BOSKOV, LA RABBIA DI BOSOTIN: “SAMPDORIA ASSENTE (O QUASI) AL SUO FUNERALE. E’ UNA COSA SCANDALOSA”.

14

Intervistato in esclusiva da Sampgeneration per un ricordo su Boskov, Bosotin non trattiene la rabbia.

Dopo la commozione per la scomparsa del leggendario Vujadin, Boso è visibilmente emozionato e si dichiara molto dispiaciuto per quel che accadrà domani, il giorno del funerale: “Un giorno in cui anche il Real Madrid si presenterà con un gruppo di dirigenti per omaggiare questo pilastro del calcio mondiale, e soprattutto della storia doriana. Mentre la Samp non ha organizzato nulla. Non è riuscita a fare un volo charter, radunare un centinaio di tifosi per salutare il nostro Maestro. Ci sarà Mihajlovic (a titolo personale, perché amico di Vuja) e forse il solo Giorgio Aiazzone, tra la dirigenza, a salutare la vedova Jelena e a rappresentare i nostri colori”.

Non pensavo potesse accadere una cosa del genere – continua Boso. “Un pezzo importantissimo, fondamentale di Sampdoria se n’è andato. E la nostra società non si attiva per dargli il saluto che merita? Ricordiamoci che se la Samp è conosciuta nel mondo è per merito di personaggi come Boskov. E questa sarebbe la Sampdoria attuale? Perdonatemi, non voglio far polemica, ma io non mi riconosco. Paolo Mantovani non lo avrebbe mai permesso!”.

Comprensibile la rabbia di Bosotin.

La Sampdoria avrebbe dovuto muoversi, una volta raggiunta dalla triste notizia – continua il fondatore degli Ultras – attivarsi, organizzare un volo charter per 100- 140 tifosi. Ciascuno poi si sarebbe pagato il biglietto, certamente. Ma almeno avremmo dato l’ultimo saluto a Vuja in un modo decoroso. So che alcuni tifosi sono partiti e raggiungeranno in macchina Begec (la cittadina dove si svolgeranno le esequie, a 15 km da Novi Sad ndr). Ma perché non organizzare un viaggio per portare il meritato tributo ad un uomo che ci ha fatto sognare, ci ha fatto diventare grandi nel calcio che conta. Ci fosse stato Paolo Mantovani avrebbe organizzato altro che un charter.. Avrebbe affittato due portaerei per consentire ai sampdoriani di raggiungere la Serbia. Anche Samp Tv non si muove, nessuno gli paga la trasferta per fare le riprese del funerale. Cazzo, 250 euro per il viaggio, per farli fare due riprese, ce li avrei messi di tasca mia..”.

Si pensa ora di ricordare Vujadin Boskov a Genova.

Sì, ci siamo attivati io e Beppe Costa, (figlio di Edmondo Costa, vecchio presidente della Sampdoria alla fine degli anni ’70 ndr) per fare una Messa in ricordo di Vujadin. Chiederemo alla vedova Jelena di raggiungere Genova e di partecipare. Presto daremo informazioni a riguardo”.

Boskov – conclude Boso – è stata una leggenda blucerchiata. Ma la sua storia si chiude in un modo che lascia l’amaro in bocca”.  

