CONTATTI CON DONADONI E DELNERI. IDEA ENRICO CHIESA

13

Ferrero è inferocito. Zenga promette un cambio radicale da qui ai prossimi giorni, ma ormai lo schifo è stato servito. Il primo mese di ritiro (parimenti alla scorsa stagione) è stato buttato letteralmente nel cesso da una preparazione amatoriale.
Si parlava del terzo turno preliminare di Europa League, una partita da vincere in carrozza, o quasi.
La clamorosa sconfitta ridimensiona tutti i nostri piani, in modo drastico.

A meno di miracoli assoluti, possiamo già dire addio alle entrate di diritti tv e Uefa per l’accesso ai gironi.

Cambiano e si ridimensionano i nostri piani di mercato, crolla l’appeal sull’eventuale nuovo sponsor… Un disastro, con firma Z.
La squadra con questi giocatori farà poca strada comunque. Ma la spudorata mancanza di gioco e le dissennate scelte di posizionamento dei giocatori ha un solo responsabile: Walter Zenga.
Ferrero si è detto deluso, più che altro è inferocito. La sua popolarità è messa a dura prova da una partita disastrosa, che ha avuto rilevanza nazionale.
Zenga ha 4 giorni (compreso oggi) per salvare la pelle. Previsti due allenamenti al giorno fino a Novi Sad.
Intanto i contatti con altri allenatori sono avviati.

Ma, diciamolo subito, molte strade sono impraticabili.
Si sentono ad esempio nomi da fantacalcio: Spalletti? Da solo prende quanto dieci giocatori nostri, è totalmente fuori budget.
Montella (attaccatissimo ai nostri colori) e Mazzarri: ormai si considerano allenatori di prima fascia. Non verranno in una Sampdoria, per di più in crisi come questa. Sono due nomi che possiamo scordarci.
Discorso simile per Prandelli. L’ex Ct è un nome meno improbabile, ma sempre difficilissimo.
L’allenatore vuole rilanciarsi, ma è il classico tecnico che arriva e chiede 4-5 giocatori per ambire a posizioni elevate. Ferrero non lo prenderà mai.
I più probabili restano quindi Donadoni e Delneri.
Donadoni è una garanzia per la nostra serie A. Su di lui pesa il rapporto difficoltoso con Cassano (tornto in auge dopo la batosta). Con Fantantonio è andata bene per un po’ di mesi, poi il crollo sugli ultimi metri, con la doppia accusa reciproca tra il mister e il 99: “Vigliacco!” “Crisantemo!”, mentre il Parma stava colando a picco.
Delneri è talmente fuori dai giochi che tornerebbe alla Samp di corsa.

Forse non è più fossilizzato sul suo 4-4-2, schema inadatto ai nostri giocatori. Il tenico di Aquileia ha detto che negli ultimi due anni ha studiato per rinnovarsi e che si sente giovane dentro. Sarà.
Partiamo comunque dal presupposto che peggio di Zenga non farà mai nessuno.
A meno che non si presenti alla porta di Ferrero Cavasin con i baffi finti.
Un nome allora potrebbe essere interessante per la Samp: il grande Enrico Chiesa, che ha fatto molto bene con la Primavera, un allenatore già consigliato, in tempi non sospetti, dal fondatore storico degli Ultras Claudio Bosotin, fedele al motto: “La Samp ai sampdoriani“.

Su Chiesa però c’è diffidenza di buona parte della tifoseria. Abbiamo chiesto un parere ai nostri referenti tecnici che hanno bocciato l’allenatore di Mignanego.

Staremo a vedere. 

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

13 commenti

  1. Bravo prendiamo Enrico Chiesa cosi andiamo diretti in lega pro , manco ci fanno passare per la serie B.
    Veramente mi tocco se ci sono….

