CASSANO IL RITORNO. DOPO VOJVODINA IL CONTRATTO

5

Per il Cassano-bis si attende l’esito della prima sfida col Vojvodina, anche per non distrarre troppo il gruppo.
Va bene, ma non prolunghiamo ulteriormente questa telenovela sfinente e infinita.
Se la società ha deciso di prendere Antonio, facciamolo allenare il prima possibile prima che diventi una mongolfiera.
E se il 99 torna a indossare la maglia blucerchiata, iniziamo a considerarlo un giocatore come gli altri (solamente più forte e più matto): basta menate sulle cassanate, sul passato, etc.
E soprattutto basta inutili divisioni tra i tifosi.
Se verrà, evidentemente la società pensa che potrà dare il suo contributo di esperienza e di tecnica alla squadra.
E anche Zenga avrà messo sul piatto le possibilità favorevoli di avere un Cassano a disposizione.
Alcune voci dicono che la chiusura dell’affare potrebbe protrarsi fino all’inizio del campionato. Ma sarebbe una follia pura.
Il giocatore non si allena in gruppo da gennaio. Se pensiamo di prenderlo deve arrivare al più presto, deve dispensare pennellate a Bogliasco il prima possibile.
Se la volontà è di aspettare l’esito col Vojvodina (anche per non turbare l’ambiente), il 7 agosto all’alba dobbiamo chiudere con il barese.
Sul contratto di Cassano se ne sono dette tante. L’ipotesi più accreditata è: 700.000 euro per un anno, con bonus a prestazione e una sola pezza sulle psicosi di Fantantonio: nessuna multa, ma rescissione unilaterale in caso di terremoti interiori di Cassano, blindato come Hannibal Lecter.
Zenga ha accettato finalmente il suo arrivo. Lo spogliatoio ha già espresso parere positivo. A questo punto, se matrimonio sarà, facciamolo alla svelta.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

5 commenti

  1. Mi ci gioco la….testa che Cassano non solo non farà……cassanate ma darà un grande contributo alla causa Samp. E mi voglio ripetere fino alla menagione: basterà un assist a Muriel (con Cassano farà tanti gol…) o direttamente un suo gol (come giustamente ha rilevato qualcuno a Parma ha segnato, ha fatto segnare, non ha rotto i marroni, ed era sempre il migliore) e allora ce la vedo la gradinata Sud (anzi tutto lo stadio….) a gridare “Antonio, Antonio…..UNO DEI NOSTRI! Ma sì, beviamoci una buona birra in attesa del gran ritorno. E ai disssidenti dico: ma vi fa proprio schifo uno dei pochi che da del Tu al pallone? Non è che ne abbiamo molti. ORSU’.

    • A me fa schifo la persona, il calciatore resta ottimo con la palla fra i piedi, inutile quando la palla ce l hanno gli altri. Per il puro gusto del gioco del calcio e’ uno dei primi 3 che abbia visto giocare con la nostra maglia. A livello umano e’ all ultimo posto, e per distacco. Facendo una media, razionalmente parlando, spero non torni piu’.

  2. Ha ancora un senso per un tifoso parlare di “livello umano”? Non voglio essere cinico ma semplicemente realista. Prendiamo Balotelli che penso sia il prototipo dell’ “idiota” e che dal lato umano disistimo alla massima potenza. Clamorosamente Ferrero riesco a farselo prestare (fantascienza?). Segna 25 gol, capocannoniere. Che dice il tifoso? Si indigna per la sua imbecillità permanente fuori del campo o per la prolificità dentro il campo? Perchè intanto i due mondi continueranno a non lambirsi. Il tifoso starà sempre a Molassana, Sampierdarena, Bolzaneto ecc…. con il suo quotidiano mentre lo stolto giocatore girerà, more solito, in Ferrari o similare e con quelle aborto di cuffie che coprono quella parte del corpo permanentemente vuota.

Lascia un commento

Powered by themekiller.com