FUORI DA TUTTO. SENZA CORAGGIO NON SI VA LONTANO

5

Una Sampdoria minima e poco coraggiosa. Qualche passo in avanti si è visto nel primo tempo, a tratti è stata anche una bella Samp ma è veramente troppo poco.
Ci resta la partita di domenica, quando col Palermo giocheremo il match salvezza.
L’obiettivo è restare davanti al Frosinone. Insomma, questa stagione sta diventando una tristezza cosmica.

Nel nostro anno inglorioso abbiamo avuto l’occasione per raggiungere la finale di coppa Italia, un culo epocale ma, complice l’infortunio di Eder, ci presentiamo contro il Milan con una formazione piatta, senza guizzi, dove tutto il nostro gioco è affidato alle invenzioni di Muriel che come al solito latita. Davanti è il deserto.
Cassano entra solo al 77′, proprio al posto del colombiano, un modo come un altro per tagliarci le palle da soli. Forse si voleva preservare Muriel per domenica, o forse Luis era bollito.. Fatto sta che per far entrare Cassano solitario davanti,  tanto valeva che entrasse Montella, dalla panchina al campo: ha la stessa mobilità ma almeno è più attaccante d’area.
Dulcis in fundo, Zukanovic si fa buttare fuori come un ebete. Grazie anche al bosniaco abbiamo buttato nel cesso quella che, per Grazia ricevuta, poteva essere la partita dell’anno.
Il Milan fa giusto il minimo indispensabile: due azioni efficaci e due reti. La vittoria rossonera è meritata, Sinisa dovrà farci un monumento: gli abbiamo salvato le chiappe per la seconda volta nell’arco di 20 giorni.
Ora la stagione è buttata nel cesso, paghiamo alcune scelte non positive della società, il suicidio di prendersi Zenga in estate, una preparazione atletica disastrosa, l’apporto praticamente nullo di Muriel, etc.

Resta la piena fiducia in Vincenzino che sta creando una squadra settimana dopo settimana, sviluppando il proprio gioco e costruendo dalle rovine.
Ora si pensa solo al campionato, dobbiamo conquistare i 40 punti e stare davanti al Frosinone. Non è una prospettiva che fa esaltare ma la semplice realtà dei fatti.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

5 commenti

  1. io invece vorrei mandare affanculo la meta’ degli abbonati che ieri non è venuta allo stadio!!!!!!!!!!! perchè non c’eravate per la partita piu’ importante dell’anno????cosa ci venite a fare domenica???cosa cambia da ieri??smettiamola di lodarci…. pubblico di merda!!!!!!!!!!!!!poi pero’ a criticare la dirigenza siete i primi!!!!!!era anche gratis……….. volevate anche 20euro forse??????????pagliacci!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • Scusami se mi permetto di dirti che al mondo c’è gente che si fa il culo anche dodici ore al giorno, ed io sono uno di quelli; se mi permetti ancora, posso decidere, che dopo un’intera giornata di lavoro se sono stanco, come ieri sera, non mi va proprio di andare a vedere sempre perdere la mia squadra contro quella dell’ex presidente del consiglio da sempre “raccomandata”….
      Grazie

  2. Ragazzi, che delusione!
    Se penso ai salti mortali che ho fatto per essere presente e il tutto per vedere la mia squadra che nell’arco dei 90 minuti fa due mezzi tiri in porta mi sento un imbecille, anche se poi so già che lo rifarò…
    Buona la prima parte del primo tempo, ma poi sinceramente è stato un discreto pianto, fossi un dirigente per i prossimi tre mesi obbligherei Zukanovic a presentarsi alle 7 a Bogliasco a dare una mano ai magazzinieri, sciocchezze simili per conto mio sono inaccettabili…
    Considerazioni sparse:
    – spero che accada il miracolo di Natale, ossia che qualcuno più fesso di noi si presenti con 10 milioni e porti via Muriel, se penso a quanto è costato e che il suo apporto realizzativo è inferiore a quello di un tal Pavoletti mi sento male, giuro non lo posso più vedere…
    – Carbonero: è un giocatore di calcio?

    Per me quella di ieri era la partita crocevia della stagione, averla fallita in questa maniera contro una squadra che nell’ultimo mese e mezzo ha vinto solo contro di noi è da depressione allo stato puro, considerando il fatto che credo ( forse sarebbe meglio dire spero…) che non avremo troppi impacci a tirarci fuori dalle zone calde il mio entusiasmo è già sotto zero, manco è Natale e non ne ho già più voglia…

  3. Siamo alla frutta, contro una squadra di morti abbiamo giocato una partita da Zombie, il problema e che a breve non vedo svolte nella nostra stagione, a questo punto il match con il Palermo diventa fondamentale, visto le prestazioni che regaliamo speriamo di fare punti.
    La squadra è alla frutta, quest’anno se continua cosi rischiamo molto grosso!!!
    Apro capitolo: all’orizzonte si comincia a profilare il derby……..

  4. ………e stare davanti al Frosinone……ma anche a “quelli là”……che stanno peggio di noi e se riuscissimo a batterli nel derby (ma a questo punto se superiamo il Palermo buò bastare anche un pareggio *) allora li affosseremmo quasi definitivamente.

    * Dico questo perchè attualmente la parola” vittoria” non è che sia un termine molto diffuso dalle nostre parti……

Lascia un commento

Powered by themekiller.com