    • SampGeneration
      SampGeneration -

      Ciao Marco, Chiesa è stato menzionato come nome che girava ieri. Per alcuni il suo passato di sampdoriano e la buona esperienza con la Primavera poteva risultare interessante.
      Per la cronaca, ti dico che chi si occupa della parte tecnica per il sito ha bocciato in pieno l’ipotesi, non considerando Chiesa pronto per questa Samp. A presto 🙂

  2. Pino Pagliara -

    La cosa che mi fa più rabbia è che questa banda di pagliacci (società e allenatori) non abbia capito l’enorme importanza della partita di giovedì scorso. Non sono i limiti tecnici di questi pseudo professionisti che mi mandano in merda, ma l’atteggiamento. L’avranno capito che ci stavamo giocando la bile delle rumente? Che cosa vuole dire per un tifoso Sampdoriano farsi 4/5 trasferte europee alle spalle delle rumente che a maggio erano a DeFerrari a gesteggiarsi il nulla? L’avranno capito che ci sono dei ragazzi che hanno messo faccia e portafoglio per concretizzare questa enorme goduria(vedi aero di sfottò)? Ma che cazzo hanno pensato sti coglioni in questo mese di lavoro,di essere a Piacenza o Pavia? Tralasciando tutti i discorsi sulla rosa, cessioni o impostazioni tattiche, Siamo 10 volte più forti di quella banda di dilettanti che ce ne ha rifilate 4. Non ho mai visto una cosa simile in 40anni di tifo……Cavasin il derby non l’aveva sbagliato, l’ha perso per sfiga, Zenga giovedì ha fatto 100 volte peggio, e visto cosa c’era in palio la ritengo un onta incancellabile. O vince 5/6 a 0 a Novi Sad o non glielo perdonerò mai. Poi chi verrà dopo è uguale, purtroppo non potrà restituirci quello che sti qui stanno buttando nel cesso.

  3. Io credo che uno come donadoni sia una buona scelta, qui mi pare che la situazione sia parecchio brutta, e nn vorrei fare la fine dell’anno del preliminare. Ma Z chi l’ha scelto? Osti o Ferrero?

    • Ferrero l’ha scelto e se ne pure vantato.!
      Viperetta non ha capito che se vuoi vendere e comprare come al supermarket devi avere un allenatore buono a costo di pagarlo bene (vedi le rumente con piangerini che è un uomo discutibile ma un mister che fa trottare gli asini e fa nozze coi fichi secchi).
      Ha scelto l’aziendalista Z xchè costa poco e x tornare nel giro si sarebbe messo a 90.
      I sarri paulo sousa ecc gli hanno dato picche xche volevano un progetto e non scommesse

  4. Ciao Hermanno. Concordo con te e rilancio con un Guidolin d’annata! Hai visto mai?
    Ai tifosi dico di aspettare, il Richard Branson Italiano sta per arrivare…

  5. Tra tutti i nomi che circolano al netto di quelli fantascientifici, tipo Spalletti, Montella, Prandelli, quello adatto, secondo me, sarebbe Donadoni. Adatto per un campionato senza patemi e nulla più sia chiaro.

  6. Spiace dirvelo ma lo spogliatoio non e’ con l’allenatore. Peccato, un altro allenatore coglione per un Buffone! Ma Cosa caxxo fa Ferrero a Genova!

  7. Chiesa farebbe la stessa figura di Inzaghi. Meglio prima si faccia le ossa partendo dalla B.

    Donadoni non dispiacerebbe, ma ancor di più spero che lo stesso Zenga abbia solo preso un abbaglio e che si riveli ben presto all’altezza, non posso pensare che sia così scarso.

  8. LUCA DAL BRASILE -

    Tolti gli inarrivabili, io dico Donadoni toda la vida: preparato, conosce la serie A (e l’Europa, ahinoi…), conosce molto bene i calciatori, é uno che fa il modulo in base ai giocatori e non il contrario (cosa non da poco) e soprattutto é un bravo, bravissimo ragazzo, totalmente Stile Samp… chissà cosa staremmo scrivendo ora se fosse arrivato lui a giugno anziché il pirla parlante

Lascia un commento

Powered by themekiller.com