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

14 commenti

  1. FULVIO Comini -

    Da anni con Claudio ci battiamo per i nostri colori e neanche io mi riconosco in questa sorta di menefreghismo che nulla ha a che fare con lo stile Samp che nella storia ci ha contraddistinto da tutti !!! Non andare al funerale di boskov equivale a come non andare al funerale di un padre !!! Lui ci ha insegnato a diventare grandi …… Ci ha insegnato a vincere …… E ha fatto si che della Samp se ne parlasse NEL MONDO !!!!! Io da Sampdoriano DOC domani sarò al funerale con il cuore e non nascondo la mia commozione !!! Ma mi chiedo perché abbiamo una tv ( Samp tv) e l’unico avvenimento che veramente dovrebbe seguire non ce lo fa vedere ???? Per boskov volevo il maxi schermo In piazza come per la finale di Göteborg che proprio lui non a caso ci ha fatto vincere !!!!! Per avere una tv non in grado di seguire un lutto così grave …… Preferisco che facciano vedere lo zecchino d’oro ….. E magari con il buon gusto di vestire i bambini di blucerchiato !!! La realtà e’ che nella Sampdoria mancano i Sampdoriani …….. E sopratutto manca Claudio Bosotin che contrariamente ad altre persone che ” dicono” di essere Sampdoriani ……. Si ritrova disoccupato per aver sempre e solo voluto il bene della Samp !!!! Boskov da lassù sa quanto lo abbiamo amato …… Rispettato ….. Stimato …. E rimpianto …!!!!! Noi da qua giù ….. Non possiamo far altro che sperare che ci perdoni ….. Per questa colossale mancanza di rispetto e caduta di stile !!!! Grazie mister per avermi regalato una gioventù calcistica irripetibile e indimenticabile !!!! Sampdoriani fuori i coglioni e insegnano l’educazione a sti maleducati ….. Hanno spento la luce a chi l’aveva accesa !!!!! Boskov e Mantovani per sempre nei nostri cuori !!!!

  2. Lo stile Samp, a cui teneva tantissimo il Grande Paolo Mantovani, è bello che morto e sepolto! Una vera vergogna, non mandare una rappresentanza della Società, per commemorare il Mister che, a parte la prima e l’ultima Coppa Italia, ha conquistato tutti i trofei che sono nella bacheca in sede. Sono molto deluso per questa incomprensibile mancanza di riconoscenza e di rispetto da parte dell’attuale dirigenza. Buon viaggio Vuja, noi tifosi non ti dimenticheremo sicuramente!

  3. mitico Boso, non ti devi stupire, questa è l’ennesima prova che dimostra da chi siamo rappresentati….una vergogna.

  4. Vittorio Baracchi -

    Boso, sei sempre un GRANDE non dimentichi MAI i veri SIGNORI. Mi chiedo se hanno VERGOGNA e x quanto tempo ci saranno ancora questi GUERRAFONDAI DEMOLITORI in questa magica SAMP…. Ricominceremo da capo, come negli anni 70….

  5. Massimo Bozzo -

    Purtroppo il calcio di oggi è una continua delusione,contano solo i soldi e il vecchio stile è solo un lontano ricordo

  6. La società Sampdoria non presenziando al funerale del nostro grande allenatore ha tradito i nostri colori e ci ha reso più tristi della finale di Wembley

  7. Pingback: Boskov, la rabbia di Bosotin: “Sampdoria assente (o quasi) al suo funerale. È una cosa scandalosa”. : Sport People

  8. Scusate,non voglio fare il bastian contrario,ma io trovo che sia più’ grave che al funerale non fossero presenti i giocatori di quegli anni ,a parte Katanec. Sicuramente erano più’ legati loro al mister piuttosto che il nostro presidente,che avrà’ conosciuto Boskov solo marginalmente!

  9. L’ho gia’ scritto su un altro forum
    Sulla societa’ stendo un velo pietoso, non c’e’ nulla da aggiungere a quello che ha detto Boso
    Sui giocatori della Samp’doro, auspico uno striscione a Parma o alla prossima in casa, forse troppo duro, ma che esprime quello che tanti tifosi sampdoriani pensano “Non rappresentati da questa societa’. Sampd’oro: grandi campioni. Uomini di m…..Ciao Vujadin”

  10. Mi pare che le assenze più gravi siano state quelle della samp di allora. Giocatori e staff che hanno lavorato ogni giorno con Boskov.
    Quindi i commenti di Bosotin li trovo fuori luogo visto che lui é uno di quelli che doveva essere lá.
    Sul fatto che , da quello che scrive Fulvio Comini sia disoccupato, mi spiace, ma non credo che sia l’unico Sampdoriano senza lavoro.
    E comunque se ai tempi non avesse seguito Mancini magari ora farebbe ancora il magazziniere dell’Uc Sampdoria.

Lascia un commento

Powered by themekiller.com