DI FRANCESCO: “CHIAREZZA SUL FUTURO DEL CLUB”

15

Cinquina della Sampdoria allo Spezia: il calcio d’Agosto regala una partite ricca di reti. La Samp all’arrembaggio ne sigla 5 contro gli Aquilotti in un match in cui vanno a segno cinque giocatori diversi: Bonazzoli, Maroni, Ramirez, Thorsby e dulcis in fundo Quagliarella, al primo sigillo stagionale.

La difesa invece balla, tre reti subite e diverse occasioni regalate ai padroni di casa. Una confusione di settore che non è piaciuta a Mister Di Francesco. Il quale, in conferenza stampa, invita soprattutto a fare chiarezza sul futuro societario della Sampdoria.

E’ sotto gli occhi di tutti, infatti,  che a causa della possibile cessione del club il nostro mercato è paurosamente immobile.
I giocatori che ha richiesto il nuovo Mister (possibilmente già dal ritiro) non sono arrivati. Anzi, perdiamo ancora pezzi, e sono pezzi pregiati.
Praet, punto fermo del centrocampo di Mister Eusebio, è stato ceduto al Leicester per 21 milioni, cifra decorosa per quanto il belga ha fatto vedere nel nostro campionato.
Ferrero incassa, ma in entrata non combina nulla.
E non vorremmo che la telenovela con il gruppo Vialli non abbia l’unico risultato per il Viperetta di crearsi l’alibi per non fare mercato in entrata, come in effetti sta accadendo.
Da questo personaggio viperesco, infatti, ci si può aspettare di tutto. Le sorti della Sampdoria, nonostante i proclami, sono sempre messe in secondo piano: in primo piano troneggia il portafoglio del Vipera e la voglia di mungere la vacca quanto piu’ possibile. Porca vacca.
Il giorno in cui Ferrero se ne andrà dovremo stappare la piu’ grossa magnum esistente di Armand de Brignac ricoperta dei colori piu’ belli del mondo.

Il futuro della Sampdoria?
Mi auguro che si possa chiarire il prima possibile – risponde Di Francesco dopo il match contro lo Spezia – “Io sono un uomo di campo ma vedo dalla rassegna stampa che si parla solo di quello e non del campo”.
E purtroppo in campo si vede una squadra piena di elementi di rincalzo che non potranno fare parte dell’11 titolare in campionato. C’è ancora molto lavoro da fare nei ruoli chiave della squadra: siamo all’8 agosto e Ferrero dorme. E incassa.

Intanto è arrivato il primo gol di Quagliarella:
“Sono contento per Fabio– spiega il tecnico doriano – “ gli attaccanti hanno bisogno di gol, ma quello che mi ha fatto più piacere è che ci siano stati cinque marcatori diversi. Questo dimostra la voglia di ognuno di fare bene, fa parte del nostro percorso di crescita.”

Ma Quaglia inizia il campionato a 36 anni suonati, è necessario l’arrivo di una prima punta che possa consentirgli di rifiatare. E Bonazzoli, per quanto le sue qualità siano sotto gli occhi di tutti, non sembra ancora offrire le giuste garanzie.
“Su Bonazzoli ci sto ragionando – spiega Di Francesco – “mi sta dando delle buone risposte. Questo non vuol dire che sarà sicuramente lui il vice-Quagliarella. Stiamo cercando sul mercato un’ala, il prima possibile, e qualcuno in più in mezzo al campo. La cessione di Praet? Più si che no, anche se sono dispiaciuto perché ritengo che sia uno dei centrocampisti più forti che ci sono nel nostro campionato.”

Alla domanda di Sampdorianews.net che chiede un bilancio del pre-campionato, ecco risposta del Mister:

“Sono stato costretto a fare esperimenti, non avendo giocatori di ruolo per sostituire gli infortunati. Sto cercando di portare avanti il lavoro sul 4-3-3 e certi giocatori sono fondamentali. Ma sono veramente contento per la disponibilità, do un 10 ai ragazzi per la loro voglia di fare le cose, anche sbagliando. Anche sbagliando vedo la ricerca di quello che io chiedo, ed è fondamentale, ma la condizione fisica e determinati meccanismi devono ancora migliorare. Siamo solo all’inizio”.

Dunque serve il prima possibile un’ala (forte) magari un altro esterno (forte), una punta di riserva per Quagliarella, e un centrocampista (forte) per sostituire Praet.

– 17 giorni al campionato. Ferrero caccia i soldi!

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

15 commenti

  1. Poche storie ad oggi se a Quagliarella viene un raffreddore siamo del gatto e questo omettino piccolo piccolo scherza con il fuoco perché come siamo messi ora lotteremmo per non retrocedere

    • Luca (quello che stava in Brasile) -

      Luigi, ti vedo particolarmente nervoso in questi tuoi ultimi interventi.
      Take it easy my friend.

      Ieri ero ovviamente al Picco e posso dirti che nonostante le evidenti mancanze, specie in attacco, la squadra c’è e mi sembra già un gruppo molto più unito ed affiatato dello scorso anno, nonostante le molte facce nuove.

      La squadra è chiaramente alleviata dal fatto di non dover preoccuparsi più dell’ortodossia tattica che non della palla, e mi pare di poter dire che ha un gioco molto più vivo e imprevedibile, ha più opzioni nel tipo di fraseggio, fa lanci per gli attaccanti, crossa, ribatte… insomma, non va per nulla male e fa ben sperare.

      La squadra c’è, con 2-3 acquisti azzeccati ce la giochiamo.

