FATTA PER DJURICIC. PUO’ ESSERE IL COLPO A SORPRESA

10

L’ipotesi di ieri si è trasformata nella (quasi) certezza di oggi. Filip Djuricic, trequartista serbo di proprietà del Benfica, è praticamente un nuovo calciatore della Sampdoria. L’ex giocatore tra le altre di Stella Rossa, Heerenveen ed Anderlecht arriva a Genova in prestito con diritto di riscatto fissato a circa 3 milioni di euro. Nelle ultime settimane, la Sampdoria aveva concentrato i suoi sforzi sul belga Praet, ma le richieste eccessive dell’Anderlecht (10 milioni) hanno convinto la dirigenza blucerchiata a virare su Djuricic, a Roma già oggi per svolgere le visite mediche.

Classe 1992, Djuricic sbarcherebbe, anzi, sbarca in Italia per vivere un anno da protagonista, tentando di riscattare le ultime tre stagioni vissute tra luci e ombre. L’ultima esperienza all’Anderlecht, in prestito dal Benfica: con la maglia biancomalva, Djuricic ha totalizzato. Non escluso del tutto un nuovo assalto della Sampdoria per Praet, ma l’Anderlecht dovrebbe abbassare le sue pretese economiche. L’ancora possibile arrivo del belga, tuttavia 20 presenze e 1 gol, creerebbe un’insolita abbondanza nel reparto offensivo, con tre trequartisti per una sola maglia. A meno che Giampaolo non voglia cambiare modulo. Ipotesi quasi certamente da scartare.

ROBERTO BORDI

Autore

Roberto Bordi

Redazione

10 commenti

  1. Solo il rettangolo di gioco dirà se questa politica del risparmio e delle scommesse sarà stata produttiva. Il resto sono solo chiacchiere.

    • Concordo ! Conosco poco i nuovi acquisti ( a parte Cigarini ) ma penso che non siano nè pippe nè fenomeni: sono probabilmente e potenzialmente buoni giocatori che possono rendere o meno in base all’ambiente che trovano ( e per ambiente intendo, modulo di gioco, assetto di squadra, ” sorveglianza ” societaria, andamento del campionato , affetto dei tifosi ); sta quindi a società e allenatore far sì che rendano al meglio. Ricordiamoci che abbiamo ottenuto un IV posto e una finale di Coppa Italia con gente del ” calibro ” di Pieri, Franceschini, Sammarco, Mannini, Guberti, Lucchini, del Vecchio, e per contro gente a mio avviso non scarsa vedi Fernando, Correa, Moisander nello sfacelo di quest’anno è naufragata….

  2. No Luca non strillo le mie sono solo preoccupazioni per una conduzione societaria che non condivido e non mi sembra di essere solo in questo mio pensiero e tutti quelli che la pensano come il sottoscritto lo dicono per amore verso i nostri colori. Comunque ripeto ben felice di essere smentito dai fatti!!

    • la mia era una battuta…
      ed è lecito avere le proprie idee ci mancherebbe……..
      ma secondo me a differenza di quanto alcuni vanno dicendo,la societa’ sta muovendosi bene.
      se appena arrivato ferrero avesse preso 5-6 giocatori da 10 mln l’uno mi sarei preoccupato anch’io perche’ voleva dire che non sapeva muoversi e avrei temuto il crack……….
      ma cosi’ non è stato ed i conti per ora tornano…
      quindi ti dico che resto sempre vigile sull’operato della societa’ ma piu’ sereno di tanti disfattisti……………
      comunque forza samp sempre

  3. Bravo Luigi, difficile dare un voto a una cosa prima che avvenga, o comunque si concluda!
    Dai che secondo me stan prendendo tutta gente che ha fame.

  4. LUCA DAL BRASILE -

    Vado controcorrente:
    Comprare Budimir e dopo averlo annunciato come rinforzo restituirlo al mittente secondo voi é un’operazione che testimonia della lungimiranza societaria?
    Tenere Cassano e Campaña, non riuscire a prendere Praet dopo averlo sbandierato ai 4 venti, e finire per prendere la sua riserva, é una cosa che fa ben sperare?
    Aspettiamo fine mercato, certo, ma nel frattempo é lecito preoccuparsi, eccome!
    Abbiamo preso Castan e Pavlovic senza pagare, idem Djurdjevic, e venduto gli unici con mercato…
    Uniche 2 eccezioni: la vendita di Moisander e l’acquisto di Schick.

  5. non servono fenomeni anche perche’ non ce li possiamo permettere.serve gente giovane affamata e motivata.a questo deve pensare l’allenatore.quest’anno ha una grossa responsabilita’ ma anche la societa’ deve far sentire il fiato sul collo e non fare sempre finta che vada tutto bene come l’anno scorso

  6. Io sono sempre più convinto che la chiave di tutto possa essere Giampaolo. Se l’allenatore riuscirà ad imporsi ed i giocatori lo seguiranno, indipendentemente dai nomi altisonanti o meno, credo che quest’anno possiamo fare un buon campionato. Come dice cristiano72 non servono fenomeni, ma gente che crede in quello che fa e abbia voglia di raggiungere obiettivi importanti, tutte cose che l’anno scorso sono mancate anche (e soprattutto) per colpa degli allenatori, Zenga prima e Montella poi, i quali a mio parere non hanno saputo trasmettere grinta e senso di appartenenza ad una squadra già in partenza con pochi “attributi” e zero personalità. Mihajlovic in questo era maestro, ed è l’unica cosa che rimpiango di lui… Mi auguro che Giampaolo sappia imporsi sotto questo punto di vista e, nel caso, credo che qualche soddisfazione ce la potremo togliere!

Lascia un commento

Powered by themekiller.com