CUORE SAMP MA NON BASTA. LA DIFESA E’ UN COLABRODO

40

Inizio ed epilogo disastroso a Marassi. Finisce 2-4 una partita spettacolare, ricca di episodi, dove la differenza in campo tra le due squadre per lunghi tratti non si è vista. Ha inciso, purtroppo, l’inizio da incubo della Sampdoria, entrata in campo in babbucce da notte e svegliatasi solo dopo 20 minuti di gioco.
Nei primi 15 minuti si decide il match: il Napoli entra in campo con la voglia di fare la partita: non ci fa toccare palla per minuti e segna il vantaggio con un colpo di testa di Milik (al 3′) che sovrasta Colley. Il raddoppio arriva poco dopo, al 16′, con Elmas, talmente stupito di essere riuscito a segnare da avere una specie di crisi di pianto.
Sampdoria in bambola e nostra difesa che balla il ballo dell’orso.
Sembra di assistere ad una Lazio-Samp in versione aggiornata. E invece, quando in pochi se l’aspettano, la squadra blucerchiata riesce a tirar fuori grinta e cuore. Trascinati dalla sempre commovente Gradinata Sud iniziamo a farci vedere dalle parti di Meret. Non abbiamo tecnica ma il cuore stavolta non manca.
Ed Eupalla premia la nostra volontà, con un’invenzione di Quagliarella, baciato dalla divinità del calcio come ai bei tempi. Fabio sigla uno spettacolare gol al volo da fuori area al 26′ (Meret non impeccabile). Poco dopo cogliamo un palo da un metro con Ramirez (al 40′), e anche nella ripresa attacchiamo a testa bassa.
Quagliarella è sempre il piu’ pericoloso: i controlli difettano, gli scatti lasciano a desiderare, ma le zampate di sagacia sono quelle dei tempi d’oro.
Quaglia ritorna il vecchio volpone d’area di rigore, che riesce a tramutare in oro i palloni che sembrano destinati al nulla.
Dopo essersi inventato il gol dell’1-2 conquista anche un calcio di rigore al 73′. Purtroppo in quest’occasione si fa male  ed è costretto ad uscire. Dal dischetto va Gabbiadini che realizza un insperato ma meritato 2-2.
Quando la partita sembra incanalata sul pareggio, subiamo ancora la rete, in una delle poche azioni della ripresa del Napoli.
Insigne tira dentro l’area, Colley inarca il collo come un caprone e cozza la sfera che finisce proprio sui piedi di Demme, abile a battere Audero con un preciso destro: 2-3 all’83’.
L’arbitro dà 7 minuti di recupero. E in 14 minuti, dal gol subito al 97′, dimostriamo tutta la pochezza tecnica della nostra squadra: non riusciamo a costruire nemmeno una minima azione offensiva, un fraseggio con un cross, una verticalizzazione come Dio comanda: sono tutte palle gettate alla viva il parroco, preda della difesa avversaria. Maroni è subentrato al posto di Ramirez e non tocca boccia.
Bonazzoli è entrato per Quagliarella e si vede poco (e in tutto questo ci si chiede: due sostituzioni in attacco: e Lagumina?).

Alla fine ci pensa Audero a fare la frittata, con un’uscita scriteriata di testa: la palla arriva a Mertens, tiro dalla lunghissima distanza del belga che si insacca nella porta vuota.
Finsice così, 2-4, punteggio fin troppo penalizzante per noi. Si è visto cuore e impegno dei ragazzi, ma purtroppo i limiti sono quelli che ben conosciamo.
Ora la situazione si fa nuovamente pesante in classifica: il Lecce ,rivitalizzato dai nuovi acquisti, è salito a quota 19, disintegrando il Torino.
Ci scambieremo gli avversari al prossimo turno: il Lecce va al San Paolo contro il Napoli, noi a Torino contro i granata.

Ormai ogni punto vale oro, in questa corsa all’ultimo sangue per la salvezza. Stasera siamo andati vicini a conquistarne uno, insperato: un applauso va ai ragazzi per il cuore messo in campo.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

40 commenti

  1. Siamo l’anti calcio!!un po’ di cadetteria farà bene a tutti. Inclusi i Chierichetti in gradinata!
    Per inciso, arbitro di merda e Napoli colera!

