CI SI METTE ANCHE LA SFIGA. DA ROMA USCIAMO A TESTA ALTA

15

La speranza di arrivare al pareggio si infrange sulla traversa colpita da Cassani al 93′ su pennellata di Dodò.
Pochi minuti prima era Cassano (subentrato al più che valido Correa) a trovare la combinazione con Quagliarella ma a sparare addosso al portiere giallorosso da ottima posizione.
E’ stata una buona Samp, graziata da diversi errori romanisti sotto porta (un paio di rigori in movimento sbagliati da El Sharawy) e mantenuta in gara dall’autogol di Pjanic, su tiraccio di Fernando al minuto 54.
Nel primo tempo abbiamo contenuto bene la Roma. Tra Salah, Perotti ed El Sharawy si temeva la mattanza. Invece teniamo botta, anche in virtù della mira sbagliata dei romanisti.
Lo 0-0 al termine del primo tempo sembra cosa fatta, ma negli ultimi secondi di gioco siamo nuovamente colti dalla sindrome Viviano, regali a piene mani: al 44′ e 30” abbiamo una punizione nella trequarti avversaria. Al 44′ e 45” offriamo palla e tappeti rossi per il contropiede della Roma, che ha notoriamente giocatori lenti. Al 44′ e 58” prendiamo il gol di Florenzi.
Complimenti, se perseverare è diabolico noi ormai siamo al centro dell’inferno, in bocca a Belzebù.

SECONDO TEMPO
Al 49′ Perotti sigla il raddoppio con una bella girata al volo.

5 minuti dopo accorciamo le distanze col debole tiro di Fernando e la complicità della deviazione di Pjanic che mette fuori causa Szczesny.
Da qui in avanti vediamo una bella Samp: la Roma cala vistosamente e il buon tasso tecnico blucerchiato mette finalmente in luce ottime trame di gioco.
Correa cresce in personalità di partita in partita, anche lo schieramento finale con Ricky Alvarez, Cassano, Quagliarella e un più che dignitoso Dodo (sembra valere 1000 Regini) ci permette di creare diverse occasioni.

Sfioriamo un pareggio che sarebbe andato di lusso, sarebbe stato oro colato per una classifica fin troppo deficitaria. Ma l’errore di Cassano e la traversa clamorosa di Cassani ci negano la soddisfazione finale.

A voler essere scaramantici si ha come l’impressione che la Sampdoria di quest’anno abbia ricevuto una macumba da qualche spirito malevolo. Qualcuno sa per caso se il genovese Mago Otelma sia genoano?

Comunque sia, siamo talmente disabituati a commentare una vittoria che c’è una piccola soddisfazione anche quando la squadra gioca bene per metà tempo, pur pagando l’inesorabile dazio delle due reti subite, ormai il nostro marchio di fabbrica.
Superfluo dire che l’ultima mezz’ora ha dato segnali confortanti, che però resteranno segnali inutili se non ripetiamo la buona prestazione nel prossimo match fondamentale contro l’Atalanta.
Il primo bonus casalingo col Torino l’abbiamo appallottolato e gettato nel cesso. Vediamo domenica  di non fare altre vaccate.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

15 commenti

  1. Blucerchiato94 -

    Quando ho letto la formazione della Roma pensavo ce ne avrebbero fatti 4/5 di gol invece tra un po’ andavamo al riposo sullo 0-0… Comunque gran fortuna della Roma che però bilancia la grande fortuna blucerchiata del match di andata.

    Mi sono piaciuti molto Dodò, Cassano e Alvarez. Bocciati Soriano (già con la testa all’Inter… Indubbiamente, da lui però mi aspetto di più) e Barreto (ma perché questa involuzione?!? A me a Palermo piaceva!!!).

    Per il resto occorre uccidere la Dea prossima settimana, non mi interessa se anche loro non vincono da tanto, vincere per tirarci fuori dalla zona retrocessione che non mi sta bene vederci a pagare con quei catenacciari del Carpi…

    Per il resto, potrebbe essere Zamparini che ce le gufa di santa ragione ahahahaha dato che parla sempre della Samp. Comunque è innegabile di come quando la Samp è graziata dagli arbitri, subito c’è chi dall’altra parte si lamenta (vedi Zamparini-Fabbri) mentre quando ha episodi contro… È tutto ok.

