DUE MILIONI PER PEREIRA. SIAMO ALLA FRUTTA

11

Pedro Pereira a un passo dal Benfica. Probabile che la Samp abbia rallentato la conclusione della trattativa, trovandosi in situazione di piena emergenza sulla fascia destra dopo l’infortunio di Sala.
Ma il mercato sta per chiudere, l’affare sarà concluso nei prossimi giorni.

I dubbi sulla cessione della giovane promessa sono molti. Stiamo parlando di un un terzino che ha palesato alcuni limiti dovuti alla giovane età (due giorni fa ha compiuto 19 anni!) ma che ha certamente una grande potenzialità, classe, corsa, dinamismo, margini di miglioramento mostruosi. Insomma, tutte le caratteristiche per diventare un terzino destro di livello europeo, vendibile in futuro a cifre decisamente superiori.

Noi lo cediamo per due modesti milioni di euro, a gennaio, oltre al cartellino di Djuricic, un serbo meteora che ha giocato 4 partite negli ultimi tre anni.
Djuricic è bravino, per carità. Lascia comunque perplessi questa grande smania di volersi assicurarsi le sue prestazioni per il futuro.
Il serbo ha un ingaggio da 850.000 euro. Risultati per ora: praticamente zero.
Sembra uno di tanti giocatori intercambiabili di cui è affollato il panorama calcistico degli ultimi anni, acquistabili con un mezzo cartoccio di patate.
Alla Samp Giampaolo lo sta schierando (poco) tra il centrocampo e la trequarti, alternativa tra le alternative: prestazioni né carne né pesce intervallate da qualche paso doble fine a se stesso o da qualche corsa conclusa nel nulla.
Sarà il potente procuratore Ramadani a caldeggiare la sua permanenza in blucerchiato? Chissà.

Di sicuro Pereira vale più di due milioni di euro. Potenzialmente fra qualche anno potrà essere un giocatore di livello europeo su cui una società ambiziosa (evidentemente non la Sampdoria) potrebbe puntare. Ma noi lo cediamo, per poter scatenare finalmente la furia di Bereszynski. Ennesima decisione incomprensibile di questa società.

Fronte Quaison: la proposta doriana, secondo le notizie uscite ieri, è un prestito oneroso a 400 mila euro fino al giugno 2018 con obbligo di riscatto a 2,4 milioni. Ma c’è la concorrenza inglese per il giocatore: West Ham, Watford e Birmingham seguono l’attaccante rosanero. Inutile dire che se queste squadre lo vogliono, ce lo scippano con un semplice schioccare delle dita.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

11 commenti

  1. Se anche non diventasse un fenomeno riesci a venderlo tra qualche anno alle cifre di Dodo’ data la giovane età…Ma dietro a tutto c’è il servilismo verso il procuratore di Djuricic un po’ come quando facciamo favori all’Inter…Società ridicola!

  2. Gradirei capire quando è valutato Djuricic. Che, per carità, non sembra un brocco all’Alvarez, ma al momento, per prestazioni e risultati ottenuti, vale 0 per conto mio.

  3. Confermi Djuricic e prendi Quaison, poi magari non riesci a sbolognare Alvarez.
    Così batti il record di trequartisti in una squadra a cui ne serve uno solo in campo.
    Ah no, gioca pure ala, ok così ci prepariamo ad un nuovo allenatore che prevede delle ali a centrocampo.

  4. Cessione incomprensibile per 1000 motivi..tra l’altro per far giocare chi? Sala rotto o il polacco che nn sara pronto e ambientato ad aprile?
    Che fine miserrima che abbiamo fatto amici…
    venderlo a giugno insieme ad altri 8 nn andava bene? Perche parliamoci chiaro a giugno sara di nuovo rivoluzione. Via torreira via muriel via alvarez via linetty (?) Via praet se arrivano con 1 milione in piu…
    Società da galera

  5. Tra l’altro Giampaolo e stato chiaro. Pereira e l’unico terzino destro in organico…fate vobis…in piu ieri sera ho letto che il Celta vorrebbe Alvarez (4 milioni gia accettati ma lui nicchia) che per carità sarebbe anche un bene per noi ma per Giampaolo e importante giusto? Considerazione per il mister? Zero assoluto

  6. Il cartellino di Djurcic puo’ valere 3/4 milioni (se li vale Alvarez) quindi il totale potrebbe salire a 5/6 milioni.

    Tutti pronti a criticare ma nessuno considera la volonta del giocatore – che essendo portoghese magari non vede l’ora di tornare a casa a giocare per una delle societa’ piu’ prestigiose con opportunita europee

  7. Ha il contratto che gli scade nel 2018, da quel che ho capito non vuole rinnovare e a questo punto la società, come accadde per Icardi e Zaza, pur di non perderlo a zero è costretta a svenderlo…
    Fin qui ci sarebbe poco da dire, quel che però mi domando è questo: ma perchè la dirigenza nella scorsa stagione, quando Pereira ebbe un ottimo impatto sulla serie A ( prima di finire anche lui inghiottito nel marasma generale montelliano…), non ha pensato di prolungargli ed eventualmente adeguargli il contratto?
    Non ho la competenza tecnica per affermare che giocatore diventerà Pereira, ma perderlo per tale cifra mi sembra davvero una colossale fesseria e una totale mancanza di lungimiranza…

    -Quaison: l’ennesimo centrocampista con caratteristiche offensive, ma perchè???
    – Pradè: pensavo la stessa cosa, se non fosse che gli ho parlato penserei davvero che a Genova in realtà non sia mai approdato…

  8. Ha ragione El Cabezon! Pereira ha un contratto fino al 2018 e non lo vole rinnovare perchè vuol tornare a casa. Se non lo cedi ora a giugno non ti offrono niente e lo perdi a zero. Ora bene o male prendi 2 milioni e Djuricic. Discorso diverso per Quaison. Per me è molto forte e ci permetterebbe anche di passare dal 4/3/1/2 a un 4/3/3 anche a partita in corso dando quella variante di modulo che ci permetterebbe di essere un pò meno prevedibili. Grande tiro e come fiuto del gol superiore ai nostri attaccanti.

  9. La martellata nei coglioni è la rescissione domani di Cassano! Che ci frega se insulta Romei!
    Dobbiamo stare a vedere dei ciechi giocare quando avevamo il mago dell’assist in rosa!
    Non importa se vi piace o no cassano, credo che nessuno possa negare che era il più bravo che avevamo,
    e sperare in Muriel è come sperare in babbo natale.
    Anche da fermo, il ciccione faceva mille volte più luce dei vari fernandes, alvarez e anche del tanto incensato torreira che se vi mettete a fare tutti i gran tecnici, mi direte che non è il suo compitino fare assist, e invece vaffanculo! se tanto fa il furbo dopo 20 partite, invece un lancio lo dovrebbe fare!
    Ho visto fare i migliori lanci al tanto vituperato Regini, che a nessun altro in squadra! Ma c’è uno che riesce a fare un filtrante di misura??? Li facevo io che giocavo nelle giovanili scolastiche di Panama, davo del tu alla palla e beccavo sul piede i compagni a 100 metri, e questi koglioni pagati come Angelina Jolie non riescono??
    Che vadano a cagare… livello di serie a simile alla b ungherese…

Rispondi a Alex Cancella la risposta

Powered by themekiller.com