FERRERO SVEGLIA, SERVE UN MERCATO INTELLIGENTE

11

Si fanno diversi nomi per la difesa: Tonelli, Sabelli, addirittura l’impacciato Ranocchia. Zampano del Pescara è sempre favorito, mentre per il centrocampista Verre la trattativa è in stand by.
In attacco nessun nome attualmente è accostato alla Samp. Ma Budimir è dichiarato in uscita, un rinforzo almeno numerico dovrà arrivare.

Per quanto riguarda il reparto offensivo la società si sta muovendo per prolungare il contratto di altri due anni a Quagliarella. D’altronde Ferrero e il volpino Romei hanno sempre dichiarato di voler puntare sui giovani: cosa c’è di meglio che legarsi per un altro biennio a un 34 enne che già adesso si trascina per il campo con la lingua penzoloni?

Le ultime uscite della Sampdoria sono state deprimenti, fra la nebbia di Verona e il gioco ancor più nebuloso e malinconico visto contro l’Udinese.  Ma la notizia meno rassicurante è il volto di Giampaolo, forse colpito da alcuni fischi piovuti dallo stadio al termine dell’amorfa gara contro i friulani.
Il Mister con sguardo piuttosto rabbuiato ha provato a spiegare che “meglio di così non possiamo fare”, aggiungendo: “Se vogliamo dare motivazioni all’ultima parte di campionato dovremo intervenire sul mercato”. Parole piuttosto nette sulle quali c’è poco da aggiungere e che contrastano con quanto affermato poche settimane prima da Osti: “Non faremo cose importanti sul mercato, stiamo andando secondo i nostri programmi“.

Ma la classifica e le lacune ormai croniche della nostra squadra impongono di operare nei ruoli giusti: un terzino, un mediano che possa sostituire Linetty e un rinforzo in attacco, altrimenti vedremo a breve Quagliarella girare con la bombola d’ossigeno.

Sulle pagine dei giornali si ribadisce il concetto di “aurea mediocritas” a proposito del campionato doriano. Ma di aureo in questa stagione non c’è quasi nulla.
L’espressione latina è utilizzata per elogiare “il giusto mezzo”, non ha quindi a che vedere con la piega di schietta mediocrità che sta prendendo il nostro campionato. Una mediocrità destinata a continuare se Ferrero non si darà una svegliata e non riuscirà a portare i giusti rinforzi per dare una scossa a questa indolenza.

Il Viperetta se vorrà dare un senso alla seconda parte di campionato dovrà inventarsi un colpo di mercato. E’ il buon senso, ma soprattutto Mister Giampaolo che glielo chiedono.
Vivacchiare nella medio-bassa classifica di un campionato così scarso tecnicamente è svilente per la nostra Sampdoria.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

11 commenti

  1. Sta a vedere che adesso il problema della SAMPDORIA è il rinnovo a Quagliarella…suvvia, siamo seri!
    Personalmente, più che una richiesta, la frase di Giampaolo mi è sembrata una presa d’atto della realtà, dubito fortemente che il mister batta i pugni sul tavolo per reclamare rinforzi e poi…rinforzi per cosa???
    Per arrivare decimi invece che tredicesimi? Non credo avrebbe molto senso…
    Da questo mercato non mi aspetto nulla di particolare, solo qualche aggiustamento, sono più che altro curioso di vedere se e in che modo si noterà la mano di Pradè…

  2. LUCA DAL BRASILE -

    per me la cartina di tornasole delle intenzioni strategiche della societá, ovvero di ció che possiamo aspettarci per i prossimi 2-3 anni, sarà la secchione o non cessione dei seguenti giocatori:
    Linetty / Torreira / Skriniar / Schick / Praet / Pereira
    Se ne vendessero anche uno solo tra questi, vorrebbe dire che non ci sono progetti se non quello di galleggiare speculando sull’operato di Pecini.
    Posso capire la vendita a 25 milioni di Muriel, posso tollerare la vendita anche di Silvestre (se lui vuole andarsene e se entrassero 2 difensori forti e preparati per la A), ma il gruppetto dei ragazzi terribili che ho citato sopra dovrebbe costituire l’anima della squadra vincente del prossimo futuro.

    • Allora mettiti il cuore in pace perchè almeno uno tra quelli da te citati, non so se adesso o in estate, ci saluterà, felicissimo di recitare il mea culpa se sarò smentito…

  3. I soldi x quagliarella sono comunque gettati nel cesso, sfido chiunque a dire il contrario e una società come la nostra non potrebbe permetterselo

  4. Su Quagliarella avranno fatto le loro valutazioni, certo che nel campionato scorso era assolutamente in forma e reattivo, quest’anno ha il fiato più corto come dite voi.

    Far convivere “progetto” e autofinanziamento è dura, è un’arte… vedremo cosa faremo.

    La società la stanno mettendo in sicurezza, cosa positiva, ma mi rendo conto che un tifoso…

  5. LUCA DAL BRASILE -

    mah… io sono per natura ottimista, e anche parsimonioso, nel senso che mi piace utilizzare al massimo le cose, riciclarle, rinnovarle, insomma tirare fuori limassimo da ció che si ha a disposizione .
    Vendere un Cigarini (troppo buono per fare da vice a Torreira), un Muriel (troppo discontinuo per punirci al 100%, e molto valorizzato), un Sala (troppo fragile e comunque fuori ruolo), un Silvestre (troppi grilli per la testa , troppo alto l’ingaggio, e comunque sul viale del tramonto, anche se oggi come oggi indispensabile), un Barreto (all’apice della carriera, ma non certo uno su cui contare per il futuro)…. non mi fa disperare.
    Invece mi fa incazzare riuscire a scovare dei talenti veri e venderli alla prima rivalutazione del cartellino senza averli sfruttati pro domo nostra

  6. in questo momento c’e’ la classica situazione in cui si puo’ vedere il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto.la dimensione del doria oramai e’ questa,mettiamoci il cuore in pace.certo da tifosi e’ avvilente sapere che non si vincera’ mai piu’ nulla salvo implosione del sistema calcio e regole resettate e ridisegnate.per contro finora abbiamo quasi sempre visto una buona squadra che si impegna e che ci ha regalato belle soddisfazioni(primo tempo di roma sontuoso,derby,inter,rimonta storica col sassuolo e le merdacce granata).l’amico luca dal brasile ha fatto quella lista di nomi e ci sarebbe da firmare se non fosse venduto piu’ di uno a giugno ma ahime’ la dura realta’ sara’ ben diversa temo.l’anno prossimo altra infornata e via cosi’.sarebbe bello averli 2/3 anni e poi cessione alla massima valutazione ma il tempo di mantovani che costrui’ l’ossatura della squadra sul blocco storico poi rinforzava di anno in anno e’ preistoria.e speriamo che i conti tornino sempre

  7. Io comunque mi terrei Cigarini, visto che il procuratore di Torreira sta cercando di piazzarlo altrove…e qui veniamo a quello che vado dicendo da mesi: Giampaolo ha puntato sempre e solo sugli stessi uomini, cosicchè nel caso del bisogno non so quanto gli altri possano esser pronti, non giocando da mesi.

Lascia un commento

Powered by themekiller.com