ACQUAH DEVE GIOCARE

11

Facciamo una petizione, una raccolta firme. Oppure limitiamoci a delle grida nel cuore della notte: Acquah deve giocare.
Vogliamo vederlo in campo già domani sera, il piccolo grande lottatore ghanese, capitano della sua Nazionale, fiero sbranatore di tibie altrui.
Col nostro centrocampo perennemente in affanno è un’eresia vedere il giocatore dalla potenza nera seduto in panchina.
Ora che mancano sei gare, e ogni punto vale oro, ci vuole una squadra che sappia combattere su ogni pallone.
In mancanza di Eder, sembra che Mihajlovic voglia comunque mantenere il vecchio modulo, sostituendo il brasiliano con Muriel.
Una mossa  ad alto rischio: la speranza ovviamente è che Sinisa sappia quel che fa. Come ha giustamente detto il nostro tecnico Gino Sarpero: “Il Mister e lo staff vedono i giocatori ogni giorno, loro fanno le scelte più giuste”.
Resta il mistero su black panther Acquah, che ha mostruosamente impressionato tutti al suo arrivo per poi finire sempre in panca. Che diavolo ha combinato?
Più Acquah, più Duncan, più potere nero per la nostra mediana!

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

11 commenti

  1. Vogliamo All Blacks inside….con il Verona servono 3 punti per classifica e morale, davanti Muriel (Questo è un giocatore da Barca o Real se è anche solo al 80%, vedi il goal di Napoli) ed Eto’o, spazio a chi sa giocare davanti, mentre a centrocampo serve gente che azzanni…..
    Vedo il Mister in affanno mentale purtroppo e il campionato è ancora molto lungo!!!

  2. Non si sa mai cosa realmente accade dove ci sono le leve del comando. E poi, riguardo a Duncan, ma se ne sono accorti (i tecnici….) che è l’unico a saper battere i corners? Cosa non da poco….. A proposito di chi detiene il potere (in tutti i sensi..) riguardo gli altri, i sudditi, mi viene in mente la famosa battuta di Alberto Sordi nel film “Il marchese del grillo” – “Io so io…..e voi non siete un cazzo!” Meditate gente….meditate!

  3. E’ successo qualcosa tra Sinisa e Acquah, non posso credere che il mister sia così sprovveduto, da tenerlo sempre in panca, nel Derby e con l’Inter è stato semplicemente devestante, quindi non mi spiego questo ostracismo nei suoi confronti.
    Potevo capire se i ns. centrocampisti fossero nel pieno della forma, ma Palombo e da 6/7 partite, che si dovrebbe accomodare lui in panchina, ma purtroppo e sempre titolarissimo…misteri…
    Spero solo che il mister rinsavisca, in queste 6 partite ci giochiamo un’intera stagione, non andare in Europa dopo una stagione del genere, x sue cervellotiche scelte, sarebbe un delitto.

    Forza Samp!!!!!!!!

  4. Avete già scritto tutto. Ricapitoliamo le ipotesi:
    – Acquah non gioca per non “valutarlo” troppo in previsione del riscatto. Beh, in effetti questo è un giocatore che, se avesse giocato sempre e al livello a cui l’abbiamo visto, con in più la vetrina che ha avuto nei mesi scorsi con la sua nazionale… oggi forse Nainggolan avrebbe un erede. Per contro, c’è del resto chi pensa che Oakaka giochi sempre per poterlo vendere al meglio possibile tra poco.
    – Acquah non gioca per screzi. Magari ha fatto un gestaccio a Bogliasco dopo una raccomandazione di Mihajlovic… considerare anche che gioca poco Duncan, e Acquah e Duncan sono inseparabili e fanno comunella. Mere ipotesi ovviamente, comunque è giusto che si tenga conto di varie cose in ottica “tenere ordine nel gruppo”.
    Per quanto riguarda Muriel e il suo gol a Napoli, è stato notevole, per:
    a) bellezza del gol di per se;
    b) naturalezza con cui è stato fatto;
    c) tipo di esultanza: ok che era un gol inutile per il risultato, ma non ha esultato per nulla e nemmeno sembrava cosciente della bellezza del gol, come se facesse parte dei suoi standard.
    Aaaah, se Muriel esplode mettaimo sul fuoco una vagonata di pop-corn!

  5. Una ultima cosa su Palombo. Spesso trovo i giudizi su di lui troppo severi. Per carità, anch’io vedo bene il centrocampo “all-black” eccetera, però noto anche che di Palombo si considera molto la fase offensiva (capacità di fare il regista, passaggi, etc..) ma non abbastanza quella difensiva. Non mi riferisco tanto alla interdizione a centrocampo, ma proprio quando arretra in area fino a fare il “terzo centrale difensivo” insieme a Romagnoli e Silvestre, fase in cui è affidabile, ovvero non rischia di intervenire causando un rigore come un Ziegler qualsiasi. Del resto con Delio Rossi giocava proprio da difensore centrale. Obiang questa cosa non sa farla, non così almeno.

Lascia un commento

Powered by themekiller.com