    • Ciao hermano non si salva più niente e nessuno da uno stadio decrepito , una dirigenza inetta e una proprietà che in realtà è una associazione a delinquere , se la B è la purga per liberarci di questa merda che B sia ! Buon ritorno negli States .

  2. Con 3 riserve in attacco da bassa serie B dobbiamo sperare che Fabio sia in salute sempre, anche quando diciamo che non ce la fa più.
    Bonazzoli stasera non ha toccato boccia, Idem Maroni.
    La squadra ci mette il cuore, ma tecnicamente siamo imbarazzanti.. Solo Ramirez quando si accende sa giocare il pallone, e siccome si accende ad intermittenza, c’è da aver paura!

  3. Troppe critiche, come al solito direi, secondo me la miglior partita dell’anno contro un avversario forte e tornato ai suoi livelli, grande prestazione del Quaglia contro chi lo dava già per morto, siamo secondo me superiori alla lotta per la B, certo, ci vuole attenzione e più concentrazione nei 90 o più minuti

  4. La squadra è lo specchio della società compresa una parte di tifoseria che definire pecora è farle un complimento. Non ho altro da aggiungere così sportivamente parlando è solo un supplizio in attesa di….

  5. DalSettembre1966 -

    Sono d’accordo con voi, siamo di una pochezza tecnica imbarazzante: La maggior parte dei giocatori non vale una media serie a ma sicuramente questo non è colpa loro, sono stati acquistati anzi, per la precisione ,sono stati sfoltiti di quelli più buoni in nome della plusvalenza e sono rimasti li a fare un mucchio mediocre con il cerino in mano…… ma di chi sarà la colpa??? Sicuramente di chi ha allestito questa cozzaglia spacciandola per squadra, dove anche quei pochi rimasti con tasso tecnico superiore, vengono risucchiati nella mediocrità. Sicuramente di chi ha fatto il grande a parole promettendo interventi a gennaio che avrebbero fatto stupire il mondo, sapendo già di non avere €1 anzi di avere più di 120 milioni di debiti, sicuramente di chi ieri sera in tribuna faceva il buffone facendo finta di essere emozionato dal tentativo di rimonta della Samp da lui allestita ma per causa sua finita nella merda fino al collo,!!! Ora aspetto le sue dichiarazioni e soprattutto le sue lamentele sul fatto dei ( GIUSTI) cori contro quelle merde vergogna dell’Italia che porteranno sanzioni e multe alle casse della società….. Non ti preoccupare buffone già devi più di 120 milioni ai creditori mettici anche le sanzioni della lega e vai a chiedere la rateizzazione Equitalia come ho fatto io.

  6. Bella partita emozionante, la squadra ha giocato col cuore e il trio d’attacco sa farsi valere eccome… Continuando così questa squadra con la lotta salvezza non c’entra proprio niente

  7. Luca (quello che stava in Brasile) -

    PARTITA DAI MILLE VOLTI

    Arbitraggio:
    penoso, per lunghi tratti a senso unico, non fischia un fallo di mano clamoroso in aerea, non espelle Elmas (incredibile!), annulla un gol da “film di calcio” a Ramirez che grida vendetta, non sospende la partita per quel fumogeno assurdo (chi è stato il coglione??? Gli Ultras dovrebbero denunciarlo oggi stesso), inverte falli… uno schifo.

    Difesa:
    che dire… aveva ragione Silverfox a difendere Tonelli, che è stato il meno peggio. Colley ha sulle spalle il mancato contrasto sul primo gol, dimostrando tutta la sua inaffidabilità, anche se nel corso della partita fa anche delle chiusure provvidenziali. Thorsby e Augello ci mettono il cuore (specie il primo, che mi sta sorprendendo). In linea generale è una difesa molto penetrabile, a tratti sembra addirittura svogliata e pretenziosa.

    Centrocampo:
    incredibile ditta, il migliore è stato Ramirez, che oltre al gol e al palo (ma cazzo.. da lí la DEVI buttare dentro!) ha fatto giocate sopraffine e duettato con mezza squadra. per il resto invisibile Jankto, sottotono Linetty e minimo sindacale per Ekdal. Ci vuole più garra nell’interdizione e più fantasia nell’impostazione.