    Mi è piaciuto il discorso di Montella, 4′ di recupero mercoledì con pochi cambi nel secondo tempo ed oggi 3′. Celi ha arbitrato in maniera vomitevole, ogni fallo dei giocatori blucerchiati era subito cartellino giallo, viceversa no.

    Comunque con tutti i gol che abbiamo preso grazie a Cassani, oggi poteva regalarci un punto ma niente…

    Ripeto uccidere la Dea!!! Uccidere l’Atalanta!!! Piena di bibini quali Borriello, Gakpe e Pinilla grazie ai continui intrallazzi tra Percassi e Preziosi (la squadra col brrrrogggettttto ogni volta che va a Bergamo 3 punti o 1 garantito!!!). Voglio purgarla alla stra grande!!! Forza Doria!!!!!!!!!!!!

  2. Stesso commento della settimana scorsa… non c’è ne va bene una :
    – 2 legni a carpi
    – Rigore finto a Bologna
    – Gol an10 secondi dalla fine con il torino
    – Legno al 94 con la Roma.

    poi, alla sfiga, una mano gliela diamo volentieri. Se domenica nn si vince, son caxxi,perchè qui, più che la squadra gramma, è una questione di testa.

    • E peccato per il tiro fuori di Fernando, vabbé piú che sfortuna é un errore, ma potevamo benissimo essere noi a fermare la Juve!
      Inoltre, l’ammonizione per simulazione a Correa mi ha ricordato il rigore a Bologna, mi sembra che attualmente essere severi contro la Samp sia molto facile, e viene il dubbio: ad altre squadre ed altri giocatori?

  3. Giovanni Prussia -

    Sono tre partite che quando escono Muriel e Barreto iniziamo a giocare. MONTELLAAAA lo capisci che quei due idioti , uno bastardo ed uno grammo, non devono giocare. .inoltre non sarebbe il caso di fare una riunione sulla gestione dell’ultimo minuto di ogni tempo.? Che delusione. , e comunque siamo Bbbbbravi. Sempre bravi e tutto va bene perché , a parte perdere sempre, stiamo migliorando. Che testa di legno. Nuovo cambio. Affà nculo i fighetti e Iacchini tutta la vita. Ma rimarrà un sogno. Concretezza, semplicità degli schemi, corsa e tanta cattiveria agonistica. Che delusione. Dai cambi che fa è da come rivoluziona tutto ed il contrario di tutto, ad ogni partita e nella partita, si capisce come stia ancora improvvisando. Sulla nostra pelle. Ma tutto va bene e , indovinate un po’ , stiamo migliorando. V………….lo.

  4. Ieri sera non ho visto una brutta Samp…certo i suoi limiti li ha, ma nel primo tempo ha cercato di fare il suo meglio contenendo la Roma, poi ahimè il solito gol preso alla fine del primo tempo ha rovinato ciò che la Samp aveva fatto fin a quel momento. Nel secondo tempo meritava a parere mio il pareggio…diciamocelo anche un pò…oltre alle belinate che quest’anno ci hanno abituati siamo anche un po’ sfigati, perché se quel cavolo di pallone invece di infrangersi come il sogno di uscire dal olimpico indenni sulla traversa entrava dentro a quest’ora si parlava di un punticino che valeva come una vittoria. Adesso testa a l’Atalanta sperando in una Samp si attenta ma anche orgogliosa con tanta voglia di vincere e tirarsi fuori dalle grane. Da qui in poi per noi si sono tutte finali! Una piccola considerazione, ma perché Quagliarella Non metterlo dal inizio insieme a Cassano? Quando sono entrati loro insieme ad Alvarez oltre al tasso tecnico aumentato in 10 minuti ne hanno fatte vedere di cose. Bene Correa ogni partita cresce, bene Ivan…Baretto non lo vorrei più vedere…Soriano mmm c’era ? Forza Sampdoria sempre con te!

  5. Per alcuni giocatori è questione di testa. per altri è questione di superficialità e scazzo imperanti: Cassano, quando vuole, quella palla gol così lampante la butta dentro tranquillamente.
    In generale comunque la squadra, prendendo gli uomini singolarmente ha dei buoni valori, ma è tutto il resto che non va…

  6. Io mi faccio qualche domanda.
    Entriamo in partita sempre e dico sempre, non dopo lo 0 a1 ma dopo lo 0 a 2, cioè quando gli altri calano il ritmo e divengono attendisti….
    Poi, avete visto con che animus pugnandi giocano le 3 dietro? (v. Verona contro Inter).
    Ma Montella come motivatore quanto vale rispetto ad un Delneri qualsiasi?
    Finora speravo in Kulovic…ma anche quello gioca contro.
    Non so con chi può vincere questa Samp….E’ una squadra “braghemolle”.
    Comunque, fino all’ultimo, speriamo…ma la vedo moooolto dura.

