-Pozzi sono diventato molto fatalista e più che sindacare sto alla finestra… Chi vivrà vedrà, comunque il 4312 non è male.

Lascia un commento

Powered by themekiller.com