    Attacco:
    Ieri dimostrazione finale di come, drammaticamente, siamo ancora Quaglia-dipendenti. Senza di lui era una partita che poteva tranquillamente finire 0-5, ma invece il genio del calcio (pochi come lui in attività, bisogna dirlo) gli fa fare un gol da antologia, tiri, assist, fraseggi, e persino un rigore cercato e ottenuto.
    Uscito lui buio totale. Ha ben ragione Ranieri a dire che spera nel girone di ritorno di fabio, quindi preghiamo perché non sia nulla di grave.
    Anche io credevo e speravo di vedere il Siculo all’opera, e invece sono entrati due fantasmi.

    Ultima annotazione su Audero, la cui cappella finale secondo me è meno grave di vari e incertezze mostrate nell ultime 2-3 partite. Per quanto mi riguarda, abbiamo sbagliato a cedere Viviano, e ho detto tutto.

    • Questa volta concordo quasi tutto con PPC, con due piccole annotazioni. La prima su Yankto che pur avendo ancora difetti bisogna riconoscere che è molto meglio di quello impresentabile dello scorso anno e gioca con grinta e impegno. La seconda su Audero. Io non l’ho mai attaccato ma ieri.. il primo gol è in ritardo, il secondo gli passa in mezzo alle gambe, il terzo dopo la respinta di Colley, si è buttato in ritardo ed ha lasciato la porta sguarnita, del quarto hai detto tutto tu e per me è quello meno colpevole. Quaglia non ce la fa più, l’unico modo per averlo ancora di grande utilità (perchè è un campione) è quello di giocare con il trequartista e almeno su questo GP aveva ragione.

      • questa squadra ricalca in peggio l ossatura dell anno scorso per cui il modo migliore di far rendere questa mediocre rosa e’ giocare col trequartista, l’ ho scritto mesi fa, modulo di gioco che a me non piace ma il migliore per gli uomini che abbiamo ma questo non vuol dire gp avesse ragione, semplicemente il suo modulo prevede il trequartista e altro non e’ in grado di fare

        • Se nn altro scendere in campo senza mettere Ramirez sulla fascia. Nn ha i tempi e il passo per giocare lì. Altro discorso dietro le punte, e si è visto. Saluti

        • Soprattutto nn vorrei più vedere Ramirez sulla fascia dove nn ha i tempi e il passo per giocare. Altra musica se schierato dietro le punte, lo avesse fatto quando il Sassuolo é rimasto in 10,avremmo 2 punti di più.

  8. L’unica cosa per me inaccettabile è l’approccio. Siamo più scarsi, è evidente, ma siamo allenati uguali. Il primo gol è l’emblema della passività con cui siamo scesi in campo. Sembrava un 11 contro 0 del giovedì. Poi un’ora centrale di grande cuore (e pure, a sprazzi, di buone giocate) che, inevitabilmente, non bastano contro rose nettamente superiori, quando mancano ancora tanti minuti più recupero al fischio finale dopo aver raggiunto il pari. Peccato. Ora pagherei per fare un punto a Torino e sistemare bene i 4 dietro entro 2 o 3 partite (avete fatto caso a quanti cambi di terzini sono stati fatti negli ultimi mesi, per esempio?? )…

    • Caro Pitta, ma é possibile che questi si passino la palla per 3 minuti e nessuno, dico nessuno, faccia almeno un fallo di ‘rottura’? Stanno a guardarli e prendono gol…. Roba da matti.

  9. Ciao Pitta hai ragione dell’approccio purtroppo la Samp è sempre stata squadra con poca grinta l’ambiente soft in termini di percentuale incide ma sulla difesa cosa vuoi fare da due o tre partite? Pitta a mio modesto parere nascondere la testa sotto la sabbia no ha senso semmu grammi e rovinati da un delinquente senza scrupoli che sa bene cosa accadrà alla società tradotto siamo allo sbando dopodiché ben felice di aver preso un’abbaglio qualora si verifichi il contrario. Postilla sugli arbitri: di solito a prescindere dalla categoria le squadre deboli in fondo alla classifica non sono mai trattate alla pari quando giocano con le cosiddette grandi. Comunque chi vivrà vedrà

