BERBATOV E PAZZINI. ATTACCANTI IN SCADENZA NEL MIRINO DI FERRERO

2

Urge la punta che la butti dentro. I 5 gol dell’accoppiata Okaka-Bergessio sono stati un bottino rachitico, così non si va da nessuna parte.
Intanto le soluzioni di giocatori in scadenza fanno drizzare le antenne al Viperetta.
I nomi che circolano (e che dovranno avere l’avallo di Zenga ormai ad un passo dalla nostra panchina) sono quelli di Berbatov e Pazzini. Il bulgaro, classe ’81, si è svincolato pochi giorni fa dal Monaco.
Ottima tecnica, più che buona visione di gioco e della porta (quest’anno 13 reti in Ligue 1), vantava fino a pochi mesi fa un ingaggio abnorme (beato lui). Una vecchia gloria del calcio europeo che nella nostra serie A ridotta ai minimi termini può fare la differenza. Berbatov è un giocatore che ci potrebbe interessare in caso di accesso in Europa (purché, giunto ormai alle 34 primavere, sia disposto a ridursi drasticamente l’ingaggio).
Ferrero del resto ha parlato di colpi importanti. Berbatov sembra una sparata grossa ma il Viperetta ci sta abituando a soluzioni imprevedibili.
Molto più fattibile arrivare a Pazzini, un ritorno di cui abbiamo parlato spesso, che non convince la tifoseria soprattutto per l’addio traumatico dell’attaccante nella stagione della retrocessione.
Il Pazzo piace a Zenga, che lo considera una punta adatta al suo modulo a tre punte, o con la punta affiancata da due mezzali.
Pazzini probabilmente tornerebbe di corsa. Anche lui a fine contratto, quest’anno ha giocato con continuità solo nel finale di stagione (l’unico momento decente del Milan), segnando praticamente soltanto su rigore, ma dimostrando di essere sempre in una buona condizione di forma.
Con l’addio di Bergessio, quello molto probabile di Okaka e le voci su Eto’o che potrebbe approdare al calcio americano, non è da esludere una piccola rivoluzione nel reparto offensivo.
Intanto aspettiamo le valutazioni di Zenga e, a breve, l’ingresso o meno in Europa League.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

2 commenti

  1. Pazzini può andare dove vuole ma alla Samp non lo voglio vedere, non è uomo, non merita di vestire i nostri colori.

  2. Lo dico con tutta l’educazione e la comprensione possibile:smettiamola di fare i puri nel mondo di Blatter (e tutti quelli che seguono…..)!!!

Lascia un commento

Powered by themekiller.com