FERRERO VATTENE, COUNTDOWN N.2 – GARRONE OTTIMISTA: “SE NE ANDRÀ”

12

“Ferrero, porta via i coglioni”. Il grido riecheggia per tutta la città, ripreso a piene ugole dai tifosi blucerchiati che risiedono fuori Genova.
Scaduta il 30 settembre l’esclusiva per l’acquisto da parte del gruppo degli americani, poco cambia sulle sorti della Sampdoria.
Non c’è infatti la fila per acquistare il nostro club, che versa in condizioni imbarazzanti.
Lo stadio colabrodo, dove entra pioggia a catinelle, è uno scenario da film dell’orrore sotto gli occhi di tutti: fra corde a penzoloni, cessi che sputano autonomamente minzioni (o anche peggio), degrado in lungo e in largo. All’orripilanza dello stadio corrisponde con precisione chirurgica l’orrore delle prestazioni in campo della Sampdoria, ultima con merito in classifica e totalmente allo sbando per quanto riguarda la gestione tecnica.
Fra lo stadio latrina, Bogliasco ancora un cantiere e il valore dei giocatori ormai nullo, chiedere ancora 100 milioni per la cessione è chiaramente una presa per il culo, una pretesa da camicia di forza. Un caso di follia acuta che potrebbe essere curata soltanto con un brutale elettroshock, ma con un macchinario riesumato dalla medicina psichiatrica del 1800.
Gli americani dovrebbero essere pagati per acquisire la Sampdoria, altroché 100 milioni.
Il bavoso uomo dell’Urbe tenta maldestramente di approfittare dell’attaccamento di Vialli per la Sampdoria: ci fosse stata un’altra squadra di mezzo Gianluca se ne sarebbe già andato rispondendo con un plateale gesto dell’ombrello ai rutti dell’uomo vipera.
E invece la trattativa continua. Ma il Viperetta, c’è da chiedersi, sarà consapevole che ogni giorno che passa la squadra vale sempre di meno (con una prospettiva serie B purtroppo realistica e ingenti interventi di mercato a gennaio necessari) e che lui guadagnerà una cifra sempre piu’ ridotta dalla vendita?
Questo è un altro dei tanti misteri che circondano una trattativa logorante.

Intanto Edoardo Garrone dà segnali di speranza per una soluzione positiva. Nell’ultima uscita pubblica, in un’occasione speciale come la consegna del ricavato del Flachi Day all’Istituto Gaslini di Genova, ha dichiarato:

La vendita della società? Credo ci siano tutti gli elementi per chiudere in positivo. Sono fiducioso ma non voglio dire altro, spero che si finisca più presto possibile perché questi aspetti influiscono anche sul rendimento della squadra. Il nostro impegno è sul tavolo da mesi, finalizzato ad una conclusione positiva dell’operazione. Mi auguro che sia il gruppo Vialli che il presidente Ferrero ne tengano conto. Noi più di così non potevamo fare. Penso che ci siano tutte le condizioni perché vada a buon fine, poi ripeto non conduco io le danze, quindi non posso sapere cosa decideranno gli uni o gli altri”.

Garrone conferma di aver dato un aiuto economico, probabilmente importante, per la cessione e tutto (facendo gli scongiuri del caso) porta alla conclusione positiva della vendita.
Intanto sabato pomeriggio a Verona 2000 tifosi faranno sentire la propria vicinanza alla squadra in un momento drammatico: anche un pareggio per noi varrebbe oro.
In 2000 difenderanno la nostra porta, e che si facciano anche la barricate, si faccia un catenaccio alla Nereo Rocco per portare a casa un punto. Poi ci sarà tempo per pensare alla cessione: Ferrero, fuori dai coglioni!

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

12 commenti

  1. …..”le barricate in piazza le fai per conto della borghesia che crea falsi miti di progresso”….
    grande battiato che sa come funziona la propaganda verso gli “utili idioti”….

  2. forse un giorno sapremo la verità , perchè non si può credere che dei milionari regalino una società oggi valutata ” 100 ” millioni pagando fideiussioni varie per poi sborsare altri soldi pur che cambi di proprietà.non solamente è surreale ma poco credibile ! e spero e credo di non essere il solo a pensarlo !
    poi a ferrero … no me lo creo, no puedo !

  3. Ciao Gabry anche per me il passaggio da Garrone al nanetto sembrava il più grande mistero dopo le piramidi forse provando a ragionare potrebbe essere andata così: Garrone unico sampdoriano in famiglia avendo grosse perdite viene convinto a mollare appena possibile il deus ex machina a Roma il defilato Romei mette l’amico di famiglia che ha la giusta faccia di tolla entrato con la ex moglie signora facoltosa in una certa cerchia la nobiltà per capirci siccome l’interesse comune era ed è fare denaro dei nostri colori non importa una beata cippa andava bene così ed il gatto è la volpe a dividere i profitti. Dopodiché potrebbe anche non essere andata così però potrebbe essere una tesi.

    • ciao luigi anche puma punku in perù è un mistero non da meno ! poi la tua tesi potrebbe essere giusta . una cosa è certa nessuno regala niente e meno dei petrolieri , speriamo di vincere domani altrimenti sono caxxi acidi un saluto a te e anche a mio hermano pa-pa l´americano

  4. Ieri ho sentito una notizia che mi preoccupa. Un socio di Dinan avrebbe rilevato i debiti cinematografici di Ferrero. Se fosse vero penso che la strategia sia quella di metterlo con le spalle al muro e di comprare al minor costo possibile. E la Samp dove finisce? Temo, spero di sbagliarmi, tempi lunghi.

    • Diciamo che la notizia se confermata andrebbe nella direzione di quello che altair sostiene da tempo…tempi lunghi per portare lui e…noi allo sfinimento

Lascia un commento

Powered by themekiller.com