  10. Bella Samp dal punto caratteriale e atletico. Sfortunata direi…. in partite come queste, anche in tema salvezza, ci vuole un portiere che ti salvi il risultato con interventi eccezionali e noi non ce lo abbiamo. sul 0:2 e sul 2:3 forse cèrano delle possiblità di fare la parata salvarisultato. La difesa, si è improvisata, ma non è così male. Il portiere si, lui è da serie B… forse una provocazione

  11. Probabilmente sarebbe stato meglio una volta raggiunto il pareggio chiudersi un po’ di più e non tentare la vittoria, un punticino ci avrebbe fatto comodo, lo so che è brutto a dirsi ma la realtà comunque è questa, continuo comunque ad essere ottimista e penso che almeno tre squadre peggio di noi ci siano, considerato anche l’allenatore

  12. “Continuando così questa squadra con la lotta salvezza non c’entra proprio niente”
    Così scrive poco sopra l’amico Ric…
    E io, fino a qualche settimana fa la pensavo esattamente come lui!
    Il problema è che passano le partite, la squadra alterna prestazioni obbrobriose ad altre complessivamente più che apprezzabili come ieri sera ( tolti i primi 20′,25′ ovviamente ) ma la classifica è sempre quella, la posizione non cambia, il margine di sicurezza si riduce…
    Non facciamo punti quando giochiamo male e ci sta, ma se neanche quando fai una partita di buon livello ottieni qualcosa beh allora…comincio ad avere personali sensazioni non particolarmente positive ( eufemismo…).
    Vedo che in molti continuano a sparare su Audero, ormai il bersaglio preferito da quando l’abbiamo acquistato per 20 milioni ( manco se se la fosse fatta lui stesso la valutazione…).
    Io mi rendo conto che i numeri sono impietosi, pure ieri credo che la percentuale dei tiri in porta e dei gol subiti sia di una percentuale quasi spaventosa ma, tolta l’ormai ininfluente quarta e ultimo rete sulle altre tre che cosa gli si può imputare?

    • “Io mi rendo conto che i numeri sono impietosi, pure ieri credo che la percentuale dei tiri in porta e dei gol subiti sia di una percentuale quasi spaventosa”….esatto

      estraggo, dal contesto ;-),
      Audero a me non dispiace, ieri però s`è vista tutta la differenza per esempio con l`ultimo Viviano, papere si ma anche interventi importanti e nervi saldi in partite importanti, rigori parati ecetera…

      • Osch
        * per il Viviano dei primi due anni ok, giù il cappello, nulla da obiettare…
        Ma quello delle due annate successive è stato un mezzo disastro, probabilmente complici anche i due gravi infortuni che ha subìto, secondo me non è un caso che nonostante la sua età, relativamente giovane per un portiere sia a spasso..

  13. voti a colley:
    4 e mezzo sampgazzetta
    5 sampnews24
    6 e mezzo secolo
    il mondo e’ belli perche’ e’ vario
    ora a torino contro il toro con allenatore appena cambiato, in casa contro i viola con commisso che ha cominciato a lamentarsi e a milano contro l inter…
    temo che in queste prime partite del ritorno ranieri fara’ meno punti di di francesco
    siamo nella merda in campo e fuori

    • Partita dai mille volti… Obiettivamente nel secondo tempo Colley ha fatto delle belle chiusure. Sugli errori invece lascio dire a voi.

      Per il resto, se pensiamo al Torino che cambia allenatore e si risveglia con noi, alla Fiorentina che batte i piedi e si fa sentire… è un loop.
      Anche se già la prima la sento verissima.

      Esattamente come dopo la partita a Cagliari, io dico: continuino così (primi minuti di ieri a parte). Poi si vedrà.
      Forse uno dei meriti di Ranieri è di non farli abbattere quando pur a fronte di tante energie spese e di gare giocate anche benino, si raccolgono zero punti.

  14. Come già stato detto, partita dai mille volti.

    Accolgo sia con dolore che con piacere il fatto che abbiamo preso il terzo gol perché cercavamo di fare noi il terzo. Sul due a due col Napoli, ci hanno beccato sbilanciati in avanti.

    Per la prima volta parlo di Audero negativamente: più che un portiere che vuole emergere in serie A, ormai sembra uno che deve sempre innanzi tutto dimostrare di poterci stare.

