EDER-PELLE’ AZZURRI: LA DECADENZA DEI COSTUMI

3

Antonio Conte, tanto maledetto quanto capace, ha fatto la scelta: Pellè-Eder in campo nell’esordio nazionale. In questo periodo di Nulla calcistico, si temporeggia sul vuoto assoluto.

Almeno stasera c’è la Nazionale, così la rabbia dei tifosi (anche la nostra) potrà rivolgere i propri improperi a qualcuno, magari a Barzagli e al suo culone inguardabile. Voleranno volgarità, giuste e sacre contro lo schermo della tv.
Ora, in mancanza d’altro, gira il video di Ferrero che a un tifoso inutile bibino e occhialuto ha gridato forza genoa, in modo ironico.
A parte che il forza merde era derisorio (si capiva lontano un chilometro) il problema dei nostri tempi è che tutto è potenzialmente virale, tutto finisce in video sui social e in un attimo, con un salto carpiato, si proietta alla ribalta della cronaca cosiddetta seria. Quella che fino a qualche tempo fa aveva un Valore o pseudo tale, tipo Il Secolo o gli abbai di Primocanale, alias ultimamente primocanile, tanto sono palesemente anti doriani.
L’esternazione di Ferrero al tifoso bibino (che si poteva benissimo risparmiare) è aria fritta. E va bene che ci vuol talento anche a friggere l’aria, come diceva Carmelo Bene. Ma ci sarà qualcosa di più importante a cui pensare in questi tempi tetri? Pensiamo piuttosto (calcisticamente parlando) al bilancio, al nostro mercato, perché se la società non si muove bene nelle prossime settimane rischiamo di fare un’altra annata di merda come l’ultima.

Comunque sia, dentro Pellè-Eder nel temuto esordio azzurro con il Belgio. Un oriundo italo- brasileiro e un ballerino sulle punte, piuttosto pesante: se ce l’avessero detto 4 anni fa, quando i due guidavano l’attacco blucerchiato in serie cadetta ci saremmo messi a ridere. Speriamo che non facciano ridere loro stasera.
Eder e Pellè titolari in nazionale è un segno di decadenza dei tempi e dei costumi? Senz’altro!

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

3 commenti

  1. Con il famoso stellone italico ( già ribattezzato ” Culo di sacchi ” ) una squadra operaria e catenacciara batte un Belgio bello ma lezioso e sterile ..comunque ora come ora di Pellè nel Doria avercene !

  2. Ma che articolo è??
    Invece di essere contenti perché due ex-Doriani rappresentano la nostra patria agli europei fate un articolo per sbeffeggiarli???
    “Speriamo non facciano ridere…”
    io ieri sera ho riso e mi sono divertito molto a vederli giocare insieme…si è divertito molto meno il popolo belga direi…

  3. e’ la dimostrazione che con una squadra non eccelsa ma con un allenatore coi controcazzi si possono ottenere risultati ed elogiare conte e’ l’ultima cosa farei.preferirei una martellata sulle palle……al doria dovrebbe succedere lo stesso.non servono nomi,solo voglia,grinta e spirito di sacrificio.tutte cose che deve tirare fuori l’allenatore

Lascia un commento

Powered by themekiller.com