CASSANO -ALVAREZ-QUAGLIARELLA, IL TRIDENTE CONTRO IL VERONA

6

Ballottaggio Cassano-Kristicic, un po’ come fare un ballottaggio per una cena tra lo chef di “Volta la carta” e Gigi il Troione.
Un po’ come dover scegliere tra un Barolo del 2000 o del 2001 e un chinotto del 2003. Non andiamo oltre. La disquisizione è tattica, mister Montella è allenatore votato all’attacco, vuole aggredire per natura l’avversario. Ma si è ritrovato, per sua maxima culpa, in un situazione in cui i punti devono arrivare e non possiamo permetterci di perdere.
Non è da escludere quindi a Verona l’ipotesi di un rafforzamento del centrocampo, con l’impiego del redivivo Kristicic.
Ma a Verona la formazione più probabile prevede l’ormai classico 3-4-2-1: Viviano, Moisander, Cassani, Ranocchia. Centrocampo da destra: De Silvestri, Fernando-Soriano- Dodo’. Tridente: Alvarez-Cassano-Quagliarella.
E speriamo che tutto vada bene.
Visto che Genova è la terra consacrata al mugugno (il sacrosanto e mai desueto diritto al Mugugno era riconosciuto ufficialmente a chi lavorava a bordo delle navi, nei tempi andati della gloriosa Repubblica di Genova), oggi il mugugno riguarda l’argomento “Cassano”, che con una salvezza da portare a casa è stato relegato a imputridire in panchina, tra i Kristicic e i Lazaros, tra i Brignoli e i Rodriguez.

Impiego con il contagocce per il fantasista barese, nessun allenatore mai nella sua carriera l’ha impiegato così poco, manco al Real Madrid.
Sicuramente in molti non saranno d”accordo, ma la gestione Montella di Cassano lascia molto a desiderare. Pochi minuti per un giocatore che ha dispensato 12 assist in un minutaggio inferiore alle dieci partite.
Montella deve portare a casa il risultato e la pagnotta, questo è indiscutibile. Ma potrebbe trattare meglio Fantantonio, un talento che può portare in alto la Samp (piaccia o meno è il giocatore che  ci ha portato più in alto negli ultimi vent’anni). 
Ma stiamo parlando di calcio oppure stiamo parlando di petanque o corsa con i sacchi? Stiamo parlando di calcio o di lancio del fagiolo?
A Verona deve arrivare almeno un punto, l’asse Cassano-Quagliarella può regalarci soddisfazioni e speriamo che sia l’inizio di un nuovo ciclo di risultati positivi per la squadra, con Cassano, Quagliarella, dalla prossima Correa e Alvarez. Insomma, con tutti i nostri campioni, tutti devono essere inseriti: Montella deve avere l’abilità di farlo.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

6 commenti

  1. Cassano dispensa dodici assist, piu di uno a partita, per il resto del match guarda gli altri correre. Se lo puo permettere una squadra super organizzata e in condizioni atletiche smaglianti. L unico modo per schierarlo e’ in coppia con una punta centrale e dietro un centrocampo quasi esclusivamente muscolare. Con Correa si pesta i piedi e giustamente, anche per un discorso di investimento, gli viene preferito El Tucu. Domani non ci sarà quest ultimo, ma con in campo Alvarez, Quagliarella e Dodo’, Cassano e’ un lusso che ci possiamo permettere solo a gara in corso. L equilibrio in campo e i punti ad oggi contano MOLTO di piu di qualsiasi romanticismo, contando anche che e’ in programma anche Frosinone – Udinese,e il Verona giochera’ l ultima spiaggia con tutto l agonismo e la corsa di cui dispone. Umanamente” non apprezzo” Cassano, ma per la salvezza della Samp gli auguro il massimo della forma e della salute calcistica e se giocasse tifero’ per lui come se fosse la piu’ grande bandiera che abbia vestito la nostra maglia. A fine contratto spero sparisca velocemente , almeno quanto velocemente si accaso’ al Milan quel Dicembre di quell anno terribile.

    • Scusami mik io concordo con quello che hai scritto però purtroppo essendo appunto un inguaribile romantico credo anche che nel rapportarsi con Cassano non bisognerebbe essere neanche tanto permalosi,come purtroppo ,sempre secondo me è chiaro ,sta facendo anche Montella ultimamente….poi è vero che Correa va di gran lunga meglio e si deve impiegare piuttosto che Antonio ma siccome è un investimento bisogna impiegarlo appunto per fargli prendere valore e rivenderlo? Poi fammi dire un’ultima cosa ma a noi come tifosi che Cassano sia umanamente accettabile cosa dovrebbe fregarsene? Prima del fattaccio con il buon Duccio mi era capitato anche svariate volte di incrociarlo ma non mi è neanche mai passato per l’anticamera del cervello neanche di salutarlo per dire,soprattutto sapendo com’era a me interessava ed interessa il campo!!!!ma a me cosa me ne fregava che non voleva andare a prendere il premio al club piuttosto che partecipare a questa o a quella festa…..ma cosa me ne fregava…e il buon Duccio sempre secondo ha fatto una scelta scellerata quella volta ad impuntarsi e a mandarlo via perché poi ti ricordi la fine che abbiamo fatto?ma se Cassano fosse rimasto ma secondo te dove saremo adesso? Cassano lo devi usare come lui usa te senza aspettarsi niente….ma cosa centra il lato umano con lui….anche perché umanamente parlando nella malaugurata ipotesi dovessimo retrocedere quanta gente pensi rimarrebbe alla samp?cmq mik sono sempre mie opinioni è chiaro

  2. La gestione di Cassano lascia a desiderare? Cassano ha fatto 12 assist e ora è’ in panca. Gli assist erano quando non c’erano Dodo, Alvarez e Correa. Ora serve temperamento e imprevedibilità; Antonio ha dosi massicce della seconda ma servono 5-6 uomini in movimento per sfruttarla. Vediamo se il mister trova la quadra. Del resto squadre senza Cassano come Empoli e Sassuolo ci stanno davanti con il gioco corale e altre con difese arcigne e agonismo si sono tolte dalla zona rossa

  3. A mio parere Chicco 78 dice diverse cose giuste ed in particolarfe il fatto che ciò che succede fuori dal campo per i tifosi dovrebbe essere invisibile. Ciò che conta è la prestazione. Per dirne una: ai miei tempi (eh già…..) c’era un certo Skoglund, biondissimo svedese estroso, che amava anzichenò la…bottiglia ma sul campo (forse per gli effetti dell’alcol bevuto?) ubriacava gli avversari che era un piacere vederlo. Il duo Skoglund- Cucchiaroni (questo pare amasse assai…le femmine) faceva faville. E dunque che dire? Se giocando con l’ultima in classifica, per le solite tattiche che io continuo a non capire (sono legato ad un calcio romantico) non possiamo permetterci di schierare un GRANDE come Cassano allora veramente il calcio è proprio finito!!!

    • Grazie Roby più che altro perché hai capito quello che intendevo!cmq grazie per gli aneddoti su cucchiaroni e skoglund

      • Visto il risultato e la partita di Cassano non posso fare che ammenda ( e vivaddio!!!) Mi ripeto , viva Cassano finche’ ci portera’ , col resto della squadra, all obiettivo della salvezza. Poi , per quanto mi riguarda, ed esclusivamente riguarda me, sparisca. Grande pedatore, uomo di nessuno spessore. VIVA LA SAMP!!

Lascia un commento

Powered by themekiller.com