2-2: FOLLE PAREGGIO A TRIESTE!

1

Partita folle, tra le più folli della storia blucerchiata. A Trieste cala il sipario sulla follia applicata al calcio.

Davanti a un pubblico minimo (solo blucerchiato) Cagliari e Sampdoria tengono ritmi bassi, soporiferi per 89 minuti. Ma il pareggio sarebbe sacrosanto: il Cagliari, sottotono, fa la partita nel primo tempo e trova la rete di Ekdal sulla solita bambola difensiva doriana. Palombo a caccia di tartufi, Obiang è in ritardo. Ekdal trova la rete, solo davanti a Da Costa: 1-0.

Al 35′ il marmittone polacco Wszolek trova un insperato pareggio, su tiraccio sgarbatissimo di Gavazzi che si trasforma in assist. Il polacco bagnerebbe l’esordio col gol, ma il guardalinee annulla per fuorigioco inesistente: ladrocinio!

La Samp nella prima frazione non combina nulla: il primo tempo doriano è disarmante.

Ma nella ripresa il discorso cambia completamente. Si temono i contropiede fumanti dei pecorini sardi: invece il Cagliari non riparte in velocità praticamente mai. La Samp, a sorpresa, tiene il pallino del gioco. Delio Rossi caccia finalmente dentro tutti, avanti all’arma bianca! Lancia il tridente Sansone-Pozzi-Gabbiadini per recuperare lo svantaggio. Ma accade poco, restiamo comunque inconcludenti per 43 minuti.

Poi la follia.

All’89’ Agazzi ha una crisi d’identità e si trasforma in un portiere più scarso di Curci: c’è aria di paperaccia: il fantasma di Curci aleggia su Trieste. Gabbiadini tira un siluro alla speraindio da fuori area e Agazzi ci mette lo zampino con una papera da competizione: due trasferte doriane e e due cappelle dei portieri avversari: continuate così! 1-1!

Sembra finita, ma Conti (sempre lui!) si incarica di una punizione decentrata. Tira di destro e insacca grazie ad una barriera messa a caso, una barriera da calcio a 5 in parrocchia.

Kristicic addirittura si stacca dai compagni e Conti trova lo spiraglio giusto: 2-1.

Stavolta sembra davvero finita. Ma al 91′ c’è una mischia disperata in area cagliaritana, tiraccio di De Silvestri e gollonzo totale, con rimpalli davanti ad Agazzi che ancora sotto l’influsso di Curci, non trattiene nuovamente la palla: clamoroso 2-2! Di chi è il gol? “Datelo a De Silvestri, ce ‘ho al fantacalcio!”, grida qualcuno dagli spalti… Finisce così, per la Samp un pareggio ottimo.

Ma niente commenti tecnici, per commentare questa partita servirebbe uno psichiatra.  

Autore

SampGeneration

Il blog della Sampdoria

1 commento

Lascia un commento

Powered by themekiller.com