DI FRANCESCO, PRADE’ E PECINI. GRANDI MANOVRE SAMP, MENTRE I VECCHI ULTRAS CONTESTANO FERRERO

12

Periodo di grandi manovre in casa blucerchiata.  Termini quanto mai appropriati perché ricordano un filone cinematografico sicuramente amato dal nostro presidente: La soldatessa alle grandi manovre è una pellicola che ha fatto epoca. Infatti può considerarsi a pieno titolo una trashata epocale.
Ma le grandi manovre si stanno sviluppando anche in casa Samp: Ferrero vuole convincere Eusebio Di Francesco a guidare la nostra squadra, evidentemente è destino che il rapporto con Pioli non debba sbocciare.
Una scelta importante, visto che Di Francesco ha ancora un contratto per un anno con la Roma a 3 milioni di euro.  Alcune fonti, fra cui il non attendibilissimo Criscitiello, scommettono che la trattativa sarebbe ormai chiusa e che Di Francesco sarebbe ormai il nuovo allenatore della Sampdoria.
Non solo, alla Samp sono pronti a tornare Pradé e Pecini per contribuire ad un sostanziale rinforzo del quadro dirigenziale. Qualcosa si muove in casa doriana, anche se come ben sappiamo, la squadra la fanno i giocatori e i valori in campo. E su questo fronte un investimento per un ritorno del figliol prodigo Luis Muriel, in un’ottica di tridente orchestrato da Di Francesco potrebbe essere un segnale qualitativamente importante.
Ma il mosaico deve ancora essere costruito. Intanto è pronta la contestazione dei Vecchi Ultras, che si dirigeranno simbolicamente a casa Garrone  per protestare contro la cessione a Ferrero.
La trattativa con il gruppo americano si è forse chiusa in un modo scandaloso, con Ferrero che ha anteposto clamorosamente ed egoisticamente i propri interessi a quelli della Sampdoria.

Giusto per riportare una sostanziale differenza di classe, solo pochi giorni fa i Della Valle, commentando la cessione della Fiorentina, dissero : Non era la miglior offerta arrivata, ma quella più favorevole per il futuro della Fiorentina“. Parole che non rientrano nel vocabolario di Ferrero.

Comunque sia, sembra che il Viperetta si stia impegnando più del solito per dare solidità alla società. Vedremo se dietro ai tanti annunci qualcosa sarà portato in porto. Le grandi manovre continuano.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

12 commenti

  1. Il fatto che York Capital sia ora in trattativa per l’acquisto delle rumente mi toglie ogni dubbio sul fatto che siano un fondo speculativo in cerca di limoni da spremere sia in sede di acquisizione che in sede di gestione. Han provato a prendere il Palermo a gratis per poi lasciare decadere visto la situazione tragica e rischiosa del club, poi hanno provato a prendere sottocosto la Samp puntando sul malumore della piazza nei confronti di Ferrero ma il Viperetta sarà tutto meno che fesso…ora gli sono rimasti i bibini da provare a spremere e qua forse ci riusciranno, salvandoci con molta probabilità da un’avventura tragica-…non basta piazzare la foglia di fico Vialli per essere credibili ma ci vogliono dei cash sul piatto se vuoi prendere una società sana e con appeal e dimostrare che vieni per investire e non per speculare…
    L’uscita più ridicola della trattativa è stata quella di correlare metà del prezzo di vendita della società agli obiettivi raggiunti tipo qualificazione in Europa etc….forse un bambino delle classi differenziali avrebbe potuto accettare

    Per restare invece alle Grandi Manovre se andasse in porto l’operazione DiFra sarebbe un gioco di prestigio alla Silvan quello di piazzare Giampaolo al Milan e trovarci Di Francesco allo stesso ingaggio … 😉 altro che chiacchere (bonus improbabili) e distintivi (il buon Gianluca)

    • Ciao,
      Stesso ingaggio no: 2 DiFra contro 1.2 GP
      York Capital è diverso da Vialli&Co. L’ad di york partecipa alla cordata Vialli a titolo e capitale personale, così è sempre stato detto (infatti yprk trattava il palermo mentre Vialli, Dinan & Co trattavano la Samp)

      • 2 milioni è quanto prende GP al Milan e quanto offerto dalla Samp a Di Francesco…stesso ingaggio ma loro hanno GP e noi (forse) DiFra…chi ci guadagna in partenza? poi certo il campo è un altra cosa

