ADDIO DI MUSTAFI. INEVITABILE PER AZIONARE IL MERCATO?

7

Non facciamo i salti di gioia, ma la cessione di Mustafi sarà probabilmente necessaria per far partire il nostro mercato.

Un pezzo pregiato dovrà partire per fare cassa. Non è che la scelta sia così ampia, visto che il buon Pedro Obiang, papabile per la cessione, ha disputato una stagione insufficiente, accomodando spesso il suo grosso deretano in panchina. Il suo valore è sceso, non c’è da farci quel gran tesoretto. E’ quindi probabile che la Samp lo tenga anche quest’anno per non svenderlo.

Mustafi invece, con l’apice della convocazione al mondiale e le ultime ottime prove con la nazionale di Low, ha accresciuto ulteriormente il suo valore di mercato.

E peccato che il suo mondiale sia finito dopo l’ultimo infortunio.

Essere stato il titolare di una corazzata come la Germania ha attirato l’attenzione dei grandi club. Si parla di un accordo già esistente tra il nostro panzer e un grosso club europeo.

Che sia stato richiesto dalla Juventus o da altri team facoltosi, il prezzo per Mustafi oscilla tra gli 8 e i 10 milioni di euro. E Ferrero vorrà tutti i soldi fino all’ultimo centesimo, non sembra il tipo incline a fare sconti.

Più in generale, la prima mossa di mercato della Samp sarà sfoltire la rosa, che sfiora ad oggi addirittura le 50 unità.

Aho, 50 giocatori nun se po’ sentì!”, ha ripetuto Ferrero, che ha tagliato gli stipendi ai segretari e ai centralinisti: a maggior ragione vuole decurtare i giocatori in eccesso.

Con Braida partente, Osti sarà chiamato al compito che gli riesce meglio: sfoltire!

Nel gennaio scorso Carletto il menagramo è stato un maestro, ora dovrà ripetersi: testa bassa, poche parole funebri e cessioni a manetta.

La parte più interessante del mercato sarà quando entrerà in scena il vulcanico Viperetta.

Ferrero vuole lavorare in prima persona sugli acquisti, con la supervisione di Sinisa: questa è la sua strategia.

E allora vedremo cosa riuscirà a tirare fuori dal cilindro, il nostro uomo del cinema. Polvere di stelle?

 

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

7 commenti

  1. Come già è stato detto, 50 giocatori sono un’enormità, bisogna cedere a manetta gli scarti, che sono molti e non tutti con grande mercato, purtroppo…non sono però cosi sicuro che partirà Mustafi, vedremo; certo, dieci milioni cash farebbero comodo; svestendo i panni del tifoso, gli consiglierei di fare altri 2-3 anni di Samp per maturare maggiormente. Ha ancora lacuneda colmare e al mondiale si è visto, pur disputando buone prestazioni nel complesso. E non è detto che non arrivi Leonardi (già amico di Ferrero) come DG, come avevo scritto giorni fa…

  2. Si continua a parlare di dover vendere per poter comprare. Se è davvero così allora non è cambiato molto dai tempi di garrone.. Speriamo bene!

  3. 50 Giocatori, 10-15 possono essere sfoltiti, il resto sono sul groppone, si dovrebbe quindi trovare una società di Lega Pro che possa prendere alcuni che debbono crescere per verificarne il valore, una società che possa essere una squadra con cui si collabora, una specie di Samp 2…..sbaglio o il Barcellona ha qualcosa di simile??
    Poi 8 milioni per Mustafi sono veramente pochi in modo particolare se si vende all’estero, 12/13 milioni, poi se lo vogliamo regalare ok facciamo pure!!!
    BASTA SVENDERE !!!!!!!!!

  4. Leonardi ha prontamente smentito sul sito del Parma, come non detto, quindi…certo che la telenovela Braida non può durare a lungo…prenda una decisione!

  5. Sembra che ci sia stata una rottura definitiva con Braida, ma sarà meglio decidere e cominciare a fare mercato!!

  6. Abbiamo ancora gente come Juan Antonio e Piovaccari sul groppone, nonchè Ferrara e Delio con i lori rispettivi staff…tutto a libro paga Samp, è ora di tagliare tutto!

Lascia un commento

Powered by themekiller.com