CORSA ALL’EUROPA. SAMPDORIA SU CASTRO

6

A bocce ferme fino alla prossima settimana, escono le prime notizie di un mercato che potrebbe vedere la Sampdoria protagonista.
La pausa per la Nazionale vede la squadra blucerchiata sorpresa indiscussa del campionato, guidata da una sorta di profeta vivente del calcio, un Maestro che attirerà le attenzioni dei Top Club ma che per adesso è stato blindato da Ferrero.

Tanta è la gloria in questi giorni per Giampaolo, quante sono le pernacchie per un altro Sampdoriano di Cornigliano, Giampiero Ventura, che dopo 60 anni rischia di riuscire nell’impresa di non portare l’Italia alla fase finale dei Mondiali.
Di Ventura non stupisce la scarsezza della squadra  messa in campo (campioni in quest’epoca non ce ne sono). Stupisce piuttosto la totale incapacità di trasmettere i valori del suo calcio ai giocatori della Nazionale, un’Armata Brancaleone al cospetto di chiunque, cani e porci, messi sotto torchio anche da una squadra di serie B come la Svezia senza Ibrahimovic.
Domani Ventura ha l’occasione di riscattarsi: è la partita più importante della sua carriera. Speriamo bene.

Tornando alle cose importanti, per la nostra Sampdoria che veleggia ai piani alti di classifica il mercato di gennaio non dovrebbe prevedere cessioni (stando alle parole della dirigenza) ma rinforzi per condurre a termine una stagione importante.

Gli occhi sono ora puntati su Lucas Castro del Chievo, un giocatore che potrebbe consentire un ulteriore salto di qualità al centrocampo, valutato dai veronesi 8 milioni di euro.
Ferrero può fare la voce grossa: il mercato estivo ha visto le casse doriane arricchirsi. Per capacità di gestione si è arricchito anche il valore tecnico della rosa. Castro è un classe ’89, quest’anno ha disputato 7 partite segnando 2 gol, è abile nel dribbling e nella capacità d’inserimento.

Il giocatore è un profilo interessante. Ma Castro o non Castro, l’Europa dovrà essere il nostro obiettivo.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

6 commenti

  1. Sicuramente Castro è un profilo interessante. L’età conferma la sua esperienza e starebbe benissimo nel centrocampo blucerchiato. Se poi arriva perchè uno tra Praet e Linetty va via a gennaio, allora no resti pure al Chievo. Se poi l’operazione è per l’estate il discorso cambia leggermente ma, penso sia possibile.

  2. Europa league fa solo danni l’unica che conta è la Champions quindi saluti e baci sperando di non rientrare nella prima. Sono contento per l’ottimo campionato che stiamo disputando oltre non credo sia possibile.

  3. L’ Europa League fa solo danni se l’affronti con un organico ridotto all’osso, cosa che facemmo nella stagione 2008/09 per esempio, se ti strutturi in maniera adeguata puoi far bene e non pagare troppo dazio in campionato…

Lascia un commento

Powered by themekiller.com