      • che York cambi faccia ad ogni proposta di acquisto mi sembra ancor più una buffonata anzi una furbata…per me la differenza è che qui voleva dare un nome buono in pasto alla piazza ma l’investitore sempre un fondo speculativo era, sia che si presenti col nome proprio o con quello della società…

    • Ben detto. E come dicevo io: Vialli ha fatto la figura di merda ancora prima di entrare.
      Essere stato un buon calciatore (nato già ricco) non ti fa imprenditore. In tutto c’è gavetta, e di questa Ferrero ne ha da vendere. Questo fondo era losco, al punto di tentare per l’altra sponda… magari ora presentano Skurahvi come presidente…

  2. Stando alle ultime sia Pecini che Pradé sarebbero distanti dalla Samp. Intanto York Capital sembra vicino all’acquisto del Genoa. Ripeto la mia impressione. Tra qualche mese rimpiangeremo che la Samp non sia stata acquistata da Dinan. Questo è un uomo di sport, sa a chi delegare. E il fatto che avesse scelto proprio Vialli per me ne era la conferma. Ma tanto Ferrero è intoccabile. Gli americani sono cattivi e Ferrero è buono e simpatico. Se si fosse chiamato Garrone la protesta sarebbe iniziata ben prima.

  3. Potrei anche essere d’accordo che potremo rimpiangere il mancato acquisto da parte di Dinan ma l’appunto va rivolto al compratore che non ha comprato (messo sul piatto il controvalore) e non al venditore. La Samp non si compra con gli stessi spiccioli di Palermo o Genoa e già il fatto di provarci per poi cambiare aria non da garanzie di serietà…

    Molto più probabile invece che lo rimpiangeremo tanto quanto abbiamo rimpianto Preziosi dopo aver preso il Genoa invece che la Samp…ricordo ancora lo striscione che più o meno recitava “benvenuto presidente diventeremo preziosi”

    Nell’articolo si parla poi della Viola e dei Della Valle…ma avete visto a quanto ammonta il controvalore?…sembra quasi che l’abbiano regalata per il bene dei tifosi

    Stando ai fatti siamo tutti d’accordo che il viperetta sia un cafone e che con le sue uscite metta la samp in cattiva luce e lontani dalle tradizioni di stile alle quali eravamo abituati e stando sempre ai fatti non si può dire che però non abbia lavorato bene, addirittura benissimo se si pensa che è un miscio. E’ anche scontato che a breve venderà ma dico prima di lasciarla al primo fondo di speculatori aspetterei che arrivi qualcuno che siamo certi investa…e a tal proposito allora meglio aspettare un altro anno confidando in un salto di qualità della società (è interesse di Ferrero) per attirare personaggi più seri e con buone intenzioni

    • Concordo con te su tutto caro ric…il contenuto esatto dello striscione era: con te torneremo preziosi, benvenuto presidente…vialli era la foglia di fico di un fondo di pagliacci che han cercato di intortare uno che sara’pure un pagliaccio, un burino, un cafone e chi piu’ ne ha piu’ ne metta ma stupido non e’

  4. Questi di York sono dei buffoni, vediamo se prendono il Genoa (secondo me al massimo possono prendere una squadra di Lega Pro, come il Genoa attuale).
    Il ritorno di Pecini sarebbe un grande ritorno, Di Francesco ho sempre scritto che sarebbe il massimo per la Samp attuale, anche volesse 2.5milioni a stagione sarebbero ben spesi, le contestazioni non hanno molto senso visto che alla fine ci tiriamo la zappa sui piedi da soli non essendoci una alternativa credibile.

    Una domanda ma Vialli ha mai dichiarato qualcosa sulla vicenda? Magari mi è sfuggita!!

  5. Qualcosa non mi torna, York, si era interessata al Palermo, e si sono ritirati xche l’ammontare dei debiti superavano i 47 milioni di Euro, se non ho letto male, la società Palermo costava, cifra simbolica, 1,00 Euro, dico 1,00 Euro!!! hanno trattato la Samp. è hanno offerto, dopo più di 50 milioni di Euro + 30 di debito, e anche in questo caso, sembra, ripeto sembra, si siano ritirati xche il proprietario chiede di più…
    Non comprendo come York possa acquisire il Cenoa, con debiti nettamente maggiori, almeno cosi si dice, rispetto al Palermo, non credo proprio che Preziosi voglia regalare la società, senza un suo tornaconto.
    Poi bho tutto è possibile, ma alcuni dubbi mi vengono, su questa eventuale trattativa.

Lascia un commento

Powered by themekiller.com