BERISHA ALLA LAZIO, OBIETTIVO RESTA JANKTO. IL PUNTO SUL MERCATO

1

Lotito ci soffia Berisha acquistandolo dal Salisburgo ad una cifra del tutto simile a quella proposta dalla Samp: 7,5 milioni di euro più bonus e contratto quinquennale da 1,5 milioni (bonus compresi) al giocatore. Forse un ingaggio più alto di quello offerto dalla società blucerchiata, comunque è evidente che il centrocampista offensivo di origine kosovare stesse titubando, valutando la proposta laziale.
Peccato, perché il profilo era quello di un ottimo giocatore per i canoni doriani.

Intanto Osti ha fatto il punto sul mercato blucerchiato: Quagliarella, secondo il Ds non si muove
da Genova: concreta l’offerta del Parma ma l’attaccante è considerato un punto fermo per gli schemi di Giampaolo. Tutto fermo anche sul versante Praet: come volevasi dimostrare sembrava difficile che qualche club si svenasse pagando gli oltre 20 milioni di clausola rescissoria per il belga apparso in lieve crescita ma senza dare certezze sul suo rendimento.

Dichiarato l’interesse doriano per Jakub  Jankto: Osti, ospite di Sky Sport, ha parlato del talentuoso centrocampista ceco, 22 anni, quest’anno autore di 4 reti in 36 partite in maglia Udinese: “Un giocatore fortissimo che ci interessa” – ha detto Osti, Ma le cifre sono alte, Pozzo non svende i suoi giocatori e chiedurebbe per una cifra vicina a 14 milioni di euro. “Sul centrocampista ceco non c’è solo la Sampdoria” – ha spiegato il Ds. C’è sempre la concorrenza dell’Atalanta: non si parla più di Ilicic all’Inter ma se i nerazzurri puntassero sullo sloveno verserebbero una quindicina di milioni all’Atalanta, più o meno quelli che servono per Jankto.

La Sampdoria valuta la situazione, in attesa di qualche mossa del fuoriclasse di mercato e tabagismo Sabatini: qualche asso nella manica ce lo aspettiamo.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

1 commento

  1. Berisha con Majer a “Stavamo a scherzá”… Quagliarella non si muove… Punto fermo degli schemi di Giampaolo…non so quale sia la notizia peggiore.

Rispondi a Heisenberg Cancella la risposta

Powered by themekiller.com