    Indovinare il portiere può essere fondamentale, siamo andati ai preliminari di Champions perché abbiamo preso Storari (la difesa oltre a Gastaldello prevedeva Lucchini, Zauri, Ziegler).
    E siamo subito usciti perché non avevamo più Storari.

  15. Ciò che mi colpisce, nella Samp, sono i luoghi comuni. Ad esempio giochiamo in casa col Napoli e già sappiamo che DOBBIAMO perdere. E difatti…..Lo stesso non accade per squadre che sono anche dietro in classifica, e magari retrocederanno, ma sono meno…monocordi. Ad esempio la Spal ondivaga che ha vinto a Bergamo e Torino granata. O il Lecce che ha pareggiato con l’Inter e battuto sonoramente il Torino. O i bibini che hanno impattato a Bergamo. Tutte partite che sembravano perse in partenza. Lo stesso Torino che, altro luogo comune, con il nuovo tecnico risorgerà a nuova vita ed avrà l’avversaria pronta sul piatto d’argento, la vittima sacrificale. Siamo scontati, in peggio purtroppo. Non ne posso più. Il problema è che se non facciamo punti si riducono gli spazi e si rischia il vuoto dopo la Fiorentina. Sei squadre per tre posti. A l’è dua, figgieu!!

    • Ciao Roberto purtroppo siamo rimasti solo io te Solodoria ed Elcabezon a guardare in faccia la realtà cosa vuoi che dica, mi arrendo nel frattempo tante domeniche e lunedì di sangue marcio dopodiché ieri sera in tv ( non sono potuto scendere ) mi è bastato sentire i commenti e guardare le faccie, erano tutte sorridenti. Senza parole…

    • “””Lo stesso Torino che, altro luogo comune, con il nuovo tecnico risorgerà a nuova vita ed avrà l’avversaria pronta sul piatto d’argento, la vittima sacrificale.”””

      …che non sono altro che le parole che risuonano nella mia testa, dalla fine della partita di ieri sera e fino all’inizio della prossima.

  16. certo che se continua a far breccia la leggenda che Audero sia costato 20mln certo che tutti avremo da che ridire…la verità è che sulla carta per il gioco delle plusvalenze e relativa camera di compensazione per acquisti italiani è costato 20…ma di fatto, vedi 5 mln per il Carneade Peeters, 4 per il primavera Vrioni e altri milioncini per altri primavera, risulta che Audero siaè costato meno di 10…che è ciò che di fatto vale essendo giovane e con margine di miglioramento

    • E ti dimentichi pure tal Erasmo Mulè dato alla Juve dal Trapani, da noi acquistato a 600mila euro e venduto ai bianconeri per 5 milioni di euro dopo una stagione nel Trapani per farlo giocare nella loro seconda squadra.
      Non ho mai criticato Audero, ma propro in queste ultime 2 partite, soprattutto vedendolo dallo stadio, mi è parso molto insicuro, anche in interventi piuttosto banali.

      • Quindi meno di 5, certo Audero è insicuro nelle uscite però se va criticato lo deve essere per le prestazioni di un giovanissimo portiere patrimonio Samp su cui la società ha puntato in prospettiva e non con l’odio verso chi avrebbe prosciugato le casse senza meritato

        • Ma infatti, hai perfettamente ragione…a me di quanto vengono pagati i giocatori non importa nulla, specie in questo momento storico dove se fai 2 goal vali subito 40 milioni…sono valutazioni distorte e fasulle e gonfiate a dismisura, ma ci sarebbe da aprire un capitolo a parte!
          Guardando la rosa dei nostri portieri è ovvio che Audero giocherà sempre titolare, dietro di lui hai il nulla fatto in persona.

  17. Tre considerazioni. La prima Colley gioca bene non male poi , a volte, si dimentica di marcare l’avversario e non è cosa da poco. La seconda Ramirez non so se il merito è di Ranieri o cosa ma così deciso e determinato non lo abbiamo visto mai se poi gioca nel suo ruolo … è un fuoriclasse. Terza per fare punti ci vuole anche un pò di fortuna. Andiamo a Napoli andata e ritorno a Genoa con la squadra in formissima dopo periodi di buio, giochiamo a Milano con il Milan con l’euforia Ibra, andiamo a Cagliari nel loro migliore momento e ora il Toro che cambia allenatore……

