ANTONIO, IL RITORNO E’ VICINO

8

Cassano si allena a Lavagna, ha rifiutato la proposta circense arrivata dalla Turchia (quella accettata da Eto’o) e impegnerà tutte le sue ultime cartucce per fare ritorno alla Samp.
Che il giocatore sia simpatico o meno, una cosa bisogna dirla: tanta ostinazione per tornare in una squadra di calcio non si è mai vista nei secoli, a memoria d’uomo.
C’è da augurarsi che tanta ostinazione sia accompagnata dall’arrivo di un giocatore carico come una molla, in grado (nonostante il tempo di inattività) di dare il massimo per la Samp.
Il ritorno si avvicina.

L’avv. Romei (nell’intervista di ieri che andrà in onda integralmente stasera su Telenord) ha dichiarato che si sta occupando personalmente del caso Cassano.
Zenga non fa resistenza per il suo arrivo e Ferrero spinge per il ritorno di Antonio.
Il contratto dovrebbe prevedere bonus a prestazione (sulla base di un milione di euro per un anno, fonte sampnews24), ma non prevede “malus” per eventuali cassanate o colpi di testa del barese.
Comunque sia, bisogna sbrigarsi: la tecnica come sappiamo tutti è generosa, ma si parla anche di un giocatore fermo da gennaio. Prima si chiude, meglio è per tutti.
Okaka è sempre a Pinzolo, anche se Ferrero ha ribadito che il suo tempo alla Samp è scaduto. Una sistemazione la deve trovare, altrimenti abbandoniamolo in un rifugio montano e buonanotte ai suonatori.
Per quanto riguarda Cassano (il cui ritorno divide i tifosi e non è una novità), Romei ha parlato di situazioni ancora da valutare.
Non si tratta certamente di questioni economiche, visto che Antonio verrebbe alla Samp di corsa. Si parla piuttosto di relazioni con uno spogliatoio che funziona e del ruolo di Cassano in squadra.
Per lui si prospetta la nota posizione alla Altafini (contributo nel finale di partita, apporto di esperienza e tecnica per risolvere le partite bloccate o controllare il vantaggio).
Chi ha buona memoria, ha già visto svolgere a Cassano questo compito nell’anno rossonero, quando contribuì dalla panchina alla vittoria dello scudetto del Milan.
Tanto che Ibrahimovic affermò nella stagione successiva: “Il giocatore che più mi manca in campo è Cassano”.
Comunque vada, meglio che la telenovela si chiuda al più presto. Viviano è favorevole al ritorno, Soriano pure. Attendiamo la parola di Palombo, il capitano, che ancora non si è esposto sul ritorno di Fantantonio.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

8 commenti

  1. Detto che personalmente sono dubbioso sul ritorno del barese non capisco questa telenovela: se tutte le componenti sono d’accordo, Zenga compreso che pareva quello meno convinto, qual è il problema?
    Cosa diavolo si sta aspettando?
    Non capisco…

  2. Ma perchè non riuscite proprio a capire che l’ostinazione a voler tornare è solo dovuta alla volontà di accontentare la moglie che vuol stare a Genova? Uno che ama davvero la Sampdoria si sarebbe comportato di conseguenza, come diceva Paolo Mantovani, al momento giusto. Il premio sarebbe andato a ritirarlo, non avrebbe dato dei mangiamerda ai tifosi e non avrebbe mai insultato in quel modo il presidente, quello che l’aveva ormai eletto a suo figlioccio, tanto da rinunciare pure a Marotta, che lo voleva spedire a Firenze, pur di proteggerlo. La Sampdoria non è l’albergo di Cassano, se proprio vuole stare a Genova smetta di giocare

  3. L’unica cosa che mi rende possibilista, é la certezza che non verrebbe piú a fare il cocco di mamma (o meglio, di papà), ma a remare come tutti gli altri. Non credo che l’attuale dirigenza sarebbe timida con lui. Questo non mi fa dire “si”, ma mi rende possibilista diciamo.

  4. Per me dvd 79 ha le idee chiarissime oltreche’ il dono della sintesi, dal punto di vista tecnico la questione e’ semplice, se si vogliono barattare un paio di giocate a partita con uno degli undici che passeggia per 90 minuti allora bentornato Cassano. Sempre in attesa che faccia scoppiare qualche bugna nello spogliatoio…..

  5. Io ne farei volentieri a meno! ha sempre passeggiato x il campo sin da ragazzo, adesso che ha 33 primavere potrà deliziarci si e no con qualche giocata ogni tanto, l’importante sarebbe che non destabilizzi la squadra, ma non credo riesca a comportarsi sempre in modo adeguato.
    Ferrero lo prende solo x far parlare un po di se e fare qualche teatrino con lui, e non voglio pensare che lo intenda come zuccherino a noi tifosi x fare manovre a caxxo tipo la cessione di Duncan o Soriano.
    Speremmu ben

  6. Senza offesa. Ce li vedo tutti, ma proprio tutti, i tifosi che alla prima di campionato, che so, contro l’Udinese, se gli eventi della vita, che non si sa mai dove portano, conducono magari ad una doppietta di Cassano, a gridare TUTTI in coro “Antonio, Antonio!!” Meditate gente, meditate.

Lascia un commento

Powered by themekiller.com