  7. Analizziamo le ultime 4-5 partite…
    Impegno? Schemi?
    Tutti in visita al Santuario della Nostra Signora Della Guardia!!!

  8. Giusto sentinel!
    Io sono il primo criticone e cerco sempre di analizzare le partite al di là degli episodi ma così è veramente troppo!
    Se nelle ultime cinque sfide le cose fossero andate in maniera NORMALE, a quest’ora avremmo cinque punti in più, saremmo a quota 29 belli e tranquilli e si farebbero altri discorsi…
    Siamo scarsi, siamo fragili, siamo impauriti, siamo babbi e chi più ne ha più ne metta ma abbiamo una sfiga addosso che fa spavento…

  9. Io continuo a non capire come puoi costruire una squadra che tiene in panchina contemporaneamente gente come Cassano, Quagliarella e Ricky Alvarez ed in difesa non ne mette insieme tre.
    Detto questo bravissimi Dodò, Ivan e Correa.

  10. La nostra difesa, in occasione del primo gol, è stata brutta e pure sfortunata, ok. Mi domando se riusciremo mai a registrarla, comunque è colpa della società, secondo me, più che di Montella. Il materiale umano in difesa è qualitativamente il peggiore da anni, c’è poco da fare. A centrocampo e in attacco funzioniamo bene, di riffa o di raffa il gol lo facciamo… domenica io penserei seriamente a mettere dall’inizio Alvarez, Cassano e Quagliarella, perché i tre li vedo bene, si cercano, si trovano. Parlano la stessa lingua. So che sacrifichi Correa o Soriano, ma per una partita, specie considerato che abbiamo bisogno di segnare molto, si potrebbe fare.

    • Anch’io la penso come te sulla formazione, per quanto visto a Roma nella parte finale. Sacrificherei Correa.
      Centrocampo Dodò Fernando Ivan Soriano; Cassano al centro Quaglia a sx e Ricky a dx.
      Muriel Correa se servisse a gara in corso x qualche cambio.
      Comunque insisto sul problema “mentale”: mai reazioni sullo 0 a 1; si vede sempre qualcosa sullo 0 a 2.
      A fine partita tutte le volte si sente il mantra: “Bisogna ripartire dal 2° tempo della gara x” e invece si realizza un tragico copia/incolla della gara precedente: inizio tremebondo ed impacciato: arriva il primo goal: niente; poi arriva il secondo e allora, complici gli avversari “sazi” si comincia vedere qualcosa: ma lo sa Montella che le partite durano 90′, non 120′ ?

  11. siamo un mix esplosivo di ingenuita’ e sfiga che e’ veramente inquietante…mai vista una serie di episodi negativi uno dietro l’altro.anche ieri all’ultimo secondo del primo tempo prendiamo contropiede da nostro corner,ciabattata dal limite con palla che si impenna e finisce bella bella sulla testa di florenzi da solo davanti a viviano…….al torino mercoledi’ ultimo secondo palla all’incrocio e noi ieri traverrsa clamorosa……pali e occasioni clamorose sciupate.pazzesco!se molla la sfiga non ci sono problemi anche perche’ la squadra non mi pare proprio indebolita dal mercato anzi.i soliti catastrofisti piangevano zukanovic e regini ma dodo’ in 2 partite ha fatto molti di piu’ di loro messi insieme.davanti mi pare che si crei molto e si segni anche senza eder e ranocchia sta gia’ migliorando giocando centrale con silvestre a fianco e sciagura moisander in panca.io sono ottimista saro’ pazzo……

  12. Non sopporto la flemma con cui ripartiamo da dietro. Il nostro giro palla in difesa è da latte ai gomiti.
    Contro l’Atalanta spero di vedere in campo 4 giocatori offensivi dall’inizio sennò c’è da ammazzarsi, manca qualità!!!

  13. Siamo grammi, siamo sfigati, abbiamo la difesa più scarsa del campionato, tutto vero, ma so solo che mancano 14 partire alla fine x un totale di 42 punti disponibili, ne bastano 14 per salvarsi un terzo!!!, un punto a partita, se non li facciamo, è giusto retrocedere…

Lascia un commento

Powered by themekiller.com