ANCORA ERRORI DELL’ARBITRO. MA PESANO PIU’ I NOSTRI

12

Mazzoleni ha gli occhi delle bambole”. Così dice Ferrero al termine della partita. Gol della Lazio da annullare. Un errore che fa pensar male, perché solitamente il fallo sul portiere nell’area piccola, da che mondo è mondo, è sempre fischiato.
Ferrero nel corso dell’anno non ha mai parlato di arbitri. Ora che è più scafato (e sa l’importanza di ogni punto da qui alla fine), ripete che gli arbitri devono stare attenti: è la seconda volta in poche settimane che il Viperetta fa uscite di questo genere.
Noi cerchiamo di essere obiettivi e dobbiamo dire che ci sono stati episodi poco favorevoli (per usare un eufemismo) contro la Samp.

Ma è anche vero che contro l’Udinese hanno annullato un gol validissimo a Thereau e ieri sera la nettissima palla gol sprecata da Eto’o era in fuorigioco.
Detto questo, il gol di Giacomelli era da annullare, punto.
Le recriminazioni maggiori, comunque, sono per i nostri errori. Quello di Obiang è disumano.
Come si dice: errare umano perseverare è diabolico.
Visto che Pedro è un bel giocatore, ma perché non si fa mezz’ora di tiri in porta alla fine dell’allenamento? Dai e dai, aggiusta ‘sto piede, dannazione.
Quello di Eto’o è pessimo. Troppa sicumera nel camerunense, che al limite poteva anche darla a Muriel, liberissimo a porta vuota. Ci serve un Samuel più decisivo.
Come ha detto Sinisa, se sbagliamo certi gol è giusto perdere la partita.

Ora Empoli e Parma. Poche palle, devono arrivare sei punti, prendiamoci questa dannata Europa.

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

12 commenti

  1. Dallo stadio non mi ero assolutamente accorto del fallo su Viviano e se ci aggiungiamo che ci sarebbe anche Ciani che strattona visibilmente De Silvestri la rabbia aumenta a dismisura!
    Però è anche vero che ci siamo divorati delle palle gol clamorose e che dopo il loro vantaggio non c’è stata la benchè minima reazione e questo è l’aspetto più preoccupante e deludente!
    Boh, a questo punto non so più cosa aspettarmi da questa squadra, ad oggi espugnare Empoli mi sembra un’impresa a dir poco ardua…

  2. con l’arrivo di E’to, fu l’inizio della fine. Peccato!
    Poi, lo sanno anche i muri che a noi non e’ concesso vincere con la lazio!
    il presidente, un gran bel chiaccherone! lo vedrei bene al Frosinone. sara’ un’ estate calda a bogliasco, e non per ragioni meteo, purtroppo.

    saluti dalla florida

  3. Io credo che il ns. mister abbia ormai le idee annebbaite, non capisco perchè, abbia dovuto nuovamente cambiare formazione, quando 6 gg prima Acquah e Duncan, sono stati i migliori contro l’Udinese, e riproporre Palombo e De Silvestri che non stanno più in piedi, una volta si diceva, squadra che vince non si cambia, evidentemente il ns. mister non conosce questa regola.
    Spero di sbagliarmi ma noi 6 punti non li facciamo, anzi, rischiamo seriamente di perdere anche a Empoli.

  4. Ma bravi!! Noi siamo (eravamo?), a detta di tutti (e per questo Sinisa è stato premiato) la squadra rivelazione del campionato. Loro, invece (e a fari spenti) hanno due punti in più in classifica. Complimenti! Come dire che hanno ottime possibilità di arrivare sesti e quindi, se non succedono cose più grosse (tipo perdere a Empoli) noi subito a ruota e allora molto probabilmente dovrebbe succedere quanto da me già profetizzato e cioè il nostro ripescaggio in Uefa. Ma effettivamente, come ha detto qualcuno, non sarebbe una gran cosa. Se non fosse che di mezzo ci sono non pochi soldi sarebbe da rinunciare. O viceversa andare avanti prendendoli per il culo con molto cinismo. Che fare? Certo che in quanto a masochismo applicato sul campo non siamo secondi a nessuno!

  5. Ancora una cosa. A me, che penso di avere una mentalità aperta e non provinciale, di quella cosa che per loro è vitale non me ne importa proprio alcunchè. Sto parlando della supremazia cittadina. Ma chissenefrega. Quello che conta è il palmares delle vittorie. Del nostro, ancorchè ormai lontanino negli anni, possiamo essere fieri e soddistatti. Mentre il loro (si fa per dire..) è vuoto. Dopo il 1928 (se non sbaglio vittoria in Coppa Italia) l’unico successo è la Coppa delle Alpi(sic!).Così si spiega , freudianammente, ogni loro atteggiamento nei nostri confronti. Ricordo che mio papà, per cose risibili e di scarsa aderenza alla realtà ma forzatamente tenute in grande considerazione, diceva sempre che se vai dal farinotto e glielo comunichi ti da gratis almeno ….due etti di farinata!!! Poveri pennuti, lasciamoli godere. Sono come quei dannati che fanno l’amore una volta ogni dieci anni e poi vanno in giro a raccontare le loro grandi esperienze erotiche.

  6. A parte il fatto che, mancano ancora 2 partite e i pennutti, anche se cantano già vittoria, non è ancora detto che possano battere Inter e Sassuolo, potrebbero farsi molto male…
    Il calcio e strano…, cmq pensiamo a noi, vincere a Empoli non sarà impresa semplice, ma questa volta pretendo dal mister la miglior formazione possibile, non rtanto nei nomi, ma soprattutto nei giocatori che si dimostrano con più gamba…

  7. Per quanto sia o meno importante la supremazia sui piccioni, a me girano i coglioni aver sperperato tutti quei di vantaggio nell’arco di due mesi. E il responsabile mi dispiace dirlo è uno e soltanto uno bravo a prendersi i meriti quando le cose vanno bene. È vero i giocatori vanno in campo ma in campo ci vanno come lui comanda. E dal girone di ritorno, quando le sirene delle grandi che ben si vedranno dall’affidare la squadra ad un incompleto come lui, la tensione si è allentata e la confusione inversamente proporzionale è cresciuta. L ho spesso difeso ma ha distrutto quanto di buono fatto. Si sentiva di essersi sdebitato con noi. Ora cosa pensa? in ogni caso acquah sempre in campo.

    • Ovviamente mi riferisco ai punti di vantaggio nei confronti e di genoa e di inter e di torino, ossia tutte le squadre in lotta per un posto in europa.

  8. A me interessa che la squadra centri l’obiettivo più alto possibile, della supremazia cittadina può interessarmi ma fino a un certo punto, arrivare decimi e loro undicesimi non è che mi procuri questo gran godimento…
    Ma la colpa, se di colpa si può parlare, è soprattutto nostra che negli ultimi anni ci siamo “bibinizzati”, prima sentivi solo loro e i loro nuovi acquisti parlare del derby come gara speciale, da qualche stagione sotto questo punto di vista siamo tali e quali a loro…
    Ma, ripeto, in fondo è il segno dei tempi che sono cambiati: per un ventennio abbondante siamo stati talmente superiori che neppure li prendevamo in considerazione, dal loro ritorno in serie A ahimè le forze si sono riequilibrate anche se poi alla fine siamo spesso stai noi a spuntarla e quindi forse è normale e giusto che siano tornati ad essere loro il nostro metro di paragone…

Lascia un commento

Powered by themekiller.com