  18. Probabilmente fra tre partite saremo a pieno titolo nel gruppo delle cinque che si giocano la salvezza. Poi dovremo solo sperare in Quagliarella e Ramirez, unici due che, quando giocano, sono in grado di buttarla dentro e in un po’ di culo sugli episodi (vedi terzo gol con rimpallo sul piede dell’attaccante)

  19. PassavoPerCaso -

    Un paio di considerazioni:

    1) Per ora siamo solo a +1 rispetto al periodo DF. Se non vinciamo col torino CR andra’ addirittura sotto la media. Quanto contano le prime partite…

    2) Va male tutto quel che puo’ andare male. Quest’anno ogni qual volta c’e’ un evento fortuito ci va contro. Siamo l’antitesi della Lazio.

    3) Professo ignoranza: non so cosa dica quest’anno la regola (o gli ordini interpretativi) sul fallo di mano. Ma sul goal annullato a Ramirez, o ha ha preso una topica da radiazione dell’arbitro, o e’ una regola del belino. Di quelle che rovinano il gioco.
    Chi ne sa di piu’ mi illumini per favore.

    4) Quaglia e’ lo stesso dell’anno scorso. Semplicemente ha meno palloni giocabili ma il talento e’ li’.

    Ciao a tutti.

  20. Ti dico la mia:

    1) Non capisco questa comparazione che sto leggendo e sentendo in giro da qualche giorno e che fai anche tu, ossia che se non vinciamo a Torino avremo fatto peggio che all’andata…cosa c’entra?
    Le avversarie sono le stesse ma logicamente s’inverte il campo, mi sembra lapalissiano che in linea teorica col Toro sia più facile vincere se si gioca in casa che in trasferta…boh…
    Piuttosto mi girano perchè se col Sassuolo ridotto in 10 avessimo giocato come contro il Napoli si sarebbe quasi sicuramente vinto, ed ecco che dal doppio casalingo ne saremmo usciti con 3 punti e non uno, mica poco…

    2) Mah, non condivido granchè, se ripenso a come abbiamo vinto a Ferrara e al derby direi che non ci possiamo troppo lamentare, ci stiamo mettendo troppo del nostro quest’anno per appellarci a sfiga, arbitri, VAR e quant’altro…

    3) Non conosco il regolamento nel dettaglio, ma se non ho interpretato male se una palla colpisce un braccio con questo che aumenta la superficie E’ FALLO!
    Che poi uno quando salta non possa non muovere le braccia, che sia volontario o involontario all’arbitro e al VAR ( sempre se non ho capito male, lo ripeto ) non frega nulla, è fallo punto e basta, per cui l’annullamento del gol di Ramirez ci sta!
    Che poi, e qui andrò probabilmente controcorrente, il 2-2 l’abbiamo comunque poi fatto quindi, per come la vedo io, è un eventuale errore non determinante…

    4) Ho dei dubbi che sia proprio quello dell’anno scorso, il talento c’è e rimarrà eterno, su questo ovviamente non ci piove…

    Ciao!

    • PassavoPerCaso -

      1) Si cerca di capire se la media disastrosa di DF fosse determinata dalla sua incapacita’ o dalla sfortuna di aver incontrato tante brutte bestie all’inizio. Con tutti i limiti di non poter invertire il campo.
      2) Puo’ essere che io sia troppo di parte, non ho statistiche per smentirti. 🙂
      3) Non lo so, come ho detto mi farebbe piacere se qualcuno di esperto mi spiegasse come funziona. Pero’ ecco: se la regola dice che quello e’ fallo, allora l’azione piu’ pericolosa diventa calciarla sulla mano del difensore… allenerei i giocatori solo a far quello.
      PS. E perche’ il fallo di mano del difensore Napoletano in scivolata non era fallo invece? (Non e’ polemica, e’ che davvero non conosco piu’ la regola).
      4) Identico no, ma e’ un epsilon in meno, a mio parere.

      Ciao Cabezon, sempre forza Samp.

  21. La differenza tra i due allenatori si evidenzia dal gioco, dalla compattezza e dall’organizzazione col materiale a disposizione che con DF era praticamente inesistente mentre ora qualcosa di buono si vede.
    Poi i risultati dipendono da tanti fattori

Lascia un commento

Powered by themekiller.com