  2. Ciao Luca mi fa sempre piacere dialogare con te, si in effetti l’atteggiamento ondivago del romano mi irrita molto ce’ poca chiarezza da troppo tempo nonostante ciò abbonamento rinnovato sia da me che mio figlio purtroppo la sorella ha rinunciato ora provo a calmarmi un po’ e a fidarmi di ciò che hai visto e riportato.

    • Luca (quello che stava in Brasile) -

      Carissimo Luigi, il calcio è bello anche perché deve servire ad alimentare sogni e speranze..
      Da questo mercato dobbiamo aspettarci (ed esigere) ancora 2-3 innesti appropriati, che non siano fatti solo perché qualche società sta facendo i saldi di fine stagione, come accaduto spesso.

      Secondo me la base c’è, e anche una certa impostazione di calcio più brillante e coinvolgente di quanto visto negli ultimi 3 anni di grigiore giampaoliano.

      Vediamo cosa fa Ferrero per il mercato e a livello societario.
      Certo è che se per caso fosse vero que questa ciurma di misteriosi personaggi dietro a Vialli sono sono dei mestatori in cerca di fortuna, non deve essere facile stare nei panni del Presidente, dover fare il mercato e sopportare che ogni giorni ti attacchino da tutte le parti.. uno si incattivisce (io mi sarei già incazzato come un drago).

      Un abbraccio

  3. ma come si fa a dire “ci vuole una riserva per Quagliarella”… ci vuole centravanti un titolare! e di peso possibilmente… ancora piu importante delle ali stesse. dietro poi Colley prende giostre da birillo umano e Murillo è in incognita totale…siamo sicuri dietro di essere a posto? mah… centrocampo? come lo sostituisce Praet? la miglior riserva ě Verre che. vogliono dar via per tenere quel cesso di Barreto!

  4. Sicuramente partendo Praet ci vuole un sostituto, per me potrebbe andare bene anche il trio Verre, Barreto, Thorsby, purchè non ne vendano nessuno dei tre. In avanti serve un ala veloce ma che veda la porta, uno che garantisca i gol di Defrel, ad esempio. Meglio se arriva anche una seconda ala o esterno come lo vogliamo chiamare.
    Poi la riserva del capitano. Deve decidere Di Francesco se Bonazzoli dà garanzie o meno…
    Concludo via Regini, Sala,Capezzi e l’Uruguagio.
    In attacco a destra Gabbiadini e mister X a sinistra Caprari, Maroni ed eventualmente mister x, al centro Fabio, Bonazzoli o Mister X.

  5. Rispetto agli anni passati di questi tempi siamo messi decisamente meglio. non ci sono ruoli del tutto scoperti e sono state fatte le due plusvalenze che permetteranno di acquistare ciò che serve. Tutto è fermo perchè ora è il momento del passaggio di proprietà e i ruoli chiave gli sceglierà la nuova società… Ora i bonus ci sono tutti quindi se non ci hanno preso per i fondelli è il momento del closing…
    Poi come al solito i colpi migliori in uscita dalle big si fanno l’ultimo giorno e confido che anche quest’anno ADL ci darà in estremis ciò che ci serve… Dopo Zapata, Strinic e Tonelli quest’anno sarà Verdi la ciliegina finale…
    In difesa abbiamo aggiunto alla rosa due bei terzini, a centrocampo c’è scelta e se Difra lo chiede un sostituto di Praet arriva, non scordiamoci che il sostituto era già arrivato lo scorso anno e questo potrebbe essere l’anno di Jankto

  6. Non se ne può piu di questo personaggio che sta speculando sui colori che amiamo.
    Dovremmo noi tifosi a dargli lo sfratto.
    Con una contestazione seria allo stadio, insostenibile anche per la squadra e tale da pregiudicare i risultati, sarebbe costretto a cedere.

  7. Ahhhh mi dispiace per Verre… con DiFra avrebbe fatto molto bene…Barreto????? Questa politica del farsi le ossa finche queste sono rotte non mi è mai piaciuto. Specialmente Verre ha mostrato di poter dire la sua ed essere molto d´aiuto alla causa. Adesso spero in Bonazzoli anche se ci necessita un`altra punta di valore. Anch`io non sono sicuro che Fabio tenga tutta la stagione come negli anni passati.

  8. Luca (quello che stava in Brasile) -

    Mi dice un caro amico di Bordeaux che KAMANO è un po’ discontinuo, ma è potenzialmente un fuoriclasse, e che il Monaco voleva comprarlo per 25 milioni a gennaio..
    S noi lo riusciamo a prendere per 12 potrebbe essere buono: gioca al centro dell’attacco oppure come ala, tipo Niang: chissà che non sia davvero una soluzione valida.

  9. anch’io non capisco la riluttanza per Verre,tutti gli anni mandato altrove,quest’anno lo vedrei bene con Di francesco cosi’ come Vieira e Jankto.non vorrei piu’ vedere invece l’irritante Ramirez autentica palla al piede in campo.ciao a tutti e forza DORIA e g…a merda

  10. No, attenzione.
    La poca chiarezza è data dai media che ci ricamano sopra, ma Ferrero è stato molto chiaro. “Vedo solo a certe condizioni.” Stop.

    Ovvio che saremmo tutti contenti se lasciasse a Vialli.

  11. E invece se la tiene stretta come ho sempre detto non perché sia più bravo di altri solo perché se conosco un po’ il guitto romano ha un’ego talmente alto che pur di apparire si farebbe tagliare le palle.

  12. Anche perche’ senza la vetrina che gli da’ la samp cosa farebbe questo pagliaccio? Grazie garrone…facciamogli un’ altra visitina ma che non si riduca ad una buffonata come l’ ultima volta

Lascia un commento

Powered by themekiller.com