BOSOTIN, INTERVISTA ESCLUSIVA: “DORIANI, UNIAMOCI E LEVIAMOCELO DAI PIEDI”

5

Claudio Bosotin scende nuovamente in campo dopo l’incontro importantissimo con Edoardo Garrone. Ora è pronto ad un nuovo colloquio con l’avvocato Romei, che Boso reputa “persona affidabile, di cui ho un’ottima considerazione, altro che quell’altro personaggio“.

Bosotin, fra l’altro, è stato chiamato in causa proprio da Ferrero nel corso dell’intervista di ieri sera  a Sportitalia.
Un’altra apparizione in tv dell’attuale presidente della Samp che parla ormai da presidente del Palermo: un corto circuito mentale al limite del delirio: dichiarazioni d’amore a profusione per il Palermo, prezzo della Sampdoria che cresce giorno dopo giorno. Ieri, per la cronaca, siamo arrivati a 160 milioni di euro. Di questo passo la Samp varcherà la soglia dei 200 milioni nel week end.

“4 ragazzini mi contestano” – ha dichiarato Ferrero a Sportitalia, palesando una concezione poco oggettiva dei numeri: da un parte 160 milioni di euro, dall’altra 4 ragazzini. Le idee di grandezza sono decisamente personali e il colpo di sole, dopo l’ondata di caldo africano, continua evidentemente a fare danni.

Belin altro che 4 ragazzini, io c’ho 63 anni“, tuona Boso. “Io amo la Sampdoria e non permetto a nessuno di calpestare i nostri colori. Ora incontreremo l’avvocato Romei, persona che io apprezzo. Il giorno ancora non lo sappiamo. Ma una cosa è certa: dobbiamo unirci tutti quanti per levarci questo personaggio dai piedi. A settembre, ricordiamoci, che se la potrebbe passare ancora peggio. In caso di condanna, i tifosi lo sanno che il danno per la Samp potrebbe essere grandissimo?”.

Eppure qualche tifoso dà ancora fiducia a Ferrero. Boso, su questo aspetto, non le manda a dire.

Belin ne concosco ma proprio non li capisco. Sono casi patologici, si facciano vedere da un dottore, e che sia bravo“.

Hai sentito Vialli negli ultimi giorni?

No, non lo sento da tempo. Ma so che l’offerta che è arrivata a Ferrero è una buona offerta. Ma lui vuole almeno il doppio. E io – aggiunge Boso – ho anche dubbi che riesca a prendere il Palermo. Il sindaco, di fronte alla situazione ben nota del Viperetta, ha secondo voi le garanzie per lasciargli la squadra?”.

Poi ritorna su Ferrero

Ieri l’abbiamo visto di nuovo in tv, la solita brutta figura. Belin, ne ha fatte di tutti i colori, fra un po’ lo vedremo dalla De Filippi con le buste”.

Ma Boso non è tenero nemmeno con Enrico Mantovani: “Non mi piacciono quei tweet, non portano fortuna. E sento voci di un suo possibile rientro in società: io sono contrario – precisa Bosotin – “Parliamo di una persona che ha puntato, ben pagandolo, su Salvarezza, che ha diviso la gradinata e stava per venderci a Preziosi. Devo aggiungere altro? Io personalmente non lo rivoglio in società”, è questo il pensiero di Claudio Bosotin.

“Amo i nostri colori, li difenderò sempre – conclude Boso – “Speriamo che il Signore ci dia la grazia di riabbracciare Gianluca Vialli e ai tifosi ribadisco: uniamoci tutti quanti e leviamoci dai piedi questo personaggio”.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

5 commenti

  1. Insomma non gli sta bene Ferrero, non gli sta bene Enrico Mantovani, e, correggetemi se sbaglio, ai tempi non fu tenero pure coi Garrone, giusto?
    Ciao stammi bene!

  2. provate a immaginare la attitudine offensiva del monnezza altrove tipo roma o palermo…ma qui a genova la differenza tra essere signori e farsi prendere per il culo per molti non è ancora del tutto chiara , anche se grazie al cielo quelli che la pensano come il mitico Bosotin sono la maggior parte a quelli che invece li va bene tutto sempre e comunque,sindrome di stoccolma o che caxxo ne so.
    procura di roma facci sognare !
    ciao hermano

  3. Grande rispetto per Boso, ci mancherebbe altro, ma personalmente preferirei che la contestazione a mf rimanesse civile, per quanto possibile…

Lascia un commento

Powered by themekiller.com