CIAO ETO’O. C’ERAVAMO TANTO AMATI

6

Eto’o a un passo dalle valigie, la Turchia lo chiama e lui risponde “Ok”.
Spiace dirlo ma, nel caso, sarebbe meglio così.
Siamo stati i primi adoratori di Eto’o, ci lustravamo gli occhi dinanzi alle giocate da campione del camerunese. Erano un po’ di anni (per la precisione 5) che non si vedevano giocate di tale livello in maglia blucerchiata.
Ma era palese che qualcosa non girasse per il verso giusto.
Sinisa ed Eto’o perennemente ai ferri corti, poca capacità del serbo di valorizzare Samuel, ma anche un progressivo ridimensionamento del n.99.
Più passavano le settimane e più paradossalmente Eto’o calava di forma (e già non era arrivato in condizioni olimpiche).
Un ingaggio pesante per le nostre casse: il prossimo anno sarebbero 1,7 milioni.
Quindi la necessità di far quadrare i conti: o cresce il suo rendimento in campo (nel senso che Eto’o deve risultare quasi sempre decisivo), oppure meglio salutarsi, ricordando comunque una bella avventura.
Il girone di ritorno di Samuel blucerchiato non è stato entusiasmante: 2 partite eccelse (con Roma e Milan). Il gol decisivo per la stagione (contro l’Empoli), e poi poco altro. Ma la questione che più ha destato sospetti è, come detto, la progressiva perdita di forma del giocatore.
Solo colpa di Sinisa?
Ora la neo promossa Antalyaspor fa sul serio: chiama ufficialmente Samuel, ad un passo dalla risposta positiva.
Ferrero non avrà problemi a risolvere il contratto di Eto’o.
Non sappiamo se esiste una clausola, come con l’Everton, che permetterà al n.99 di sganciarsi a parametro zero anche con la Samp.
Probabile comunque che si vada verso la risoluzione del contratto.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

6 commenti

  1. Se Samuele parte, Bergessio a rescisso e Okaka parte al 90% dobbiamo fare un attimo fare il punto.
    Muriel ok, poi abbiamo Bonazzoli che però è molto giovane (ma se è bravo nn è un problema), oltre a Djiordjevic che però forse viene mandato a fare esperienza.

    Facendo anche la EL secondo me mancano almeno altre 2 di punte.

  2. Se la società ha altri programmi o se è lo stesso Eto’o a voler provare nuove esperienze è giusto che il matrimonio s’interrompa, a me però dispiace un sacco, erano anni che non mi emozionavo così tanto per l’acquisto di un giocatore e resto dell’idea che cominciando una vera preparazione dall’inizio il vecchio Re Leone qualche ruggito dei suoi sarebbe riuscito ancora a regalarcelo…

  3. Personalmente allora preferisco Cassano perchè, a differenza di Eto’o che ormai è diventato un viaggiatore, una sorta di spot del calcio ma che alla prova dei fatti risulta poco praticabile da una squadra che cerca compattezza specialmente mentale, Antonio invece è diventato stanziale per ragioni di famiglia e sta bene a Genova. Poi penso che abbia messo abbastanza a posto la testa e quindi se si allena e torna in forma credo potrebbe diventare un’ottima freccia da lanciare per la Samp. E voi che ne pensate?

    • Io da quel dopo Samp-Bari, quindi da prima del litigio con Riccardo, considero Antonio un po’ cretino e un po’ ingrato, diciamo cosí. In questi anni ho sempre seccamente respinto l’idea di un suo ritorno.
      Ma, in ottica sostituzione Eto’o, sul campo ci guadagniamo tanto…
      Occhio che anche nel Parma ha fatto fino alla fine la differenza, sopraelevandosi per classe non solo rispetto ai suoi ma anche spesso e volentieri sugli avversari. Sisi, prende meno soldi, avrà circa sette/otto anni in meno, riesce a fare una partita intera. Ci perdiamo in immagine ma spero che pur in soli sei mesi Eto’o ci abbia dato lustro per contribuire ad attirare uno sponsor coi fiocchi (forza Presidente!).
      Insomma sono meno rigido rispetto ad un suo ritorno. Si vede che invecchiando si cambia, o si perdona. É un cretino, ma siamo tifosi di calcio, e lo sappiamo che lui toccando due palloni puó fare cambiare molte idee…
      In ottica “cambio con Eto’o”, dico si.

      • Aggiungo che l’ottimo Massimo nel caso lo farà friggere il piú possibile, diminuendo al massimo le sue pretese economiche e facendolo tornare a capo chino. A ‘sto giro altro che reuccio di Bogliasco!
        Questo é forse ció che mi ha fatto cambiare idea. Poi se le dichiarazioni di amore per la Samp nascondono la mera volontà di stare a Genova come vuole la moglie, chissenefrega! C’interessano i piedi…

Lascia un commento

Powered by themekiller.com